Università degli Studi - Firenze
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Informazione sul programma Cultura

Base giuridica

L’art. 167 della versione consolidata del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea costituisce la base giuridica dell’azione comunitaria in materia culturale. Esso prevede, da un lato, il rispetto della diversità culturale e del principio di sussidiarietà e, dall’altro, la valorizzazione del retaggio culturale europeo e la cooperazione tra gli Stati membri. La CE si propone quindi di incoraggiare la cooperazione culturale tra gli Stati membri, completando la loro azione.
Sulla base del Trattato sono state adottate due prime generazioni di programmi: inizialmente, tra il 1993 e il 1999, i programmi settoriali Caleidoscopio, Arianna e Raffaello, poi un programma quadro unico, Cultura 2000, adottato nel febbraio 2000. Parallelamente al programma quadro sono state attivate altre azioni comunitarie nel settore culturale, quali il sostegno agli organismi d’interesse culturale europeo e la manifestazione "Capitali europee della cultura".

Obiettivi

L’obiettivo generale del programma CULTURA è quello di contribuire alla valorizzazione di uno spazio culturale comune per tutti i cittadini europei e fondato su un patrimonio culturale comune, favorendo lo sviluppo della cooperazione culturale tra i creatori, gli operatori e le istituzioni culturali degli Stati partecipanti al programma, allo scopo di promuovere l'emergere di una cittadinanza europea.

Gli obiettivi specifici sono:

  • promuovere la mobilità transnazionale di coloro che operano nel settore della cultura;
  • incoraggiare la circolazione transnazionale delle opere d'arte e dei prodotti artistici e culturali;
  • favorire il dialogo interculturale.

CULTURA è un programma di “terza generazione”, che dovrà contribuire a rendere meno frammentata e più coerente l’azione comunitaria nel settore culturale; esso andrà oltre l'approccio puramente settoriale (attuato nel quadro delle precedenti generazioni di programmi culturali) per assumere una dimensione interdisciplinare.

Azioni del programma

Gli obiettivi del programma sono perseguiti attraverso 3 azioni previste dalla decisione 1855/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il Programma:

  1. Sostegno ad azioni culturali:
    • Progetti di cooperazione pluriennale
      Il programma sostiene progetti di cooperazione culturale strutturati e di lunga durata che mettano in comune e valorizzino le competenze e le conoscenze degli operatori culturali in Europa. Lo scopo è quello di favorire la costituzione di poli permanenti di cooperazione culturale, sostenendo i progetti nella fase iniziale e di consolidamento o in quella di espansione geografica. A ciascun progetto di cooperazione devono partecipare almeno sei operatori di sei diversi paesi partecipanti al programma. La durata dei progetti è compresa tra 3 e 5 anni.
      Il sostegno comunitario non può superare il 50% del bilancio del progetto con un contributo massimo di 500.000 euro l’anno.
      I progetti di cooperazione sono selezionati a seguito di inviti a presentare proposte.
    • Azioni di cooperazione
      Il programma sostiene azioni di cooperazione culturale di natura settoriale o transsettoriale tra operatori europei di una durata compresa tra 12 e 24 mesi. A ciascun progetto devono partecipare almeno tre operatori di tre diversi paesi partecipanti al programma. Il sostegno comunitario non può superare il 50% del bilancio del progetto con un contributo compreso tra 50.000 e 200.000 euro
      Condizioni specifiche possono essere previste per i progetti di traduzione letteraria.
      Le azioni sono selezionate a seguito di inviti a presentare proposte.
    • Azioni speciali:
      Il programma sostiene anche azioni speciali che presentino una dimensione e una portata rilevanti per i cittadini europei e contribuiscano a migliorare il senso di appartenenza e identità europea ed a sensibilizzare il dialogo interculturale e internazionale.
      Il finanziamento per queste azioni, che non può superare il 60% del bilancio del progetto, viene concesso sulla base di specifici inviti a presentare proposte o gare d’appalto
  1. Sostegno ad organismi attivi a livello europeo nel settore culturale
    Il programma sovvenziona le spese di funzionamento di organismi che perseguano obiettivi d’interesse generale europeo nel settore della cultura. Questi organismi devono avere una reale dimensione europea, esercitando le loro attività a livello europeo, autonomamente o in coordinamento con altre associazioni.
    La selezione degli organismi beneficiari di tali sovvenzioni di funzionamento è effettuata sulla base di specifici inviti a presentare proposte.
  1. Sostegno a lavori di analisi e ad attività di raccolta e diffusione dell’informazione
    Il programma sostiene la realizzazione di studi e di lavori d’analisi nel settore della cooperazione culturale e dello sviluppo della politica culturale europea. Il programma sostiene inoltre la raccolta e la diffusione di informazioni sulle attività per ottimizzare l’impatto dei progetti attraverso la realizzazione di uno strumento internet adeguato alle necessità dei professionisti nel settore della cooperazione culturale europea. Infine, per garantire una diffusione mirata ed efficace di informazioni pratiche riguardanti il programma, viene previsto il sostegno a “punti di contatto Cultura”, che operano a livello nazionale.
    Il contributo comunitario viene erogato sulla base di specifici bandi annuali.

Durata e budget

Il programma CULTURA è entrato in vigore il 1° gennaio 2007 e si concluderà il 31 dicembre 2013. La dotazione finanziaria per l’intero periodo è pari a 400 milioni di euro, così ripartiti:

  • sostegno ad azioni culturali: 77% del budget. In particolare
    • progetti di cooperazione pluriennale: 32%
    • azioni di cooperazione: 29%
    • azioni speciali: 16%
  • sostegno ad organismi attivi a livello europeo nel settore culturale: 10% del budget
  • sostegno a lavori di analisi e ad attività di raccolta e diffusione dell’informazione: 5% del budget

Il restante 8% è destinato alle spese di gestione del programma.

 
ultimo aggiornamento: 25-Set-2012
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Instagram