Università degli Studi - Firenze
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Residenza e domicilio

Il dipendente, ai sensi dell’art. 44 comma 3) lett. o) del C.C.N.L. del 16.10.08, è tenuto a comunicare all’Amministrazione la propria residenza e, ove non coincidente, la dimora temporanea, nonchè ogni successivo mutamento delle stesse.
In caso di variazione anagrafica della residenza e del domicilio, dovrà quindi comunicare tempestivamente al Dirigente dell’Area Gestione del Personale il nuovo indirizzo utilizzando il modulo predisposto.
Il cambio di residenza anagrafica comporta anche adempimenti di carattere fiscale che decorreranno dal 60° giorno dopo la richiesta al nuovo Comune.
Pertanto, l’Amministrazione procederà alla variazione del domicilio fiscale dichiarato dal dipendente a decorrere dalla data di conclusione dell’iter procedurale della variazione di residenza anagrafica ai sensi dell’art. 58 del D.P.R. 600/73 (cioè dal 60° giorno decorrente dalla data di richiesta di variazione anagrafica al nuovo Comune).

Modulistica

Normativa di riferimento

  • D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600
  • D.P.R. 30 maggio 1989, n. 223
  • C.C.N.L. 16 ottobre 2008, art. 44, comma 3, lett. o)
 
ultimo aggiornamento: 18-Lug-2013
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Issuu Instagram LinkedIn