Università degli Studi - Firenze
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Congedo per malattia del bambino di età inferiore a otto anni

Nei primi otto anni di vita del bambino i genitori hanno diritto ad assentarsi durante la malattia dello stesso:

  • fino al terzo anno di vita del figlio, per ciascun anno, per trenta giorni con l’intera retribuzione, mentre ulteriori assenze, eccedenti il suddetto limite, non sono retribuite;
  • dopo i tre anni e fino agli otto anni del bambino, per un massimo di cinque giorni lavorativi senza retribuzione.
  • solo alternativamente. In nessun caso è ammessa la fruizione contemporanea del permesso per lo stesso figlio.

Il congedo per malattia del figlio spetta al genitore richiedente anche qualora l'altro genitore non ne abbia diritto.

Il ricovero ospedaliero del figlio interrompe, a richiesta del genitore, il decorso delle ferie in godimento.

Iter procedurale

Il dipendente è tenuto a presentare una specifica richiesta al Dirigente dell’Area Gestione del Personale unitamente al certificato di malattia rilasciato da un medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale o con esso convenzionato comprovante la malattia del bambino, oltre a produrre una dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. del 28.12.00 n. 445, attestante che l’altro genitore non è assente dal lavoro negli stessi giorni per il medesimo motivo.

Trattamento economico

Le assenze per malattia del figlio sono computate nell’anzianità di servizio e, tranne i periodi retribuiti per intero, comportano la riduzione delle ferie e della tredicesima mensilità.

Congedo per malattia del bambino di età inferiore a otto anni in caso di adozione o di affido

Il congedo per la malattia del bambino spetta anche ai genitori adottivi o affidatari per le malattie che si verifichino nei primi tre anni dalla data di ingresso del minore in famiglia.

Spettano ai genitori, e comunque non oltre il sesto anno di età dello stesso, alternativamente, trenta giorni di congedo retribuito.

Ulteriori assenze allo stesso titolo non sono retribuite.

Ciascun genitore ha, inoltre, diritto ad assentarsi dal lavoro anche durante le malattie del minore che dovessero verificarsi successivamente al sesto anno di età e fino al compimento dell’ottavo anno, nel limite di cinque giorni lavorativi all’anno senza stipendio.

Qualora all’atto dell’adozione o dell’affidamento, il minore abbia un’età compresa fra i sei ed i dodici anni, il congedo per la malattia del bambino è fruibile nei primi tre anni dall’ingresso del minore nel nucleo familiare, nel limite di cinque giorni lavorativi all’anno per ciascun genitore.

Anche in questo caso tutte le assenze per malattia del figlio sono computate nell’anzianità di servizio e, ad eccezione dei periodi nei quali è corrisposta l’intera retribuzione, comportano la riduzione delle ferie e della tredicesima mensilità.

Modulistica

Normativa di riferimento

  • Decreto Legislativo 26 marzo.2001, n. 151, Capo VII, artt. 47-52
  • C.C.N.L. 16 ottobre 2008, art. 31, comma 5
  • Legge 6 agosto 2008, n. 133, art. 71
  • Decreto Legge n. 78 del 1.07.2009
 
ultimo aggiornamento: 18-Lug-2013
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Instagram