Università degli Studi - Firenze
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Presentazione della domanda

Il dipendente interessato deve produrre alla Divisione 2: Personale Tecnico-Amministrativo e Collaboratori ed Esperti Linguistici dell'Area gestione del personale:

  • la domanda con la quale richiede uno dei benefici previsti ed indica le modalità di fruizione;
  • la certificazione della A.S.L. competente dalla quale risulti che il disabile si trova in situazione di gravità accertata ai sensi dell'art. 3, comma 3 della Legge n. 104/92, ovvero certificazione provvisoria di handicap grave rilasciata secondo le modalità previste;
  • oppure la documentazione prevista nei casi particolari (vedi paragrafo casi particolari);

Eventuali variazioni delle notizie o delle situazioni dichiarate al momento della presentazione della domanda, dovranno essere comunicate alla Divisione 2: Personale Tecnico-Amministrativo e Collaboratori ed Esperti Linguistici dell'Area gestione del personale entro 30 gg. dal loro verificarsi.

In particolare dovrà essere data comunicazione di:

  • eventuali rettifiche sul giudizio di gravità dell’handicap da parte della ASL;
  • variazioni nella condizione del disabile (ad es. eventuale ricovero a tempo pieno presso strutture attrezzate);
  • modifiche di modalità di fruizione dei permessi;
  • eventuali variazioni del part time;
  • eventuale decesso del disabile.
  • variazioni relative ai familiari segnalati nella domanda . In caso di familiari lavoratori  dovrà essere indicato se si tratta di lavoro autonomo (libero professionista, titolari o soci di ditte ecc.) o subordinato; in quest’ultimo caso dovrà essere segnalato l’indirizzo e numero di telefono del datore di lavoro

I controlli dell’amministrazione

L’Amministrazione, nel mese di novembre di ogni anno, effettuerà verifiche sulle dichiarazioni rese e sulla documentazione prodotta dagli interessati. Le operazioni di controllo saranno eseguite su un campione pari al 60% dell’elenco dei beneficiari al 31 ottobre, estratti con applicativo informatico, con esclusione del personale comandato.

L’ufficio comunicherà per iscritto al personale sorteggiato l’avvio e la conclusione del procedimento di verifica.

Gli accertamenti verranno effettuati presso gli Uffici Anagrafe del comune di residenza del disabile e presso i datori di lavoro dei familiari.

Le attività di controllo e verifica dei dati saranno svolte nel rispetto della normativa vigente sulla privacy.

Decorrenza dei benefici

Il dipendente può iniziare ad usufruire dei benefici dal rilascio del verbale della Commissione Medica ASL in attesa che si esprima la Commissione medica di verifica.
In tal caso egli dovrà dichiarare di essere consapevole che in caso di provvedimento definitivo negativo da parte della Commissione medica di verifica, l’Amministrazione procederà al recupero delle ore usufruite a titolo di permessi per Legge n. 104/1992 (Circolare INPS n. 32 del 3 marzo 2006).

  • Casi particolari
    Le agevolazioni possono essere riconosciute a partire da una data diversa da quella contenuta nel verbale della Commissione Medica ASL non solo qualora nello stesso sia espressamente indicata una validità decorrente da data anteriore a quella del riconoscimento dell'handicap, ma in tutti i casi in cui la formulazione della diagnosi sia tale (ad esempio è presente il riferimento ad eziologia prenatale) da far considerare la situazione di handicap grave senza dubbio esistente da data anteriore a quella di presentazione della domanda di riconoscimento (non anteriore comunque a quella di presentazione della domanda al datore di lavoro).

Modulistica

 
ultimo aggiornamento: 08-Feb-2013
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Issuu Instagram LinkedIn