Università degli Studi - Firenze
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Progetto Vices quesiti e chiarimenti

 

Chiarimento 1

Dimostrazione della capacita’ tecnica richiesta al fornitore (art. 42 del D. Lgs. 163/2006)

Risposta

Secondo quanto previsto dal disciplinare di gara al punto 6.2, per la partecipazione alla presente procedura aperta il concorrente deve aver stipulato nel triennio precedente la data di pubblicazione del bando di gara, forniture analoghe per oggetto a quelle della presente gara, di cui si elencano gli estremi, la cui somma sia uguale o superiore al valore della gara alla quale si chiede di partecipare. In caso di R.T.I. o Consorzio tale requisito si ritiene soddisfatto anche se posseduto complessivamente dalle imprese raggruppate.

Per imprese aventi sede legale in Italia o in uno dei Paesi dell'Unione europea si richiede a tal fine di compilare il modello di autocertificazione, di cui all’allegato 1 al Disciplinare di gara, con l’elenco delle forniture eseguite nel periodo richiesto con l'indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o privati, dei servizi o forniture stessi.

Per imprese aventi sede legale presso un paese non appartenente all’Unione europea: tali imprese sono tenute a presentare un elenco delle forniture effettuate negli ultimi tre anni, con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati.
Inoltre tali imprese sono tenute a provare l’effettiva esecuzione delle forniture con le seguenti modalità:

  • quando il destinatario sia stata un'amministrazione pubblica, da certificati rilasciati o controfirmati dall'autorità competente;
  • quando il destinatario è stato un privato, da una attestazione dall'acquirente ovvero, in mancanza di tale attestazione, semplicemente da una dichiarazione della stessa impresa partecipante.

Si ricorda a tal proposito che, qualora tali documenti non siano rilasciati dal paese in questione o non menzionino tutti i dati previsti dal bando per la partecipazione alla gara, i documenti o i certificati possono essere sostituiti da una dichiarazione giurata ovvero, negli Stati in cui non esiste siffatta dichiarazione, da una dichiarazione solenne resa dalla persona interessata innanzi a un'autorità giudiziaria o amministrativa competente, a un notaio o a un organismo professionale qualificato del paese d'origine o di provenienza.

Chiarimento 2

Traduzione dei documenti redatti in lingua straniera

Risposta

Tutti i documenti, i certificati e le dichiarazioni sostitutive, se redatti in una lingua diversa dall'italiano, dovranno essere corredati, a pena di esclusione, da traduzione in lingua italiana e da apposita dichiarazione attestante la conformità al testo originale, rilasciata dalle rappresentanze consolari o diplomatiche italiane del Paese in cui sono stati redatti, oppure da un traduttore ufficiale.
In quest’ultimo caso si richiede che l’impresa fornisca il documento ufficiale che qualifichi lapersona quale traduttore autorizzato da parte delle istituzioni consolari o diplomatiche italiane nel paese in cui sono stati redatti i documenti.

Chiarimento 3

Chiarimento del significato del termine “OPTIONAL” inerente la descrizione delle attrezzature di cui all’allegato 1 al Capitolato d’Oneri.

Risposta

Tutte le caratteristiche indicate come opzionali, descritte con indicazione (OPTIONAL), non devono essere necessariamente incluse nella fornitura richiesta con la presente procedura.

Le caratteristiche con l’indicazione (OPTIONAL) si riferiscono a possibili aggiornamenti che le sedi universitarie di destinazione potranno valutare di acquisire in futuro.
L’attrezzature di cui alla presente fornitura dovrà quindi possedere caratteristiche tali da consentire tali aggiornamenti.

 
ultimo aggiornamento: 27-Ott-2009
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Instagram