Università degli Studi - Firenze
Home page - Studenti - Come fare per
  Stampa la pagina corrente   Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Help: a chi rivolgersi per, come fare per, FAQ

A chi rivolgersi per

  • Orientamento - orientamento@adm.unifi.it
  • Carriere Studenti e Esami - gestione.studenti@unifi.it
  • Studenti Stranieri e riconoscimento titoli stranieri - foreign.students@adm.unifi.it
  • Erasmus - erasmus@adm.unifi.it
  • Placement, Stage e Tirocini - ojp@csavri.unifi.it
  • Postlaurea
    • Aree Umanistica, Tecnologica, Scientifica e Sociale - postlaurea@adm.unifi.it
    • Area Biomedica
      • Master - didattica.master@polobiotec.unifi.it
      • Scuole di specializzazione - scuospec@polobiotec.unifi.it

Come fare per

 

FAQ - Le risposte alle domande più frequenti degli studenti

 

Come pago la seconda rata delle tasse?

E' disponibile – nell’area dei Servizi online di questo sito – il bollettino MAV per il pagamento della seconda rata delle tasse e contributi, che si riferiscono all’anno accademico 2013-2014.

La seconda rata va pagata entro il 30 aprile 2014 (dopo la scadenza è dovuta una mora). Da quest’anno, le agevolazioni sulle tasse per produttività e merito saranno erogate con un rimborso. Agli studenti che ne hanno diritto è stata inviata, in data 6 marzo, una comunicazione alla casella di posta elettronica istituzionale con le indicazioni sulle modalità di riscossione del rimborso.

Dopo aver effettuato il pagamento lo studente è tenuto a conservare personalmente la ricevuta, che non deve essere consegnata in segreteria.

Se pago oltre la scadenza?

I pagamenti effettuati oltre la data stabilita sono soggetti a oneri di mora progressivi: 
  • 15€ per ritardi entro 15 giorni
  • 60€ per ritardi da 16 a 30 giorni
  • 100€ per ritardi superiori a 30 giorni

La mora viene generata automaticamente dal sistema informatico di gestione delle carriere degli studenti ed è visualizzata nei dati personali dello studente. Il relativo bollettino non può essere stampato dallo studente, che è tenuto pertanto a contattare la segreteria.

Quanto pago nella seconda rata?

L’importo dovuto è dato dalla differenza tra quanto versato a titolo di quota contributi in prima rata e quanto dovuto seguendo il principio della contribuzione secondo il proprio reddito del nucleo familiare dei singoli studenti. Sulla determinazione dell’importo da pagare influiscono:
  • il valore ISEE o ISEEU riferito ai redditi e al patrimonio posseduti dal nucleo familiare di cui fa parte lo studente;
  • la presenza di un fratello o una sorella contemporaneamente iscritti a un qualsiasi corso di laurea dell’Università di Firenze;
  • la possibilità di usufruire della condizione di studente part-time
  • l’assegnazione o meno di borsa di studio da parte dell’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana
  • Eventuali riduzioni stabilite dal Manifesto degli studi a favore di studenti appartenenti a determinate categorie
  • produttività/merito dello studente in base all’andamento della sua carriera universitaria

Se non ho presentato il valore ISEE o ISEEU?

Chi non avesse ancora presentato il modulo ISEE o ISEEU - attestazioni necessarie a calibrare le tasse sul proprio reddito - può ancora farlo, occorre pagare un onere amministrativo di 100 euro su un bollettino da richiedere alla e-mail ufficiale della propria segreteria studenti. Una volta pagato il bollettino, lo studente dovrà recarsi in segreteria studenti con la ricevuta di tale pagamento e l'attestazione ISEE/ISEEU per conoscere così l’importo della seconda rata ricalcolato.

Per maggiori dettagli e precisazioni sulle tasse è comunque opportuno prendere visione dell’apposita sezione del Manifesto degli Studi nonché di quanto riportato nelle pagine web relative alle tasse e contributi universitari.

Ho ricevuto il CUD dall'Università? Cosa significa?

Dal 2013 il Cud viene inviato anche a tutti coloro che hanno riscosso somme esenti IRPEF nel corso del 2012. Ad esempio, ricevono il Cud gli studenti che hanno percepito una borsa di mobilità, svolto collaborazioni part-time e/o sono stati titolari di assegni e/o borse.
Quando nel campo annotazioni del CUD è precisato che si tratta di un reddito esente, l'importo qui indicato non dovrà essere dichiarato ai fini delle imposte sui redditi.

Che differenza c’è tra prove di ammissione e test di autovalutazione?

Le prove di ammissione sono previste dai corsi di laurea a numero programmato, i test di autovalutazione dai corsi di laurea che non hanno il numero programmato.
Prove e test sono obbligatori.
Chi non supera la prova di ammissione non può procedere con l'immatricolazione.
Chi non supera il test di autovalutazione può immatricolarsi con un debito formativo da colmare secondo le modalità previste da ciascun corso di laurea. Chi non sostiene il test di autovalutazione può immatricolarsi, ma non può sostenere esami fino a quando non avrà sostenuto il test di autovalutazione.

Posso iscrivermi a più prove di ammissione e test di autovalutazione?

Compatibilmente con le date e gli orari.

Quando si svolgeranno le prove e i test?

Per ora sono note le seguenti date:

  • 8 aprile 2014 - Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria 
  • 10 aprile 2014 - Corsi laurea e di laurea magistrale a ciclo unico direttamente finalizzati alla formazione di architetto 
  • 7 aprile 2014 - Prova conoscenza lingua italiana per cittadini non comunitari residenti all'estero
  • 2 settembre 2014 - Prova conoscenza lingua italiana per cittadini non comunitari residenti all'estero
Di solito i test di autovalutazione si svolgono tra la fine di agosto e gli inizi di settembre, tutte le informazioni a breve nella pagina riservata al calendario scadenze.

 

 
ultimo aggiornamento: 17-Apr-2014
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Instagram