Università degli Studi - Firenze
Cooperazione allo sviluppo - CUCS
Home page > Relazioni internazionali > Cooperazione allo sviluppo - CUCS
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Negli ultimi anni le Università italiane hanno incrementato la loro operatività nel settore della Cooperazione allo sviluppo, offrendo  il proprio contributo ai processi di stabilizzazione e democrazia, anche attraverso azioni concertate e sinergie  con gli altri attori di rilievo, quali il Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Tra le iniziative intraprese va ricordato il "Coordinamento Università Cooperazione allo Sviluppo" (CUCS), patrocinato dal MAECI - Direzione Generale Cooperazione Sviluppo (DGCS) e costituito da numerosi atenei italiani tra cui l’Università di Firenze, che ha individuato  quale Referente di Ateneo per la Cooperazione il prof. Matteo Barbari.

Le Università aderenti  al CUCS sono chiamate a svolgere un ruolo innovativo e concreto nel potenziamento della cooperazione allo sviluppo, attraverso le proprie esperienze  in termini di ricerca, percorsi didattici, capacità progettuali e applicazione di metodologie. Il CUCS si pone fra i principali obiettivi quello di far emergere, potenziare e coordinare queste esperienze e di favorire il dialogo tra gli attori politici e sociali del settore.

Il CUCS, tra le varie iniziative, ha promosso una database denominato DaBaCU,  che consente la raccolta sistematica e in tempo reale delle iniziative delle Università in tema di Cooperazione allo sviluppo. 

DaBaCU, ideato e coordinato dal Centro Metid del Politecnico di Milano,  non si limita alla creazione di un database ma è innanzi  tutto una community online per gli attori della cooperazione in ambito universitario, che ha l’obiettivo di avviare concrete attività di collaborazione tramite la condivisione dei dati sui differenti progetti.

Il DaBaCu è consultabile alla pagina: http://www.dabacu.polimi.it/web/guest/home

 

Approfondimenti

 
ultimo aggiornamento: 17-Dic-2014
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Issuu Instagram LinkedIn