Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Architettura, focus sui risultati di Caritalents
Stampa la notizia

News

Architettura, focus sui risultati di Caritalents

Il progetto di cooperazione internazionale rivolto ai giovani a rischio della regione caraibica

Appuntamento giovedì 11 febbraio a Santa Verdiana (Aula 1, Piazza Ghiberti, 27 – ore 9) per un’analisi dei risultati prodotti nel primo anno di vita di Caritalents, il progetto di cooperazione internazionale destinato a supportare giovani in condizione di disagio sociale della regione caraibica, condotto dal Dipartimento di Architettura, Laboratorio Città e Territorio nei Paesi del Sud del Mondo (LabPSM) coordinato da Raffaele Paloscia. L’iniziativa si svolge con il partenariato della University of the West Indies (consorzio di 18 piccoli stati caraibici anglofoni) e si avvale del cofinanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI). 

La giornata, che sarà introdotta dai saluti del rettore Luigi Dei, si propone di fare una valutazione del “Corso di formazione per formatori”, che rappresenta l’attività centrale di Caritalents. Il corso ha visto la partecipazione di educatori che dovranno operare a contatto con i giovani a rischio di Barbados e Dominica, per fornire loro competenze professionali volte a valorizzare risorse e saperi locali.  

La proposta formativa si è caratterizzata per l’approccio metodologico e operativo multidisciplinare, che ha incluso l’uso di linguaggi innovativi come la video-documentazione, la story-telling, la musica etnica, fotografia e comics.

Durante l’incontro ci sarà spazio per una riflessione sulle buone pratiche realizzate nella regione dei Caraibi e dell’America Centrale nel settore della formazione e della cooperazione e per confronti interdisciplinari che vedranno l’intervento di esperti italiani e caraibici. La prossima fase del progetto, che sarà lanciata nel corso dell’incontro, sarà contrassegnata da laboratori sperimentali sul campo con il coinvolgimento, oltre che degli educatori, di circa 200 ragazzi.

10 Febbraio 2016