Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Le alluvioni di oggi nei disegni dei bambini
Stampa la notizia

News

Le alluvioni di oggi nei disegni dei bambini

Concorso per le scuole primarie fra le iniziative del Comitato Firenze 2016

Un concorso rivolto alla scuole primarie, “Le alluvioni di oggi nei disegni dei bambini”, è una delle iniziative che il Comitato Firenze 2016 lancia in vista del 50° anniversario dell’alluvione.

Il Comitato Firenze|Toscana2016 - presieduto dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi – è composto da oltre trenta enti pubblici e associazioni, tra cui l’Ateneo fiorentino. Ha dato impulso ad attività indirizzate ad alcuni filoni, quali la valutazione del piano di opere previste per la riduzione della vulnerabilità della città di Firenze alle alluvioni d’Arno, la prevenzione del rischio per i beni culturali, la gestione dell’emergenza e protezione civile. Ma anche la promozione di un centro di documentazione sulle alluvioni nelle città d'arte e della memoria dell’alluvione (leggi ancora nel Notiziario).

 “L'obiettivo è partire dalle alluvioni del 1966 per affrontare le alluvioni di oggi, con azioni ispirate al rispetto dell’acqua, sia in termini di risorsa che di pericolosità, e alla crescita della cultura di protezione civile – sottolinea Giorgio Federici del Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale e segretario generale del Comitato -. Occorrono ricerca, idee e nuove azioni per educare i cittadini, e soprattutto le nuove generazioni, alla salvaguardia dell'acqua e alla protezione di se stessi da essa".

Il concorso per le scuole si ispira all’iniziativa di Idana Pescioli, già docente dell’Ateneo, che subito dopo l'alluvione del 1966, raccolse i disegni di bambini di alcune classi quarte e quinte delle scuole elementari e li pubblicò nel volume “Com’era l’acqua – i bambini di Firenze raccontano” edito da “La Nuova Italia” nel 1967. Quei disegni rappresentarono il punto di vista dei più piccoli, diedero voce alle loro paure e ai diversi modi di vivere il disastro.

 “Il Comitato Firenze 2016 intende con il concorso – aggiunge Federici - far sì che i ragazzi di oggi si confrontino con quegli eventi e con le alluvioni verificatesi anche di recente in tanti territori toscani per una riflessione in positivo”.

Informazioni sulla partecipazione

12 Febbraio 2016