Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Verso il mondo del lavoro
Stampa la notizia

News

Verso il mondo del lavoro

Riflessione sui servizi di Job Placement Unifi. Un contributo dalla ricerca

Aiutare i laureati a cogliere le migliori opportunità professionali per il presente e per la futura carriera lavorativa, promuovere il raccordo tra attività di ricerca e territorio, sviluppare il dialogo con le imprese. Sono queste alcune tra le sfide più urgenti con le quali l’Università di Firenze è chiamata a confrontarsi per rispondere alle esigenze dei propri studenti e alle aspettative di attori pubblici e privati. Un focus su questi temi si farà in un workshop a Prato venerdì 22 aprile presso la Biblioteca Lazzerini (via Puccetti, 3 –ore 9) dal titolo “Giovani Adulti tra Transizioni e Alta Formazione: Strategie per l’Employability/ Dal Placement ai Career Service ”.

L’incontro si propone di svolgere una riflessione sulle attività di Job Placement dell’Università di Firenze grazie al contributo di alcune ricerche riguardanti i servizi erogati da Unifi e a studi di tipo comparativo con atenei nazionali e di altri paesi. Dai servizi di career counseling alla formazione al lavoro, dagli incontri con le imprese ai servizi di sviluppo dell’intraprendenza. L’Ateneo fiorentino ha messo in campo un ventaglio molto ampio di strumenti collegati all’orientamento in uscita, triplicandoli addirittura nell’ultimo anno, per facilitare i propri laureati che si accingono a fare il loro ingresso nel mondo del lavoro.

“Adesso si tratta di comprendere più da vicino come possiamo migliorare ulteriormente lo standard di questi servizi, analizzando per esempio quali di questi sono più utili, anche attraverso il confronto con altri interlocutori – spiega Vanna Boffo, delegata del Rettore per il job placement - le prime valutazioni ci portano a ritenere che il career service debba integrarsi sempre di più con l’offerta formativa dei corsi di studio”. 

“I nostri giovani – prosegue Boffo - rappresentano un capitale umano importante anche in relazione al trasferimento tecnologico. Sono i ragazzi con le proprie competenze a favorire i processi di innovazione e il trasferimento tecnologico, soprattutto in relazione al settore dell’Alta formazione.”

 L’appuntamento sarà introdotto dai saluti del prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese Andrea Arnone, dal direttore della Biblioteca Lazzerini Franco Neri, dal presidente del Polo Universitario Città di Prato Maurizio Fioravanti e dal sindaco di Prato Matteo Biffoni.

Nella prima parte dei lavori, dedicata a “Il placement per le transizioni e l’employability” e coordinata da Vanna Boffo, interverranno Paolo Federighi, direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, Tommaso Cumbo di Italia Lavoro Progetto Fixo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Seguirà una sessione sul tema de “La ricerca nel Job Placement” coordinata da Annalisa Tonarelli, responsabile career service Prato dell’Università di Firenze; la mattinata si concluderà con un focus dedicato a “Uno sguardo al mercato del lavoro: la ricerca per l’innovazione” coordinato da Paola Lucarelli, ordinario di Diritto commerciale.

15 Aprile 2016