Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > L'esperienza del servizio tutor in itinere di Medicina e Chirurgia dell'Ateneo
Stampa la notizia

News

L'esperienza del servizio tutor in itinere di Medicina e Chirurgia dell'Ateneo

Sul Journal of Italian Medical Education

Tutor che passione. Sono 268 gli studenti reclutati dall’Ateneo fiorentino nel 2015 per sostenere gli iscritti ai primi anni nel percorso universitario. Sull’ultimo numero del “Journal of Italian Medical Education” (il giornale della Conferenza dei Presidenti dei Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia) i tutor del corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, con il supporto del presidente del corso Domenico Prisco, hanno illustrato la loro esperienza ed evidenziato i risultati raggiunti dal servizio in un anno di attività.

Il pool di tutor, composto da due dottorande (Elena Giacomelli e Cecilia Lanzi) e da otto studenti (Valentina Barletti, Rosa Desiante, Lediona Dyrmo, Gentiana Fili, Francesca Livi, Sinan Sadalla, Silvia Tognelli), si è messo all’opera nell’aprile 2015. “Abbiamo presentato il servizio durante le lezioni degli iscritti al primo, secondo e terzo anno – spiegano Giacomelli e Lanzi – la promozione è avvenuta sul sito del corso di laurea, attraverso volantini e manifesti nelle aree di maggior frequenza come la biblioteca e la mensa”.

Allo stesso tempo sono state aperte una casella di posta elettronica e una pagina facebook. “Il ruolo dei social si è rivelato imprescindibile per il servizio – commentano le dottorande -  sono stati 855 i like ottenuti dalla pagina facebook, 125 i messaggi che sono arrivati attraverso questo canale, i tempi di risposta si sono attestati mediamente sui 18 minuti”.

Nel corso dell’anno i tutor hanno svolto un ruolo centrale nel corso delle giornate di orientamento, dedicate ai nuovi iscritti, e durante l’Open Day rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Ma il servizio ha previsto anche l’apertura di “sportelli aperti” ogni giorno per colloqui diretti con gli studenti. Da questa attività è stato possibile stilare una lista di Frequently Asked Questions (FAQ) pubblicata poi sul sito del corso di laurea e sulla pagina facebook. La maggior parte delle richieste ha riguardato le modalità d’esame, il passaggio da un corso all’altro, il materiale didattico per poter affrontare le prove.

 “Il bilancio di questa esperienza è sicuramente molto positivo – aggiunge il presidente del corso di laurea Domenico Prisco  – In un momento di grande preoccupazione per il tasso di abbandono fra gli iscritti il tutor gioca un ruolo chiave nello stimolare i ragazzi e nel fornire un supporto che li accompagna fino alla conclusione del percorso di studi. Nella prospettiva di migliorare il servizio abbiamo realizzato un questionario dal quale arriveranno spunti di riflessione utili”.

20 Maggio 2016