Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Progetto pilota per la gestione della risorsa idrica in agricoltura
Stampa la notizia

News

Progetto pilota per la gestione della risorsa idrica in agricoltura

Iniziativa del Cerafri in collaborazione con Agraria e Ingegneria

Promuovere la sostenibilità idrica nelle filiere produttive del vino e dell’olio. E’ il tema dello studio  pilota “Terra & Acqua” promosso dal CERAFRI (Centro  per  la  Ricerca  e  l’Alta  Formazione  per  la  prevenzione del Rischio  Idrogeologico), che, insieme a Water Right Foundation e Quàlita e in collaborazione  con la Scuola di Agraria e la Scuola di Ingegneria, ha coinvolto tre aziende agricole toscane.

I giovani ricercatori dell’Ateneo Giulio Castelli, Tommaso Pacetti e Lucia Trevisani hanno valutato l’impronta idrica delle aziende, cioè la quantità di litri di acqua necessari per produrre un litro di vino o di olio, la cosiddetta Water Footprint. Si tratta di un primo passo per la definizione di una procedura standard di valutazione dei consumi idrici e l’identificazione di buone pratiche per migliorare l’impatto ambientale.

Il progetto è al centro dell’incontro “Terra & Acqua: ricerca e innovazione per la gestione della risorsa idrica”, in programma venerdì 27 gennaio presso la Sala Rossa di Villa Ruspoli (ore 9,30 - Piazza Indipendenza, 9 Firenze).  Grazie all’iniziativa, che si propone anche come momento d’incontro tra la  ricerca universitaria  e la produzione agricola d’eccellenza, il progetto Toscana Firenze 2016 (costituitosi per il cinquantesimo anniversario dell’alluvione di Firenze) amplia la sua attività alle tematiche legate ai problemi ambientali e territoriali. (Maggiori dettagli)

26 Gennaio 2017