Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Gas serra, nuova tecnologia per il monitoraggio
Stampa la notizia

News

Gas serra, nuova tecnologia per il monitoraggio

Al Dipartimento di Scienze della Terra

Un apparecchio in grado di misurare le concentrazioni dei gas serra in tempo reale. E’ lo strumento con cui il gruppo di Geochimica del Dipartimento di Scienze della Terra svolge attività di monitoraggio delle sorgenti di emissioni di carbonio, anidride carbonica e metano sulle aree vulcaniche e altri in ambienti naturali e antropizzati.

Il gruppo di ricerca, coordinato da Franco Tassi e da Simone Tommasini, ha già utilizzato l’apparecchio - denominato PICARRO G2201 - sul cratere Bocca Nuova dell’Etna per monitorare il rilascio delle sostanze gassose nell’atmosfera. Obiettivo del team - composto da Orlando Vaselli, Francesco Capecchiacci, Stefania Venturi, Jacopo Cabassi, Chiara Caponi e Luciano Giannini- è produrre modelli probabilistici in grado di descrivere il comportamento degli inquinanti  atmosferici e i meccanismi che ne regolano genesi ed evoluzione.

L’acquisto dello strumento - che è stato presentato ai ricercatori e agli studenti del Dipartimento di Scienze della Terra - è stato cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

L’apparecchio permette una rapida installazione in qualsiasi contesto e il monitoraggio automatico con un elevatissimo grado di precisione grazie alla tecnologia basata sul Cavity Ring-Down Spectroscopy.

22 Marzo 2017