Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Binario di Scambio, nuovo spettacolo della compagnia teatrale
Stampa la notizia

News

Binario di Scambio, nuovo spettacolo della compagnia teatrale

In scena "ENIF FINE ENIF" al Magnolfi di Prato, 130 studenti coinvolti nella produzione 
Nuova produzione di Binario di Scambio, compagnia teatrale universitaria al suo decimo anno di attività sotto la guida di Teresa Megale, docente di Discipline dello spettacolo e delegata del rettore per le attività artistiche di Ateneo.

Sabato 27 maggio la compagine mette in scena al Teatro Magnolfi (via Gobetti, 79 - Prato; ore 20.30 con replica alle 22.30) "Enif Fine Enif", spettacolo ispirato a "Un ventre di donna - romanzo chirurgico", testo del 1919 realizzato a quattro mani da Enif Angiolini Robert, attrice di teatro della compagnia di Eleonora Duse e scrittrice di origini pratesi, e da Filippo Tommaso Marinetti, intellettuale e fondatore del Futurismo. 

I temi

Lo spunto è una vicenda autobiografica, collocata al tempo della Prima guerra mondiale, che vede la figura della Robert afflitta da una malattia ginecologica e costretta a ripetuti interventi chirurgici, e, dall'altra la figura di Marinetti che le scrive dal fronte inviandole lettere e consigli.

Fra i temi oggetto della rappresentazione la cultura futurista della velocità, l'identità femminile, il rapporto con il dolore. La drammaturgia è ispirata al romanzo, ma non mancano echi teatrali, da Čhecov a Pirandello, da Ibsen alla Bachmann fino alle macchiette di Petrolini e Totò.

Lo spettacolo

Lo spettacolo si configura come un percorso itinerante che si snoda in diversi ambienti del Magnolfi. "I vari linguaggi usati nel romanzo (autobiografia, lettera, diario) – spiega Teresa Megale - diventano sulla scena i diversi linguaggi artistici indagati da Binario di Scambio: teatro, musica, danza e poesia, e corrispondono, sul piano del reale, all'instabilità del momento storico e sociale, dilaniato dall'esperienza del primo conflitto mondiale".

La produzione - frutto di un lavoro di approfondimento comprendente anche un ciclo di incontri con esperti e studiosi, dal titolo "Futurismo Futurismi" - coinvolge, sotto la direzione artistica di Teresa Megale e la regia di Fabio Cocifoglia, 130 studenti dell'Ateneo: non solo quelli che partecipano direttamente alla Compagnia teatrale, ma anche gli allievi provenienti dai corsi di laurea magistrali in Scienze dello spettacolo e in Design e dal corso di laurea triennale in Progettazione e Gestione di imprese per l'Arte e lo Spettacolo (Pro.Ge.A.S.). Saranno impegnati nella recitazione e nella scenografia, nei costumi e nel trucco, nella fotografia e nella comunicazione. "Ci sono anche studenti dell'Ateneo – commenta Megale – che provengono da Cina, Corea, Taiwan, Iran, Cipro, Grecia, Norvegia, un vero e proprio spettacolo nello spettacolo" (Maggiori dettagli sul cast).

Lo spettacolo nasce su invito e grazie alla collaborazione della Biblioteca Lazzerini del Comune di Prato e costituisce l'evento conclusivo del progetto "La pace era il mio traguardo - Prato e la Grande Guerra", realizzato dalla Città in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale.
L'ingresso è gratuito su prenotazione, fino ad esaurimento posti (392-3406658 spettacolo@unifi.it binario.scambio@gmail.com ). 

backstage delle prove

Backstage delle prove

26 Maggio 2017