logo unifi
linea di separazione
Bollettino Ufficiale > Indietro

intestazione bollettino
Anno III, n. 3 - marzo 2004 - Registrazione Tribunale di Firenze n. 5223 del 4.12.2002

Decreto del Direttore del Centro Interuniversitario di Ricerca sulla Selvaggina e sui Miglioramenti Ambientali a Fini Faunistici (CIRSEMAF), 5 febbraio 2004, n. 3
Selezione per titoli ed esami per il reclutamento di n. 1 posto di Ricercatore a tempo determinato per il settore scientifico disciplinare BIO/05 (dal 1 luglio 2004 al 30 giugno 2005) presso il CIRSEMAF per l'attuazione del progetto di ricerca rivolto allo studio delle problematiche attinenti all'ecologia comportamentale di mammiferi selvatici in aree protette, e sviluppare opportuni approfondimenti metodologici nell'analisi dei dati provenienti da campionamento radio-telemetrico.
(Scadenza presentazione domande 29 marzo 2004)

IL DIRETTORE DEL CIRSEMAF

  • VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168;
  • VISTO lo Statuto dell'Università degli studi di Firenze;
  • VISTO il D.L. 2 aprile 1987, n. 57, convertito in legge n. 158/97;
  • VISTE le norme generali in materia di rapporto di lavoro a tempo determinato ed in particolare il D.lgs. 6 settembre 2001, n. 368;
  • VISTO il Regolamento dell'Università degli Studi di Firenze per il reclutamento di ricercatori a tempo determinato;
  • VISTA la delibera del Consiglio del CIRSEMAF in data 25 novembre 2003, con la quale si approva l'indizione di una selezione a n. 1 posto di ricercatore a tempo determinato;
  • VISTA la copertura finanziaria attestata dalla suddetta deliberazione;

DECRETA

Art. 1
Numero dei posti

E' indetta selezione per titoli ed esami per il reclutamento di complessivi n. 1 posto di Ricercatore a tempo determinato nell'ambito dell'Università degli Studi di Firenze, CIRSEMAF per l'attuazione del sottoindicato progetto di ricerca e per la durata specificata:

  • Settore scientifico-disciplinare: BIO 05
  • Durata del rapporto di lavoro: dal 1 luglio 2004 al 30 giugno 2005 (rinnovabile)

Descrizione del programma di ricerca: Il ricercatore dovrà affrontare le problematiche attinenti all'ecologia comportamentale di mammiferi selvatici in aree protette, e sviluppare opportuni approfondimenti metodologici nell'analisi dei dati provenienti da campionamento radio-telemetrico. In particolare, il ricercatore dovrà analizzare approfonditamente i dati inerenti alla popolazione di cervi reintrodotta nel Parco Nazionale del Pollino nell'ambito del Progetto "Ecologia e Conservazione del capriolo nel Parco Nazionale del Pollino e provvedere alla stesura di adeguata documentazione scientifica.

Art. 2
Requisiti di ammissione

Sono ammessi a partecipare alla selezione coloro che siano in possesso del seguente titolo di studio: laurea in scienze Biologiche e dottorato di ricerca in Biologia Animale, e che possano vantare un curriculum adeguato allo svolgimento dell'attività di ricerca oggetto della selezione in particolare caratterizzato da esperienza documentata nel settore delle tematiche in oggetto del programma di ricerca, e da competenze genericamente attinenti all'analisi dei dati biologici, conoscenza della lingua inglese.

I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza prevista per la presentazione delle domande.

Art. 3
Presentazione delle domande

Coloro che intendono partecipare alla selezione sono tenuti a fare domanda di ammissione, secondo lo schema allegato (rtf - pdf), al Direttore del Centro, entro il termine perentorio di venti giorni dalla data di pubblicazione dell'avviso sul Bollettino Ufficiale dell'Università degli Studi di Firenze, pena l'esclusione.

Il candidato compila la domanda in carta semplice, la sottoscrive con firma autografa senza necessità di autenticazione e la consegna a mano o spedisce a mezzo raccomandata all'indirizzo sopra indicato. Sono valide le raccomandate pervenute oltre il termine di scadenza purché spedite entro i termini; a tal fine fa fede il timbro dell'ufficio postale accettante. La mancata sottoscrizione autografa della domanda comporta l'esclusione del candidato dalla selezione.

Nella domanda il candidato dovrà indicare con chiarezza:

  • cognome e nome;
  • data ed luogo di nascita;
  • nazionalità di appartenenza (i cittadini stranieri devono avere adeguata conoscenza della lingua italiana, che sarà accertata in sede di selezione durante l'espletamento delle prove d'esame);
  • cittadinanza;
  • codice fiscale (codice di identificazione personale);
  • estremi dell'avviso di selezione, dipartimento/centro, pena l'esclusione;
  • indirizzo di residenza;
  • domicilio che elegge ai fini della selezione (di preferenza in Italia anche per stranieri).

Ogni eventuale variazione di domicilio dovrà essere tempestivamente comunicata. Il Centro non assume nessuna responsabilità per il caso di irreperibilità del destinatario, per dispersione di comunicazione dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda.

Il candidato deve dichiarare sotto la sua personale responsabilità:

  1. il titolo di studio posseduto, l'Università in cui è stato conseguito, data e relativa votazione, ovvero del titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto equipollente a quelli previsti in base ad accordi internazionali ovvero alla normativa vigente;
  2. di essere iscritto nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle medesime;
  3. di non aver riportato condanne penali, ovvero le eventuali condanne penali riportate;
  4. l'attuale posizione nei riguardi degli obblighi militari;
  5. i servizi eventualmente prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego;
  6. di avere un'adeguata conoscenza della lingua italiana (per i candidati stranieri).

L'omessa dichiarazione di quanto previsto al punto b) comporta l'esclusione dalla selezione.

Gli aspiranti allegano alla domanda:

  1. curriculum dell'attività scientifica in duplice copia, firmato;
  2. pubblicazioni eventuali, ovvero elenco delle pubblicazioni, in duplice copia, firmato;
  3. copia del codice fiscale;
  4. dichiarazione sostitutiva in duplice copia di titoli e documenti che il candidato ritiene utili ai fini della selezione; in alternativa, elenco in duplice copia di titoli e documenti che il candidato ritiene utili ai fini della selezione (solo nel caso in cui il candidato intenda produrre le relative certificazioni e/o attestazioni). La direzione del Centro si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive.

I cittadini extracomunitari residenti in Italia possono avvalersi della facoltà di cui al precedente punto 4 del presente articolo limitatamente ai casi in cui si tratti di comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani. In tutti gli altri casi dovranno presentare un curriculum dell'attività scientifica e didattica, un elenco delle pubblicazioni e documenti e titoli in originale o in copia autenticata, legalizzati dalle competenti autorità consolari italiane e corredati da una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero, redatta dalle stesse autorità consolari ovvero da un traduttore ufficiale.

Art. 4
Prove d'esame

La selezione avviene mediante valutazione dei titoli e delle eventuali pubblicazioni scientifiche dei candidati e comprende, inoltre una prova a carattere teorico/pratico e un colloquio inerente la produzione scientifica.

Del calendario delle prove viene data comunicazione scritta a ciascun candidato almeno 20 giorni prima dell'inizio delle medesime.

Art. 5
Nomina della Commissione esaminatrice, formazione ed approvazione della graduatoria

Ai sensi del Regolamento di Ateneo per il reclutamento di ricercatori a tempo determinato, la Commissione esaminatrice è nominata con decreto del Direttore della struttura di ricerca ed è composta dal responsabile del progetto in qualità di presidente e da ulteriori due membri scelti fra docenti e ricercatori appartenenti al settore scientifico disciplinare cui si riferisce il progetto di ricerca o, in caso di motivata necessità, a settori affini.

Art. 6
Adempimenti della commissione

Nell'osservanza di quanto stabilito dal Regolamento sul reclutamento dei ricercatori a tempo determinato, la commissione giudicatrice valuta i titoli e le pubblicazioni scientifiche dei candidati e stabilisce il calendario delle prove.

Sui titoli presentati e sulle prove di ogni candidato la commissione formula i propri giudizi. Al termine dei lavori la commissione predispone una graduatoria. E' assegnato alla commissione un periodo massimo di sessanta giorni per la conclusione dei lavori, decorrente dalla data di pubblicazione del decreto di nomina della commissione stessa sul Bollettino Ufficiale dell'Università.

Gli atti della selezione sono costituiti dai verbali delle singole riunioni, dei quali costituiscono parte integrante e necessaria i giudizi di cui al comma 2 dell'art. 8 del Regolamento espressi su ciascun candidato, nonché dalla relazione riassuntiva dei lavori svolti.

Art. 7
Approvazione degli atti e conclusione del procedimento

Il procedimento di selezione si conclude con il provvedimento di approvazione degli atti.

Entro trenta giorni dalla consegna, il direttore della struttura interessata accerta la regolarità degli atti e, con proprio decreto, li approva.

Il decreto di approvazione degli atti, nel quale sarà indicata la graduatoria, è pubblicata sul Bollettino Ufficiale dell'Università.

Firenze, 5 febbraio 2004

IL DIRETTORE DEL CIRSEMAF
Prof. Alessandro Giorgetti

 

Inserito il 08/03/2004

 
Bollettino Ufficiale > Indietro