Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Attestato al Gruppo di ricerca in Geologia applicata del DST
Stampa la notizia

News

Attestato al Gruppo di ricerca in Geologia applicata del DST

Conferito dal rettore in segno di riconoscenza per l'opera prestata in situazioni di emergenza
Il rettore Luigi Dei ha conferito un attestato di riconoscenza al gruppo di ricerca in Geologia applicata del Dipartimento di Scienze della Terra, centro di competenza del Dipartimento della Protezione Civile, per l'opera prestata nelle situazioni di emergenza verificatesi fra il 2012 e il 2017.

Il team ha ricevuto il riconoscimento per avere dimostrato – si legge sulla targa consegnata - "eccellenza nella preparazione scientifica" insieme a "dedizione e abnegazione al servizio del bene pubblico", in particolare in occasione del naufragio della Costa Concordia all'Isola del Giglio (2012), del collasso del Lungarno Torrigiani a Firenze (2016) e della valanga sull'hotel Rigopiano in Abruzzo (2017). Il rettore ha consegnato il riconoscimento al coordinatore del gruppo di ricerca Nicola Casagli, ordinario di Geologia applicata, e a Paolo Canuti, titolare della cattedra UNESCO per la prevenzione e la gestione sostenibile del rischio idrogeologico, istituita all'Università di Firenze nel 2016.

Nelle varie emergenze il gruppo di ricerca ha assicurato il coordinamento delle attività di monitoraggio delle deformazioni del relitto della Costa Concordia, la raccolta delle informazioni sull'argine dell'Arno e sugli edifici del Lungarno Torrigiani, il monitoraggio del rischio valanghe sulla montagna intorno a Rigopiano per consentire che le attività di soccorso si svolgessero in sicurezza.

Una speciale pergamena è stata consegnata, inoltre, a dieci giovani ricercatori impegnati a Rigopiano: Mattia Ceccatelli, Dario Delle Donne, Luca Lombardi, Alessia Lotti, Massimiliano Nocentini, Paolo Farina, Teresa Nolesini, Guglielmo Rossi, Luca Tanteri, Giacomo Ulivieri. 

Paolo Canuti, Luigi Dei, Nicola Casagli

Da sinistra, Paolo Canuti, Luigi Dei e Nicola Casagli

03 Luglio 2017