Salta gli elementi di navigazione

Come si determina la fascia contributiva

L’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario

Gli studenti sono collocati in diverse fasce contributive di reddito in base all’importo del contributo onnicomprensivo, calcolato valutando la condizione economica dallo studente in funzione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE).

Per usufruire delle riduzioni del contributo onnicomprensivo in base alla condizione economica del proprio nucleo familiare lo studente, entro il 29 dicembre 2017, deve richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica presso un Centro assistenza fiscale (CAF) o compilando il modulo nel sito dell’INPS per ottenere l’attestazione ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario. I laureandi (vedi Manifesto degli studi 2017-2018 - Sezione 7.3) possono sottoscrivere la Dichiarazione Sostitutiva Unica entro il 13 aprile 2018.

L’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario che viene utilizzato per il calcolo della seconda rata dell’anno accademico 2017/2018 è l’ISEE 2017 (redditi 2015, patrimoni 2016).
Per gli studenti che non hanno l’ISEE 2017 e richiedono la Dichiarazione Sostitutiva Unica dopo il 15 gennaio 2018 viene accettato l’ISEE 2018 (redditi 2016, patrimoni 2017).

Al momento della richiesta lo studente deve specificare che la Dichiarazione Sostitutiva Unica serve per ottenere l’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario. Diverse tipologie di ISEE non sono considerate valide per il calcolo del contributo onnicomprensivo annuale.

Gli studenti che sottoscrivono la Dichiarazione Sostitutiva Unica dopo il 29 dicembre 2017 e i laureandi che la sottoscrivono dopo il 13 aprile 2018 devono pagare un onere amministrativo di € 100,00: deve essere versato con il bollettino da richiedere per e-mail alla Segreteria studenti (indirizzi su Segreterie studenti), utilizzando la propria casella di posta elettronica istituzionale. Il versamento va effettuato presso gli sportelli della Banca UniCredit.

Chi deve richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica per ottenere l’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario

Per essere collocati in una delle fasce di reddito possono richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica per ottenere l’attestazione ISEE tutti gli studenti immatricolati o iscritti ai corsi di laurea triennale, magistrale a ciclo unico, laurea specialistica, specialistica a ciclo unico, di laurea (prima del D.M. 3 novembre 1999, n. 509) e alle scuole di specializzazione (compresi gli studenti medici iscritti o immatricolati nell’anno accademico 2016/17 alle scuole di specializzazione dell’area medica).

Gli studenti che non richiedono la Dichiarazione Sostitutiva Unica e non presentano l’ISEE entro la scadenza prevista sono collocati nella fascia contributiva massima per l’anno accademico 2017/2018.

Devono richiedere obbligatoriamente la Dichiarazione Sostitutiva Unica e presentare l’ISEE gli studenti che:

  1. vogliono trascorrere un periodo di studio all’estero (mobilità internazionale, Erasmus) e ottenere il contributo aggiuntivo per studenti in condizioni socio-economiche svantaggiate;
  2. vogliono partecipare alle attività a tempo parziale;
  3. vogliono ottenere una riduzione dei contributi universitari prevista per la presenza nello stesso nucleo familiare di due o più fratelli o sorelle contemporaneamente iscritti nell’anno accademico 2017/2018 ;
  4. hanno richiesto la borsa di studio all’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario e che vogliono essere collocati in una delle fasce di reddito se non ottengono la borsa o se viene revocata.
Non devono richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica né presentare l’ISEE gli studenti:
  1. stranieri che hanno la borsa di studio del Governo italiano;
  2. con disabilità, con riconoscimento di handicap (art. 3, comma 1, della Legge 5 febbraio 1992, n. 104) o con un'invalidità pari o superiore al 66%;
  3. che per la propria situazione economica si collocano nella fascia massima di contribuzione, ma non vogliono richiedere i benefici e i servizi indicati sopra;
  4. figli dei titolari di pensione di inabilità (art. 30 della Legge n. 118 del 30 marzo 1971);
  5. residenti, o il cui nucleo familiare è residente, nelle aree delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria interessate dall'evento sismico (già residenti alla data degli eventi sismici e tutt’ora residenti).

 

Come usare l'ISEE – studenti residenti in Italia

Gli studenti devono richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica presso un CAF oppure compilare il modulo nel sito dell’INPS per ottenere l’attestazione ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario con l’attribuzione di un numero di protocollo. Il valore ISEE viene acquisito dall’Ateneo con una procedura online dalla banca dati ISEE dell’INPS (D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n 159 e successive modifiche e integrazioni).

Gli studenti iscritti agli anni successivi al primo e gli studenti che non hanno richiesto l’ISEE in fase di immatricolazione che vogliono essere collocati in una delle fasce di reddito, a partire dalle ore 9 del 5 settembre 2017 fino alle ore 13 del 29 dicembre 2017, devono autorizzare l’Ateneo ad acquisire il valore ISEE. L’autorizzazione deve essere rilasciata attraverso il servizio online disponibile su http://sol.unifi.it/, indicando la data in cui è stata richiesta la Dichiarazione Sostitutiva Unica, che deve essere precedente alla scadenza del 29 dicembre 2017. Al termine della procedura lo studente deve stampare la ricevuta di autorizzazione.

La Dichiarazione Sostitutiva Unica e l’attestazione ISEE non devono essere consegnate in forma cartacea: se non si segue la procedura online il valore ISEE non è ritenuto valido per determinare la fascia contributiva.

Il servizio online per autorizzare l’Ateneo all’acquisizione del valore ISEE viene disattivato alle ore 13 del 13 aprile 2018. Dopo questa data, le autorizzazioni possono essere rilasciate esclusivamente presso la Segreteria studenti e lo studente deve pagare un onere amministrativo di € 100 con il bollettino da richiedere per e-mail alla Segreteria studenti (indirizzi su Segreterie studenti) utilizzando la propria casella di posta istituzionale. Il versamento deve essere effettuato presso gli sportelli delle Banca UniCredit.

Gli studenti che si immatricolano ai corsi di studio dell’anno accademico 2017/2018 devono rilasciare l’autorizzazione all’Ateneo per acquisire il valore ISEE in fase di immatricolazione con le modalità riportate di seguito.

Gli studenti che si immatricolano con la procedura online possono:

  1. autorizzare l’Ateneo ad acquisire il valore ISEE nell’ambito della stessa procedura, indicando la data in cui è stata richiesta la Dichiarazione Sostitutiva Unica. Sulla base di tale autorizzazione il sistema acquisirà il valore ISEE e determinerà l’importo da versare a titolo di tassa di immatricolazione (che corrisponde alla prima rata). Se lo studente non ha già richiesto la Dichiarazione Sostitutiva Unica o se l’Ateneo, in fase di acquisizione del valore ISEE dalla banca dati INPS., non trova il valore ISEE, lo studente può:
  2. rimandare la stampa del bollettino fino alla data di scadenza delle immatricolazioni e richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica andando in un CAF o compilando il modulo nel sito dell’INPS per ottenere il valore ISEE oppure, se ha già richiesto la Dichiarazione Sostitutiva Unica, aspettare l’elaborazione dell’ISEE da parte dell’INPS;
  3. stampare una tassa di immatricolazione di valore medio, pari a € 512,40 e proseguire con l’immatricolazione.
  4. dichiarare di non voler presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica per ottenere l’ISEE e di voler pagare la tassa di immatricolazione nella fascia contributiva massima.

Gli studenti che si immatricolano consegnando la domanda di immatricolazione cartacea devono autorizzare l’Ateneo ad acquisire il valore ISEE nella stessa domanda, indicando la data in cui è stata sottoscritta la Dichiarazione Sostitutiva Unica.

I laureandi (vedi Manifesto degli studi 2017-2018 - Sezione 7.3) che non conseguono il titolo accademico entro la sessione di aprile 2018 devono richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica per ottenere l’ISEE e autorizzare l’Ateneo ad acquisire il valore ISEE attraverso il servizio online disponibile su http://sol.unifi.it/ entro le ore 13:00 del 13 aprile 2018.

Se la Dichiarazione Sostitutiva Unica e l’autorizzazione all’acquisizione del valore ISEE vengono presentate dopo il 13 aprile 2018 i laureandi devono pagare un onere amministrativo di € 100 con il bollettino da richiedere per e-mail alla Segreteria studenti (indirizzi su Segreterie studenti), utilizzando la propria casella di posta istituzionale. Il versamento deve essere effettuato presso gli sportelli delle Banca UniCredit.

I valori ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario acquisiti dall’Ateneo vengono trasmessi all’ARDSU per determinare la quota dovuta per la mensa universitaria. Lo studente può presentare personalmente e solo all’ARDSU il valore ISEE esclusivamente per la tariffa mensa.


Come usare l’ISEE  – studenti residenti all’estero

Gli studenti non residenti in Italia (sia cittadini italiani sia stranieri) possono richiedere l’ISEE attraverso l’Azienda regionale per il Diritto allo Studio Universitario (ARDSU):

  1. gli studenti residenti in una nazione che fa parte dell’UE devono compilare e firmare il modulo disponibile nel sito dell’ARDSU, scannerizzarlo e inviarlo per e-mail, insieme alla copia di un documento di identità valido, a isee.residentiestero@unifi.it;
  2. gli studenti residenti in una nazione che non fa parte dell’UE devono consegnare i moduli e i documenti indicati nel sito dell’ARDSU  in una delle sedi fiorentine dell’ARDSU.

L’ISEE viene calcolato entro 30 giorni dalla richiesta. L’Ateneo acquisisce in automatico il valore ISEE degli studenti già iscritti e lo invia per e-mail (all’indirizzo indicato nella richiesta di calcolo) agli studenti che devono immatricolarsi.
Gli studenti non residenti in Italia (sia cittadini italiani sia stranieri) che si immatricolano, ferme restando le scadenze indicate paragrafi 3.3 e 3.4, potranno ottenere l’ISEE in fase di immatricolazione in modalità cartacea. 
Gli studenti iscritti agli anni successivi al primo e gli studenti che si sono immatricolati senza presentare l’ISEE possono fare la richiesta di calcolo entro il 29 dicembre 2017. Il termine di scadenza è posticipato al 13 aprile 2018 per i laureandi.

Gli studenti che presentano la richiesta di calcolo del valore ISEE dopo queste scadenze devono pagare un onere amministrativo di € 100 con il bollettino da richiedere per e-mail alla Segreteria studenti utilizzando la propria casella di posta istituzionale. Il versamento deve essere effettuato presso gli sportelli delle Banca UniCredit.

 
ultimo aggiornamento: 03-Ago-2017