Salta gli elementi di navigazione
altre sezioni
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Come si determina la fascia contributiva

 

Che cos’è l’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario. Come si ottiene

L’ISEE è l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, lo strumento di valutazione della situazione economica di coloro che richiedono prestazioni sociali agevolate.

Per le prestazioni legate al diritto allo studio e per il calcolo delle tasse universitarie è prevista una specifica tipologia di indicatore: l’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario. Per il calcolo dei contributi dell’anno accademico 2016/2017 si utilizza l’ISEE 2016 (redditi 2014, patrimoni 2015). Per gli studenti che sottoscrivono la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) dopo il 15 gennaio 2017 sarà accettato l’ISEE 2017 (redditi 2015, patrimoni 2016). Chi non sottoscrive la dichiarazione viene collocato nella fascia contributiva massima.
Per ottenere l'attestazione ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario lo studente deve sottoscrivere la DSU presso un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) o presso l'INPS.

 

Chi deve procurarsi l’ISEE per le prestazioni per il diritto universitario

Per pagare i contributi universitari secondo la propria fascia di reddito occorre sottoscrivere la DSU per ottenere la relativa attestazione ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio. Chi non lo fa entro i termini previsti (consulta il calendario delle scadenze) sarà collocato nella fascia contributiva massima.

Devono procurarsi l'attestazione ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario gli studenti che richiedono la borsa di studio all’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario o che intendono usufruire dei seguenti servizi:

  • mobilità internazionale Erasmus ai fini dell’attribuzione del contributo aggiuntivo per studenti in condizioni socio-economiche svantaggiate
  • attività a tempo parziale degli studenti
  • riduzione dei contributi universitari per presenza nello stesso nucleo familiare di due o più fratelli/sorelle contemporaneamente iscritti nell’anno accademico 2016/2017

L'attestazione ISEE non serve, invece, allo studente:

  • straniero beneficiario di borsa di studio del Governo italiano
  • con disabilità, con riconoscimento di handicap o con un'invalidità pari o superiore al 66%
  • che per la propria situazione economica si colloca nella fascia massima di contribuzione se non vuole accedere ai benefici e i servizi elencati sopra
  • medico iscritto ad una Scuola di Specializzazione dell’area medica
  • figlio di titolari di pensioni di inabilità

 

Come ottenere l’ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario.

Lo studente compila presso un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) o attraverso l’apposito servizio del sito web dell'INPS, la DSU e ottiene dall'INPS l’attestazione ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario con l’attribuzione di un numero di protocollo.

 

Come l'Università acquisisce il valore ISEE dello studente. Le scadenze

Il valore ISEE sarà acquisito dall’Università, direttamente dalla banca dati ISEE messa a disposizione dall'INPS, previa autorizzazione dello studente che dovrà essere rilasciata attraverso una procedura online.

A partire dalle ore 9 del 5 settembre 2016 e fino alle ore 13 del 22 dicembre 2016 (per i laureandi il termine di scadenza è posticipato alle ore 13 del 14 aprile 2017) gli studenti devono autorizzare l’Ateneo all’acquisizione del valore ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario attraverso l’apposito servizio online; è obbligatorio indicare la data in cui è stata sottoscritta la DSU. Al termine di questa procedura lo studente dovrà stampare la ricevuta di avvenuto rilascio dell’autorizzazione. La procedura online è l'unica valida per l'acquisizione dell'ISEE. 

Dopo la scadenza

Lo studente che sottoscrive la DSU  e/o provvede alla procedura di autorizzazione dopo il 22 dicembre 2016 è assoggettato al pagamento di un onere amministrativo di € 100, con un apposito bollettino da richiedere via e-mail alla Segreteria Studenti, utilizzando la casella di posta elettronica istituzionale attribuita dall’ateneo. Il versamento dovrà essere effettuato presso gli sportelli della Banca UniCredit operanti sul territorio nazionale.

Il servizio online per autorizzare l’Ateneo all’acquisizione del valore ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario sarà attivo fino alle ore 13 del 14 aprile 2017. Dopo questa data, ulteriori autorizzazioni possono essere rilasciate esclusivamente presso la propria Segreteria Studenti.

 

Immatricolazione e ISEE

Ai fini della determinazione dell’importo della tassa di immatricolazione, lo studente che si immatricola o avvia una nuova carriera ai corsi di studio dell’anno accademico 2016/2017, deve autorizzare l'Ateneo ad acquisire il valore ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario.

Se lo studente in fase di immatricolazione non autorizza l’acquisizione del valore ISEE  la tassa di immatricolazione sarà emessa in fascia massima, così come la seconda rata, salvo il rilascio dell'autorizzazione in momento successivo. È importante ricordare che la tassa sarà comunque emesse in fascia massima agli studenti con ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario maggiore di € 125.000.

Lo studente che ha già sottoscritto la DSU autorizza l'Ateneo ad acquisire il valore ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario nell’ambito della procedura di immatricolazione online: è obbligatorio indicare la data di sottoscrizione della DSU. Sulla base di questa autorizzazione il sistema determina l’importo della tassa di immatricolazione (corrispondente alla prima rata). Il bollettino deve essere stampato dallo studente.

Se lo studente  non ha ancora sottoscritto una DSU o nel caso in cui il valore ISEE, nella fase di acquisizione dalla banca dati dell'INPS, non risulti ancora disponibile all’Ateneo, è possibile, in alternativa:

  1. rimandare la stampa del bollettino fino alla data di scadenza delle immatricolazione e recarsi presso un CAF/INPS e sottoscrivere la DSU finalizzata al rilascio del valore ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario; oppure attendere l’eventuale elaborazione dell’indicatore da parte di INPS a seguito di una DSU già sottoscritta.
  2. stampare una tassa di immatricolazione di valore medio, pari a € 572,00 e proseguire con la procedura di immatricolazione online. In questo caso il conguaglio col totale annuo dovuto è effettuato nella seconda rata 2016/17 in funzione dell’ISEE.


Chi si immatricola tramite la consegna cartacea della domanda di immatricolazione rilascia l’autorizzazione all’Ateneo per l’acquisizione del valore ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario nella domanda stessa: è obbligatorio indicare la data in cui è stata sottoscritta la DSU. Lo studente versa l’importo previsto per la sua fascia contributiva  - o paga la tassa di immatricolazione in fascia massima, nel caso dichiari che non intende presentare la DSU per l’ottenimento dell’ISEE.

 

Laureandi e ISEE

Lo studente laureando che non consegue il titolo accademico entro la sessione di aprile 2017 sottoscrive la Dichiarazione Sostitutiva Unica per l’ottenimento dell’ ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario e autorizza l’Ateneo all’acquisizione dell'ISEE secondo le modalità e i tempi sopra indicati. In alternativa, può farlo non oltre il termine ultimo delle ore 13 del 14 aprile 2017. Dopo questa data è previsto il pagamento di € 100, a titolo di onere amministrativo, da pagare esclusivamente con un apposito bollettino da richiedere per e-mail alla Segreteria Studenti utilizzando la casella di posta istituzionale attribuita dall’ateneo fiorentino. Il versamento dovrà essere effettuato presso gli sportelli della Banca UniCredit operanti sul territorio nazionale.

Azienda per il Diritto allo studio universitario e ISEE

I valori ISEE per le prestazioni per il diritto allo studio universitario acquisiti dall’Ateneo verranno trasmessi all’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (ARDSU) ai fini della determinazione del quota dovuta per l’accesso ai servizi della mensa universitaria, fermo restando il diritto dello studente di presentare anche direttamente e solo all’ARDSU il valore ISEE esclusivamente per la tariffa mensa.

Viceversa i valori ISEE presentati all’ARDSU non saranno trasmessi all’Ateneo, pertanto lo studente è tenuto al rilascio dell’autorizzazione come specificato nei precedenti punti, fatto salvo gli studenti residenti all’estero di cui il seguente punto.

In attesa di evoluzioni normative e procedurali che consentano anche agli studenti non residenti in Italia di l’ISEE per il diritto allo studio attraverso i canali ordinari l’Ateneo, in collaborazione con l'ARDSU Toscana, mette a disposizione il seguente servizio.

 

ISEE studenti non residenti in Italia

Per l’Anno Accademico 2016-2017, l’Ateneo ha verificato che alcuni studenti non residenti in Italia (sia cittadini italiani che stranieri), non riescono a ottenere l'ISEE per il diritto allo studio, anche se l'attuale normativa prevede che tutti gli studenti possono richiedere l'ISEE.

Lo studente non residente in Italia, se non ha ottenuto l’ISEE da un CAF e ha necessità di ottenerlo, può richiedere l’ISEE per il diritto allo studio universitario seguendo la seguente procedura:

  • Se è residente in una Nazione appartenente all’Unione Europea deve:
    Compilare e firmare il modulo (link a sito esterno)
    Scannerizzarlo insieme ad una copia di un suo documento di identità valido e inviarlo entro il 22 dicembre 2016 alla casella: isee.residentiesteroatunifi.it
    Attenzione: In caso di controllo deve, comunque, presentare documentazione rilasciata dalle competenti Autorità del Paese nel quale sono stati prodotti i redditi e tradotta in lingua italiana dalle Autorità diplomatiche italiane competenti per il territorio
  • Se è residente in una Nazione NON appartenente all’Unione Europea deve:
    Avere la documentazione e la modulistica indicate (link a sito esterno)
    Consegnare la documentazione, entro il 22 dicembre 2016, a una delle sedi di Firenze del ARDSU Toscana;
    L’ISEE così calcolato è utilizzato dall’Ateneo per il calcolo delle tasse dell’anno accademico 2016/17.

Per informazioni può telefonare al call-center di Ateneo 055 2757650 dal lunedì al venerdì ore 9-13 o scrivere alla casella gestione.studentiatunifi.it.

 
ultimo aggiornamento: 04-Lug-2016