Università degli Studi - Firenze
Copertina news
20/01/2012    Stampa la notizia

Innovazione e trasferimento, costituiti cinque spin off

Sono imprese nate dalla ricerca accademica all'interno dell'Incubatore universitario 

Sviluppare software personalizzati per migliorare la decisione di enti e aziende, realizzare prodotti e servizi nel campo della termo-fluidodinamica per piccole e grandi imprese, applicare gli studi  sulla flussimetria ai processi industriali, testare l'efficacia terapeutica e la potenziale tossicità di composti destinati a diventare farmaci, produrre sistemi statistici per la valutazione e il monitoraggio dei servizi pubblici.

Sono queste le idee della ricerca universitaria che, grazie al supporto dell'Incubatore dell'Università di Firenze, si sono trasformate in nuove iniziative economiche. Cinque nuovi spin off - così si chiamano le imprese che sviluppano e commercializzano prodotti e servizi basati su ricerche nate in sede accademica - sono stati presentati venerdì 20 gennaio in Ateneo nell'ambito della giornata di studio che ha fatto il punto sull'attività svolta nell'ultimo anno dall'Incubatore universitario fiorentino (IUF) che, situato nel polo di Sesto fiorentino, fornisce servizi di formazione, consulenza e supporto logistico ai progetti di ricerca che aspirano a diventare nuove imprese.

All'incontro sono intervenuti il rettore Alberto Tesi e Marco Bellandi, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con il sistema territoriale e presidente del centro che gestisce le attività dell'Incubatore e la valorizzazione della ricerca (CsaVRI), oltre a operatori del settore e rappresentanti del Comune di Firenze, di Confindustria Firenze e della società Fondamenta SGR che si sono confrontati sul tema del trasferimento dell'innovazione.

"Nel 2011 IUF ha ospitato 21 progetti di impresa in pre-incubazione - ha dichiarato il prorettore Bellandi - Questi sono provenienti in prevalenza dalle aree tecnologiche, scientifiche e biomediche, ma con qualche proposta anche dall'area umanistica e delle scienze sociali. Cinque si sono già costituiti in impresa, altri 11 hanno prospettive di prossima costituzione. Abbiamo poi da qualche mese altri 14 progetti che potranno portare a nuove imprese dal secondo semestre del 2012. Questi risultati - ha proseguito Bellandi - sono frutto di un'ampia rete di contributi e collaborazioni interne ed esterne all'Università di Firenze, ad esempio il finanziamento della Regione Toscana all'avvio della pre-incubazione di IUF. Ma il nucleo è sempre il lavoro di valorizzazione della ricerca dove professori e giovani ricercatori, i secondi con le maggiori responsabilità e prospettive in termini di lavoro e conduzione della nuova impresa, sono affiancati a formatori e consulenti aziendali."

Maggiori dettagli nelle interviste video ad alcuni ricercatori degli spin off: Alessandro Lori (KKT), Lorenzo Tarchi (ERGON Research), Gionatan Torricelli (INSONO), Serena Pillozzi (DiVAL)(vai alla pagina dei video).

social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Instagram