Altre sezioni
Notiziario 2015
Home page > Comunicazione > Notiziario 2015
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Notiziario 2015

  • Dall’elettronica alla spintronica con il grafene. Che il futuro tecnologico passi dal grafene è ormai una certezza. Che sia possibile combinare le sue eccezionali caratteristiche con le proprietà quantistiche di nano magneti, e fare così un passo avanti per la realizzazione di dispositivi spintronici, lo ha dimostrato un gruppo di ricerca internazionale di cui fa parte Angelo Rettori, del Dipartimento di Fisica e astronomia. Nature Materials ha dato risalto sulla sua home page al risultato della ricerca. (leggi tutto)

  • La conoscenza come contrasto alla violenza. E’ una delle tematiche della manifestazione di studio e di formazione “Il vaccino della ricerca: cultura vs violenza”, organizzata dal Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell’Ateneo nel quadro della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, che si è tenuta in Aula Magna mercoledì 25 novembre. Durante l’iniziativa sono emersi dati allarmanti sul fenomeno della violenza di genere, insieme a molti contributi per l’affronto di queste tematiche provenienti dal campo della ricerca, dell’associazionismo, dello spettacolo e della promozione allo sviluppo. (leggi tutto)

  • Albero di Natale? Meglio quello vero. I consigli del Dipartimento Gesaaf per un acquisto responsabile. Quale albero di Natale scegliere: meglio quello ‘ecologico’ o uno vero? Una domanda che si fanno in molti nel momento in cui si comincia a pensare alle feste e alle tradizionali decorazioni. Il Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali dell’Ateneo ha pubblicato sul proprio sito una piccola guida alla “scelta responsabile dell’albero di Natale”, preparata dai docenti del settore forestale, su iniziativa del prof. Gherardo Chirici. La guida intende informare in modo semplice e immediato sull’argomento. (leggi tutto)

  • Scoperto un nuovo meccanismo di regolazione del muscolo scheletrico. La contrazione del muscolo striato, scheletrico e cardiaco, si deve allo scorrimento di due tipi di filamenti proteici sovrapposti, il filamento di miosina che porta i motori molecolari e quello di actina che funziona da binario per i motori. La presenza di questo duplice sistema di regolazione della contrazione muscolare è stata dimostrata da un gruppo di scienziati dell’Università di Firenze e del King’s College di Londra, in collaborazione con il sincrotrone ESRF (European Synchrotron Radiation Facility) di Grenoble, in un lavoro oggetto di pubblicazione nella rivista Nature. (leggi tutto)

  • Lo spazio fisico si apre a una quarta dimensione. Succede nel Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non Lineare (LENS) dell'Università di Firenze dove i ricercatori guidati da Massimo Inguscio e Leonardo Fallani, indagando l'infinitamente piccolo e l'infinitamente freddo, hanno osservato per la prima volta gli effetti di una dimensione spaziale "extra" indotta artificialmente su un campione atomico quantistico. Il risultato è stato pubblicato sull'ultimo numero della rivista Science. (leggi tutto)

  • Ambiente, progetto per il monitoraggio di eventi naturali estremi. Spetterà al Laboratorio di Geofisica Sperimentale del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Ateneo fiorentino il compito di mettere a punto un sistema di allerta automatico delle eruzioni vulcaniche di portata globale. L’implementazione avrà luogo nell’ambito di Arise2, il progetto triennale avviato lo scorso settembre e finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020. ARISE2 nasce dalla collaborazione di ventiquattro istituti di ricerca europea, principalmente nella fisica dell'atmosfera, ed e' coordinato dall'agenzia per l'energia atomica francese (CEA) e prevede l'integrazione di varie tecniche geofisiche per lo studio dell'atmosfera.(leggi tutto)

  • Monte Ararat, conclusa la seconda missione scientifica promossa dal Dipartimento di Scienze della terra e dal Club Alpino Italiano (CAI). Responsabile della missione Carlo Alberto Garzonio - che presiede anche il Comitato scientifico centrale del CAI - accompagnato da Gianluca Ferrini dell’Università dell’Aquila, speleologo CAI.Dopo aver effettuato nel 2014 campionamenti del ghiacciaio sommitale, delle lave su gran parte dell’apparato vulcanico, analisi geomorfologiche e ricerche di medicina ad alta quota, questa volta la campagna d’indagine si è concentrata sul rilievo geomorfologico e geo-ambientale della grotta del ghiaccio,   Halac Buz Magara, in condotto lavico.(leggi tutto)

  • In difesa della biodiversità. Tempi duri per le specie aliene invasive acquatiche (AIS). Per fronteggiare il problema delle invasioni biologiche un team internazionale di ricercatori – dei quali due dottorandi dell’Ateneo fiorentino – si occuperà di come rilevare, controllare e gestire le varietà introdotte dall’uomo al di fuori del loro areale di origine e in grado di provocare danni ecologici, economici e sanitari. (leggi tutto)

  • Già nel Paleolitico superiore l'homo sapiens usava la farina da cereali. E’ quanto risulta da una scoperta realizzata da Marta Mariotti, associato di Botanica sistematica dell’Ateneo fiorentino, che ha esaminato i residui vegetali rimasti intrappolati dentro i solchi di una macina nella Grotta di Paglicci (Rignano Garganico, Foggia). (leggi tutto)

  • I geni come le app degli smartphone. Per i nostri smartphone abbiamo a disposizione store virtuali dove scaricare nuove app. Anche i batteri si comportano così e acquistano nuove funzioni, aggiungendo al materiale base ulteriore corredo genetico.
    E’ la scoperta fatta dai ricercatori del Dipartimento di Biologia coordinati da Alessio Mengoni e Marco Bazzicalupo e pubblicata sull’ultimo numero della rivista scientifica PLOS Computational Biology. (leggi tutto)

  • Alla scoperta dei segreti del vulcano. Elaborato un nuovo modello per spiegare la dinamica delle colate laviche, studiando la crisi eruttiva avvenuta a Stromboli nel 2007, quando il vulcano riversò all'esterno circa 8 milioni di metri cubi di lava in 34 giorni.
    Una recente pubblicazione su Nature Communications riporta il frutto dello studio condotto dai ricercatori del Laboratorio di Geofisica Sperimentale, struttura del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Firenze. (leggi tutto)

  • Progetto Brunelleschi, nasce la nuova Biblioteca. Un’unica, grande biblioteca dedicata agli studi umanistici, artistici e di architettura e un nuovo spazio di studio e aggregazione che rinasce nel cuore della città.Con la destinazione esclusiva a Biblioteca del plesso che si affaccia sulla omonima piazza, prende vita un progetto di riqualificazione partito nei primi anni 2000 e partono le prime opere per la creazione della “Biblioteca Brunelleschi”, che riunificherà le collezioni umanistiche e di architettura presenti in Ateneo, intervenendo in modo sostanziale sulle strutture.(leggi tutto)

  • Ictus in Europa, livelli di prevenzione e cura a confronto. Il Progetto Eis (European Implementation Score) ha valutato le differenze in 10 Paesi europei relative a incidenza, mortalità e disabilità conseguenti a ictus legate ai diversi livelli di implementazione dei risultati della ricerca nella prevenzione e cura di questa patologia. Allo studio hanno preso parte Antonio Di Carlo (Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche) e Domenico Inzitari del Dipartimento di Neuroscienze, Area del Farmaco e Salute del Bambino. (leggi tutto)

  • Archeologia subacquea, più semplice ed economico scoprire i tesori sommersi. E’ la frontiera dell’archeologia subacquea “low cost” quella destinata ad aprirsi grazie ad ARROWS, il progetto triennale gestito da un consorzio guidato dall'Ateneo fiorentino e finanziato dall’Unione Europea per lo “Sviluppo di tecnologie avanzate e strumenti per la mappatura, la diagnosi, lo scavo e la protezione di siti archeologici sottomarini e costieri”. (Leggi tutto)

  • Giovane e indipendente, la ricerca fiorentina finanziata dal programma SIR. Principal investigator in gruppi di ricerca di elevata qualità scientifica. E’ il ruolo che spetta a 5 ricercatori Unifi alla guida di altrettanti progetti nell’ambito del neonato programma SIR, destinato a sostenere i giovani studiosi nella fase di avvio della propria attività di ricerca indipendente. (Leggi tutto)

  • Simulazioni quantistiche, misurata proprietà dei sistemi disordinati. Misurazioni sperimentali sempre più raffinate e simulazioni quantistiche mai riuscite fino a oggi, grazie agli atomi ultrafreddi. Sono i risultati ottenuti dai ricercatori del Laboratorio Europeo di Spettroscopia non Lineare e del Dipartimento di Fisica e Astronomia  pubblicati dalla rivista scientifica Nature Physics. (Leggi tutto)

  •  Horizon 2020 La solidarietà al tempo della crisi. Che aria tira per la solidarietà in Europa? Da cosa è condizionata e da cosa è favorita fra gli Stati, fra gli individui e nelle formazioni sociali del Continente? Da queste domande nasce il progetto di ricerca TransSOL, finanziato dal programma Horizon 2020, che coinvolge il Dipartimento di Scienze giuridiche. (

    Leggi tutto)


  • Horizon 2020 Dalle microalghe soluzioni per il futuro. Due progetti internazionali sullo studio delle microalghe che vedono impegnati i ricercatori di Agraria, afferenti all’attuale Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente, sono tra le ricerche finanziate nell’ambito di Horizon 2020. (Leggi tutto) 

  • Horizon 2020 Nuovi sistemi isolanti e conduttori con la simulazione quantistica. E’ questo l’obiettivo del progetto QUIC - Quantum Insulators and Conductors di cui è capofila il Laboratorio Europeo di Spettroscopie non Lineari (LENS) e che è stato finanziato nell’ambito di Horizon 2020. (Leggi tutto)

  • Ematologia, passi avanti per “predire” la risposta a terapia per forma di leucemia rara. Pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Investigation studio internazionale, guidato da Valeria Santini del Dipartimento di Medicina sperimentale e clinica, che ha individuato come prevedere, attraverso marcatori, la risposta alla terapia da parte di pazienti affetti da leucemia mielomonocitica cronica. (Leggi tutto)
  •  
  • Protagonisti gli studenti. A che cosa mi è servito studiare: è lo spunto da cui sono partiti alcuni ex allievi dell’Ateneo, per raccontare la propria esperienza durante l'incontro “Studiare a Firenze”. Testimonianze, aneddoti e curiosità, per offrire qualche dritta per chi l’università deve cominciarla o la sta invece concludendo. (Leggi tutto)

  • Città_visioni e strategie. Il contributo del CISDU. Discutere delle trasformazione delle città e stimolare dal confronto soluzioni concrete. E quello che stanno facendo gli studiosi del Centro Internazionale di Studi sul Disegno Urbano con un ciclo di incontri organizzato in collaborazione col Dipartimento di Architettura. (Leggi tutto)
  •  
  • Dallo spazio un nuovo quasicristallo naturale. Un team di ricercatori, di cui fa parte Luca Bindi del Dipartimento di Scienze della Terra, ha scoperto il secondo quasicristallo esistente in natura, La scoperta sull’ultimo numero della rivista scientifica Scientific Reports. (Leggi tutto)

  • Dall'Uomo di Altamura il DNA più antico per un Neanderthal. Studio del Dipartimento di Biologia e dell'Ateneo di Roma "La Sapienza" evidenzia che l'Uomo di Altamura è vissuto circa 150mila anni fa. La ricerca pubblicata sul  Journal of Human Evolution. (Leggi tutto)

  • Mutazioni genetiche e tumore, l’ordine conta. Sul New England Journal of Medicine la ricerca dedicata a ordine di sequenza delle mutazioni del DNA nelle cellule staminali e neoplasie, del Laboratorio congiunto per le Malattie mieloproliferative croniche della AOU Careggi e del Dipartimento di Medicina sperimentale e clinica  (leggi tutto) 

  • Cinque anni di attività dell'Incubatore Universitario Fiorentino e il trasferimento tecnologico Università-Impresa. L'Università di Firenze, dal 2010 ad oggi, ha assistito circa 500 ricercatori nello sviluppo di 93 progetti di impresa attraverso l’Incubatore. In cinque anni sono nati 31 spin off universitari, con una progressiva crescita di domande. (Leggi tutto)

  • Studiare i coleotteri come i social network. Una ricerca, pubblicata su Current Zoology da un team del Dipartimento di Biologia dell'Università di Firenze, ha descritto da vicino la storia riproduttiva del punteruolo rosso delle palme con un innovativo approccio chiamato Analisi delle Reti Sociali.  ( Leggi tutto)

  • Nuove frontiere nella lotta contro le leucemie, uno studio del gruppo di ricerca internazionale coordinato da Annarosa Arcangeli dedicato alle terapie contro i tumori del sangue (Leggi tutto)

  • La cerimonia annuale di consegna dei riconoscimenti accademici dell’Università di Firenze  si è svolta martedì 3 febbraio 2015.
    Leggi tutto - Guarda il video della cerimonia

  • Tumori del sangue, terapia più efficace per la policitemia vera. Un approccio terapeutico in grado di superare limiti delle cure convenzionali contro la policitemia vera, tumore delle cellule staminali del sangue. E’ il risultato di uno studio internazionale coordinato da Alessandro Maria Vannucchi (Leggi tutto)

  • Mappature genetiche sempre più precise, per individuare dove ha origine il tumore, un lavoro internazionale a cui ha partecipato Laura Papi del Dipartimento di Scienze biomediche, sperimentali e cliniche "Mario Serio" (Leggi tutto)

  • Alla ricerca degli elementi perduti della tavola periodica in un libro di Marco Fontani recensito da Nature (Leggi tutto)

  • Geografo, esploratore, scrittore, ma soprattutto uno dei pionieri del fotogiornalismo. Al Museo di Storia Naturale fino al 24 maggio i reportage fotografici di John Thomson (Leggi tutto)

 

Ultimi articoli Notiziario 2014  e anni precedenti


 

Il Notiziario è un periodico telematico dell'Università degli studi di Firenze. Registrazione Tribunale di Firenze n. 2826 del 13.10.1980 - ISSN 2038-4432. Direttore responsabile: Antonella Maraviglia - Redazione: Silvia D'Addario, Duccio Di Bari, Romeo Perrotta (Ufficio stampa e Redazione sito web), Piazza San Marco, 4 - 50121 Firenze. Tel. 055-2757333 - email: ufficio.stampa@adm.unifi.it

 

 
ultimo aggiornamento: 15-Gen-2016