Salta gli elementi di navigazione
Home page > Ateneo > Bandi di gara e procedure immobiliari > Bandi di gara > Servizi - Esiti > G296 - Servizio di cassa

G296 - Servizio di cassa

Procedura aperta per l’affidamento, in concessione, del servizio di cassa per il periodo dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2020, eventualmente rinnovabile per ulteriori tre anni - Codice CIG 5926357880 - Scadenza 20 ottobre 2014 ore 12

  • Bando (pdf)
  • Disciplinare - Testo coordinato aggiornato al 26 settembre 2014 (errata corrige al punto 8 art. 15) (pdf)
    Integrazione art. 4 - Il sopralluogo è effettuato unicamente ai fini di prendere visione dei luoghi dove devono essere installati gli sportelli bancomat, come previsti all'art. 4 del capitolato speciale di appalto.
    • Istanza di partecipazione - Allegato A (pdf)
    • Dichiarazione partecipante - Allegato B (pdf)
      Attenzione:
      allegato B (pdf) - testo coordinato al 3 ottobre 2014
    • Dichiarazione relativa ai requisiti di partecipazione - Allegato C (pdf)
    • Dichiarazione accettazione condizioni generali - Allegato D (pdf)
    • Dichiarazione sostitutiva del certificato del casellario giudiziale - Allegato E (pdf)
      Attenzione: allegato E (pdf) aggiornato al 3 ottobre 2014
  • Capitolato Speciale (pdf)
    • Elementi di valutazione dell’offerta - Allegato 1 (pdf)

Concessione del servizio di cassa


Lunedi 10 novembre alle ore 9 e 30, presso la sala riunioni dell'ufficio edilizia universitaria e contratti, in via Capponi 7  - Firenze  ci sarà la seduta pubblica per la lettura dei punteggi dell'offerta tecnica e la proclamazione dell'aggiudicatario provvisorio.
 

    Quesiti e chiarimenti

    Quesito 1

    Domanda
    L’invio dei mandati e delle reversali avviene tramite Ordinativo Informatico? Se sì, siete già in grado dal 1 gennaio 2015 di inviare il tracciato secondo le specifiche previste dalla circolare ABI 36.

    Risposta
    L’invio degli ordinativi di incasso e pagamento avviene tramite ordinativo informatico. Per quanto riguarda il tracciato previsto dalla circolare ABI 36, CINECA, il Consorzio che fornisce all’ateneo l’applicativo (U-gov contabilità) con cui è gestito il bilancio, sta procedendo con l'implementazione ma, al momento, non è in grado di fornire informazioni precise in merito alle tempistiche, ovvero se sarà già disponibile a partire da gennaio 2015.

    Quesito 2

    Domanda
    dal Capitolato Speciale

    articolo 3 comma 1- L’istituto cassiere dovrà garantire l’esecuzione del servizio di cassa senza oneri e spese per l’Ateneo, con casse dedicate, all’interno delle Agenzie, nelle seguenti Aree (…)

    In considerazione della cosiddetta “circolarità aziendale” che consente di effettuare le operazioni di incasso e pagamento su tutta le rete delle filiali della banca,  elemento previsto anche dall’articolo 7 c.1, la richiesta relativa alle casse dedicate può intendersi nell’impegno del cassiere a mantenere agenzie all’interno delle aree individuate che risultano essere di prossimità alle strutture dell’Ateneo per favorire il contatto con gli utenti ed i dipendenti dello stesso?

    Risposta
    La circolarità aziendale (art. 10 comma 6 capitolato speciale) è intesa nel senso che deve essere garantita la possibilità di riscuotere somme pagate dall’università ed effettuare bonifici all’ateneo presso tutte le filiali del tesoriere presenti sul territorio nazionale. Quanto previsto dall’art. 3 comma 1 deve intendersi nel senso che il cassiere dovrà garantire almeno una cassa dedicata per le operazioni di sportello richieste dall’ateneo all’interno di proprie agenzie poste nelle aree indicate all’art. 3 c. 1 del capitolato speciale

    Quesito 3

    Domanda
    articolo 7 comma 6 lettera a) – (…) la trasmissione dei flussi telematici dei dati, secondo un tracciato definito dall’Ateneo (…) a prescindere dalla specifica modalità di pagamento utilizzata dallo studente.

    In considerazione che le tasse ed i contributi dovuti a vario titolo dagli studenti possono essere riscosse  oltre che con le modalità dettagliate all’articolo 9 anche con accrediti sul conto dell’Ateneo ( bonifici disposti dagli studenti), con pagamento con bancomat e/o carta di credito sui POS installati presso le strutture dell’Ateneo oppure con versamento in tesoreria (provvisorio di entrata), la previsione della rendicontazione secondo un tracciato definito dall’Ateneo deve intendersi valida solo  laddove possibile?  ( potrebbe verificarsi il caso ad esempio di causali improprie oppure parziali fornite dagli studenti che effettuano bonifici, versamenti in tesoreria ecc.).

    Risposta
    La previsione della rendicontazione secondo un tracciato definito dall’ateneo si intende riferita ai casi di tasse e contributi riscossi secondo le modalità di cui alle lettere a), b), c), d) dell’art. 9 comma 3 del capitolato speciale

    Quesito 4

    Domanda
    articolo 9 comma 3 lettera d) – Distinte di versamento basate su codici di pagamento definiti dall’ateneo che consentano di accedere ai servizi on-line con un codice di avvenuto pagamento, formulato con le modalità ed i criteri concordati per iscritto tra l’Ateneo e l’Istituto Cassiere. Che cosa si intende esattamente?

    Risposta
    Si intende la possibilità di definire modalità di pagamento ulteriori rispetto a quelle indicate alle lettere a), b),c) dell’art. 9 comma 3, previo accordo con l’istituto cassiere.

    Quesito 5

    Domanda
    Articolo 16 comma 1 lettera b) – (…) la possibilità di inserire specifici allegati agli strumenti di riscossione e rendicontazione di cui alla lettera a). Che cosa si intende esattamente?

    Risposta
    Si intende la possibilità di allegare al MAV documenti di natura informativa in formata A4 secondo quanto previsto dall’art. 9 comma 3 lett. b) del capitolato speciale.

    Quesito 6

    Domanda
    Articolo 25 Operazioni e prestazioni extracontrattuali. E’ possibile avere qualche esempio che ci faccia capire di cosa potrebbe trattarsi?

    Risposta
    Si tratta di prestazioni che in futuro potrebbero essere richieste al tesoriere che non sono al momento prevedibili e di conseguenza non sono state inserite nel capitolato speciale. A solo titolo esemplificativo: servizi di conservazione sostitutiva e/o servizi raccolta della domanda di immatrcolazione e identificazione degli studenti.

    Quesito 7

    Domanda
    dall’Allegato 1 al Capitolato Speciale di appalto
    articolo 6 – accollo spese vive accessorie. In considerazione che il Capitolato Speciale di Appalto prevede espressamente che le spese di esecuzione dei pagamenti siano a carico del beneficiario, la disponibilità richiesta all’accollo delle spese vive ed accessorie in relazione all’emissione di assegno circolare o con modalità diverse dal bonifico bancario,  si riferisce a spese/ commissioni reclamate all’Ateneo in aggiunta a quelle comunque recuperate al beneficiario? 

    Risposta
    Devono essere addebitate al beneficiario soltanto spese e commissioni relative ad operazioni eseguite tramite bonifico bancario. Nel caso di pagamenti, comunque residuali, tramite bollettini postali, assegni circolari o più in generale con modalità diverse dal bonifico bancario l’accollo delle spese da parte dell’istituto cassiere sarà valutato ai sensi dell’art. 6 del capitolato speciale.

    Quesito 8

    Domanda
    dal disciplinare di gara
    articolo 11 - Ultimo capoverso. “L’Ateneo procederà al controllo dei dati forniti dal concorrente  mediante il sistema informatico di monitoraggio delle gare dell’Autorità”. Deve essere inserito il PassOE nella busta A Documentazione amministrativa?

    Risposta
    No, per questa procedura non è richiesto il passOE.

    Quesito 9

    Domanda
    È possibile fornire una cifra indicativa dei mutui che potrebbero essere richiesti dall’Università in base a quanto previsto dall’art. 18 del capitolato speciale?

    Risposta
    L’importo dei mutui che potrebbero essere richiesti dall’Università non è determinabile, in quanto nell’arco temporale di sei anni le condizioni che potrebbero o meno portare alla richiesta di accensione di uno o più mutui ed il loro ammontare potranno dipendere da situazioni al momento non note né prevedibili

    Quesito 10

    Domanda
    Vorremmo conoscere le seguenti informazioni, ad integrazione di quanto indicato nella documentazione pubblicata

    Risposta

    Tipologia e ammontare titoli in gestione e custodia presso l’attuale Cassiere

     BTP valore nominale 1.700.000 euro scadenza 1/02/2019

    somme risultanti presso la contabilità in Banca d’Italia

     155.984.045,08 al 31/12/2013

    somme giacenti presso l’attuale Istituto Cassiere

     0

    nome della software house

     CINECA

    nr. delle operazioni “estero in uscita” e loro ammontare complessivo

    Circa 1650 per un importo complessivo di circa 7.500.000 euro (dati 2013)

    nr. delle operazioni “estero in entrata” e loro ammontare complessivo

     Circa 700 per un importo complessivo di circa 17.300.000 euro (dati 2013)

    Nr delle operazioni di pagamento disposte tramite bollettini di ccp

     112 (dato 2013)

    Nr delle operazioni di pagamento disposte tramite emissione di assegni circolari

     45 (dato 2013)

    Depositi cauzionali attualmente in essere

     nessuno

    Quesito 11

    Domanda
    Articolo 21 comma 3. L’obbligo posto in capo al nuovo Cassiere deve essere inteso nel senso che questi non può rifiutare addebiti che dovessero pervenire dall’attuale Cassiere per l’utilizzo di carte di credito non ancora revocate?

    Risposta
    Si.

    Quesito 12

    Domanda
    Articolo 7. Commissioni minime mensili, si devono intendere i canoni mensili per il noleggio dei POS oppure commissioni minime da percepire in presenza di transato pari a zero oppure transato di modesta entità che ha fatto maturare commissioni inferiori a quello indicato nell’offerta come commissione minima?

    Risposta
    Il costo delle commissioni è valutato ai punti 7.a.1 e 7.a.2 in percentuale rispetto al transato mensile. Le commissioni minime mensili di cui al punto 7.a.3 sono invece quelle riferite al noleggio dei POS.

    Quesito 13

    Domanda
    Capitolato speciale. Articolo 40 spese contrattuali, è possibile avere una stima delle spese inerenti l’aggiudicazione e la stipulazione del contratto poste a carico del Cassiere?

    Risposta
    Al momento non possiamo indicare una cifra esatta, poiché l'ammontare delle spese dipende dal numero delle pagine del contratto e dei suoi allegati, che devono essere tutti bollati.
    Il calcolo è effettuato come segue:

    • imposta di registro che ammonta a € 200,00
    • marche da bollo: una marca da € 16,00 ogni 4 pagine (intendendo ogni pagina formata da 25 righe). Le marche vanno apposte sia sulla copia del contratto per l'ufficio sia sulla copia per l'agenzia delle entrate
    • spese di fotocopiatura
    • spese di dattiloscrittura dell'atto

    Quesito 14

    Domanda
    Ad integrazione di quanto indicato nella documentazione pubblicata vorremmo conoscere le seguenti informazioni. 

    Risposta

    Nr. Pos virtuale attivati   3
    Importo delle operazioni transate sui Pos Virtuali 238.612,00 euro (dato 2013)
    Nr. Pos fisici installati 7
    Importo delle operazioni disposte con pagobancomat su Pos fisici 25.888,00 euro (dato 2013)
    Importo delle operazioni disposte con carte di credito su Pos fisici 31.745,00 euro (dato 2013)
    Importo delle fideiussioni rilasciate dall’attuale Cassiere Attualmente non ci sono fideiussioni in essere

    Quesito 15

    Domanda
    Attivando la procedura indicata nel disciplinare di gara relativamente al contributo per la partecipazione alla gara, appare la seguente videata secondo cui non risultano contributi da versare.

    Si deve pertanto ritenere nullo quanto previsto al punto 10 art.11 del Disciplinare stesso?

    Risposta
    per il fatto che la gara non prevede un importo, non è dovuto alcun contributo da versare all'Autorità di Vigilanza.

    Quesito 16

    Domanda
    Capitolato Speciale – Articolo 3 – Luoghi di esecuzione del servizio di cassa

    punto 2: l’Ateneo si riserva la facoltà, nel periodo di vigenza del contratto, senza che ciò comporti alcuna modifica delle condizioni contrattuali e senza oneri e spese per l’Ateneo, di chiedere l’attivazione di ulteriori punti operativi in caso di ampliamento dell’attività presso nuovi luoghi di insediamento universitario.

    Si chiede di specificare dettagliatamente cosa s’intende per ‘punti operativi’.

    Tenuto conto delle criticità per l’apertura di punti operativi in materia di sicurezza, del potenziale bacino d’utenza, dell’eventuale presenza di proprie agenzie nelle vicinanze, ecc., si chiede inoltre conferma che l’attivazione di ulteriori punti operativi dovrà essere concordata di volta in volta con il Cassiere.

    Risposta
    Per punti operativi si intendono ulteriori casse dedicate presso agenzie in aree diverso rispetto a quelle indicate all’art. 3 comma 1 del capitolato speciale. L’attivazione di tali ulteriori punti operativi dovrà essere di volta in volta concordata con il cassiere

    Quesito 17

    Domanda
    Capitolato Speciale – Articolo 4 – Sportelli Bancomat e POS

    Punto 2 : l’Ateneo si riserva inoltre di chiedere, in corso di validità del contratto, l’apertura di altri sportelli Bancomat nei luoghi individuati nonché, in caso di ampliamento dell’attività presso nuovi luoghi d’insediamento universitario.

    Si chiede conferma che l’apertura di altri sportelli Bancomat, per le criticità elencate nel precedente quesito, dovrà essere concordata di volta in volta con il Cassiere.

    Risposta
    Si conferma che l’apertura di ulteriori sportelli bancomat, rispetto a quelli previsti all’art. 4 comma 1 del capitolato speciale, dovrà essere di volta in volta concordata con il cassiere

    Quesito 18

    Domanda
    Capitolato Speciale – Articolo 18 – Mutui

    Preso atto dell’impossibilità manifestata nei chiarimenti forniti da parte dell’Ateneo di stabilire alla data odierna l’importo dei mutui che potrebbero essere richiesti, con conseguente impossibilità da parte del concorrente di poter quantificare un plafond da destinare a tale tipologia di finanziamenti, si chiede conferma che eventuali richieste che dovessero essere avanzate dall’Ateneo, nel periodo di vigenza contrattuale, saranno valutate ad insindacabile giudizio del merito creditizio da parte del Cassiere.

    Risposta
    L’art. 18 del capitolato speciale va inteso nel senso che l’istituto cassiere non può rifiutare la richiesta dell’ateneo di attivare contratti di mutuo alle condizioni definite in sede di gara, fatta salva la facoltà della valutazione del merito creditizio da parte del Cassiere.

    Quesito 18

    Domanda
    Si chiede conferma che la modalità di esecuzione di cui all’art. 9 sub 3/a possa essere intesa equivalente con la modalità di esecuzione “asincrona” ovvero mediante l’invio dei dati al Cassiere post generazione del bollettino MAV Online.

    Risposta
    La modalità di esecuzione di cui all’art. 9 sub 3/a può essere intesa come alternativa alla modalità di esecuzione “asincrona” ovvero mediante l’invio dei dati al Cassiere post generazione del bollettino MAV Online.

 
ultimo aggiornamento: 28-Apr-2015