Salta gli elementi di navigazione
Progetto Brunelleschi, nasce la nuova Biblioteca
Home page > UNIFI comunica > Notiziario 2015 > Progetto Brunelleschi, nasce la nuova Biblioteca

Progetto Brunelleschi, nasce la nuova Biblioteca

Un’unica, grande biblioteca dedicata agli studi umanistici, artistici e di architettura e un nuovo spazio di studio e aggregazione che rinasce nel cuore della città. Con la destinazione esclusiva a Biblioteca Umanistica del plesso che si affaccia sulla omonima piazza, prende vita un progetto di riqualificazione partito nei primi anni 2000 e partono le prime opere per la creazione della “Biblioteca Brunelleschi”, che riunificherà le collezioni umanistiche e di architettura presenti in Ateneo, intervenendo in modo sostanziale sulle strutture.

Il primo tassello dell’imponente opera di riqualificazione sarà l’apertura, nel 2016, della sala dedicata alle collezioni di Italianistica e della Storia dello spettacolo, al primo piano dell’edificio che ospita attualmente la sede di Lettere (edificio Fagnoni). Nella sala, che sarà restaurata a partire dal prossimo autunno, saranno a disposizione degli utenti più di 15.000 volumi fino a ora dislocati in diverse sedi, accessibili a scaffale aperto, 40 postazioni di studio e 8 postazioni per la consultazione di risorse bibliografiche in formato digitale (banche dati, periodici elettronici, libri, tesi ..) e materiali multimediali. La sala sarà completamente cablata per la connessione wireless. Anche l’atrio di accesso alla sala sarà ristrutturato con la realizzazione, fra l’altro, di armadietti dotati di sistemi di sicurezza per gli utenti (nella foto, il rendering della nuova sala).

il rendering della sala di Italianistica e della storia dello spettacolo

Oltre a questo intervento, il Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo ha già approvato il finanziamento per quelli relativi alla ristrutturazione parziale del pozzo librario, alla realizzazione di una nuova sala di consultazione nell’ex aula Quadrilatero sovrastante il chiostro di levante e al collegamento orizzontale fra l’edificio Fagnoni e l’ex Convento di Santa Maria degli Angioli, stanziando complessivamente più di 3.800.000 euro.

Nei prossimi anni l’Ateneo svilupperà ulteriormente il progetto - realizzato da Breschistudio Associati - per completare la riunificazione delle collezioni di Lettere, Filosofia, Geografia, Nordamericana e Storia dell’arte, alle quali si aggiungeranno anche quelle della Biblioteca di Architettura, attualmente collocate a Palazzo San Clemente, in via Micheli. Un patrimonio bibliografico eccezionale: la Biblioteca Umanistica possiede oltre 1.600.000 volumi, più di 8200 riviste di cui 1828 attive, un patrimonio di edizioni antiche, dagli incunaboli al 1830, stimato in 35.700 unità, cui si aggiungono carte geografiche, manoscritti e materiale archivistico. La Biblioteca di Architettura porta in dote una collezione fra le più importanti in Italia con 250.000 volumi, tra i quali le raccolte di circa 2.000 periodici italiani e stranieri di cui circa 400 correnti.

Per ospitare le collezioni, gli uffici e i servizi della Biblioteca, oltre all’edificio Fagnoni (l’area A nella pianta di seguito), saranno ristrutturati anche il complesso di Santa Maria degli Angioli (B), la palazzina dell’ex Dipartimento di Costruzioni - che affaccia direttamente su piazza Brunelleschi e accoglierà le collezioni di Architettura (C) - e il chiostro grande (D) che dovrebbe diventare una sala a copertura vetrata con spazi dedicati all’incontro fra gli utenti e alla fruizione di contenuti multimediali, un punto di interazione fra la biblioteca e la città.

 

Unifi pianta Progetto Brunelleschi

Il recupero architettonico permetterà la valorizzazione di fondi e collezioni presenti nel deposito librario, riorganizzati il più possibile a scaffale aperto e suddivisi per aree disciplinari, per permettere una facile individuazione e consultazione da parte degli utenti. Accanto alle sale di consultazione, la Biblioteca ospiterà spazi polifunzionali che potranno essere destinati fra l’altro allo studio di gruppo e ad attività seminariali.

Si verrà a costituire così una fra le biblioteche del settore più importanti a livello europeo, sia per la qualità che per la quantità delle sue raccolte, in quella fusione dei saperi che ha caratterizzato la Firenze rinascimentale e che è rappresentata dalla figura del Brunelleschi, cui è intitolata la piazza e il progetto. (sd)

 
ultimo aggiornamento: 25-Ago-2015
Home page > UNIFI comunica > Notiziario 2015 > Progetto Brunelleschi, nasce la nuova Biblioteca