Salta gli elementi di navigazione
Home page > Studenti > Studenti con disabilità o DSA > ricerca e formazione

Ricerca, formazione, pubblicazioni e convegni



  • partecipazione a progetti di ricerca
  • formazione di tutor e personale
  • pubblicazioni
  • convegni e iniziative

 

Il progetto Consulenza psicologica si propone di offrire un servizio un sostegno emotivo-psicologico agli studenti con disabilità o DSA, attraverso l’analisi dei bisogni, l’individuazione delle possibili soluzioni e l’attuazione di un piano d’intervento mirato. L’obiettivo è quello di favorire un processo di crescita personale propedeutico alla pianificazione e realizzazione del proprio progetto di vita e al superamento delle difficoltà emotive e relazionali connesse al contesto universitario.

Il Servizio di Ascolto nasce al fine di offrire un sostegno ad eventuali condizioni di situazioni difficili sperimentate dagli Studenti con disabilità e DSA, anche attraverso il ricorso ad azioni rivolte al sistema, tra cui:

  • svolgere delle consulenze psicologiche per gli studenti disabili
  • attuare un piano di intervento mirato per ogni studente, individuando tempestivamente i casi che possano necessitare di interventi psicologici specialistici ed evitando che l’isolamento sia aggravato da stereotipi e stigmatizzazioni
  • integrare i servizi e le iniziative già in essere (Progetto ALTEA, Progetto UniScO) al fine di dare una risposta coordinata e condivisa, anche promuovendo studi e collaborazioni nelle attività finalizzate alla diffusione di informazioni per la qualità della vita dello studente disabile e DSA
  • definire, attraverso riunioni periodiche fra lo psicologo e le altre figure professionali che operano con gli studenti, ipotesi e metodi di collaborazione orientati alla multidisciplinarietà, al fine di creare una rete di condivisione che collabori nei servizi per i disabili e sia in grado di valutarne i bisogni
  • svolgere formazione e orientamento ai tutor e ai delegati di Scuola per la disabilità
  • favorire un approccio all'utenza che prenda in esame, oltre alla condizione biologica, anche la situazione relazionale e  psicologica, in un’ottica di ciclo di vita della persona.
 
ultimo aggiornamento: 28-Ott-2015