Salta gli elementi di navigazione
Home page > Ateneo > Bandi di gara e procedure immobiliari > Bandi di gara > Forniture > G209: Quesiti e chiarimenti

G209: Quesiti e chiarimenti

1) Domanda

Può essere presentata l'offerta e la relativa documentazione in una lingua diversa dall'italiano?

Risposta

L'offerta e tutta la documentazione di gara deve essere presentata in lingua italiana, ovvero corredata da dichiarazione giurata.

2) Domanda

“… con riferimento alla procedura di cui in oggetto, avrei le seguenti domande:
  1. Nel fissare il termine ricevimento offerte al 15/04/2009 è stato tenuto conto, oltre che di quanto previsto dal Codice degli Appalti, anche del fatto che la settimana che va dal 6 al 13 aprile e' la  settimana di Pasqua con le possibili ripercussioni sul normale calendario lavorativo?
  2.  Con riferimento all'art. 11 lettera a) del Capitolato Speciale di  Appalto, è possibile conoscere orientativamente il numero e il valore  dei "libri difficile reperimento" ordinati nel 2008 dalle U.O.?
Segnalo infine (ma potrebbe essere una mia incomprensione) che all'art. 12, c. 8 del Capitolato d'Oneri, viene indicata come "responsabile  SIMOG" la signora Caterina Mariotti ecc.; mentre nel Bando di Gara, la Sua persona viene indicata come Responsabile Unico del Procedimento.”

Risposta

  1. L’Amministrazione nello stabilire il termine per la ricezione delle offerte ha tenuto conto di quanto disposto all’art. 70 (Termini di ricezione delle domande di partecipazione e di ricezione delle offerte) del Codice dei Contratti Pubblici. Nel caso specifico, secondo quando indicato ai commi 8 e 9 dello stesso articolo, l’Amministrazione poteva ridurre di giorni 12 il termine che è stato, invece, concesso superiore di 8 giorni. Inoltre, la scadenza non è fissata per il giorno successivo alla festività Pasquale bensì due giorni dopo.
  2. Non vi è purtroppo modo di quantificare il numero e il valore dei 'libri di difficile reperimento' ordinati nel 2008 dalla biblioteche d'Ateneo.
  3. Nel capitolato d’oneri all’art. 7 (Responsabile unico del procedimento - richiesta chiarimenti- atti di gara) viene indicato il nominativo del RUP le cui funzioni vengono esplicitate all’art. 10 del Codice degli Appalti, mentre all’art. 12 (Norme finali) dello stesso documento viene indicato il nominativo del Responsabile SIMOG per la stazione appaltante, le cui competenze riguardano prettamente i rapporti con il sistema informativo per il monitoraggio delle gare dell’Autorità di vigilanza; trattasi pertanto di figure diverse con competenze e responsabilità diverse.

3) Domanda

in riferimento alla gara in oggetto, sono a porle il seguente quesito:
  • All’art. 9E- Plico “E -Prove requisiti Lotto ..”, all’art. 3.3 si richiede copia dei contratti per forniture analoghe e certificati di buona esecuzione rilasciati dai soggetti destinatari della fornitura attestanti la buona esecuzione della fornitura. Nel caso si tratti di un contratto con più negozi di fornitura e, quindi, più atenei, la dichiarazione può essere rilasciata dal responsabile della fornitura o ente capofila oppure deve essere rilasciata dai responsabili di ciascun negozio di fornitura?

Risposta

Le certificazioni attestanti le “forniture effettuate con buon esito” possono essere rilasciate dal Direttore di esecuzione, ovvero nel caso di più direttori di esecuzione, dal RUP (Responsabile Unico del Procedimento).

4) Domanda

“all’art. 3 punto 2 del capitolato d’oneri, vengono richieste le referenze di due istituti bancari comprovanti la capacità finanziaria dell’operatore economico; solitamente ci viene richiesta una semplice lettera di referenze, invece dalla descrizione della richiesta sembra si tratta di una fideiussione (tra l’altro con commissioni abbastanza elevate). Può darci dei chiarimenti in merito? Si tratta di una fideiussione e deve comparire l’importo?”

Risposta

Dalle dichiarazioni di almeno due istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del d. lgs. 385/93 e s.m. (nel caso di concorrente che opera con un solo istituto di credito è sufficiente una dichiarazione) come indicato all’art. 3.2.c. del capitolato d’oneri (vedasi a questo proposito anche l’art. 9A.8), è dimostrato il requisito di capacità finanziaria del concorrente. Pertanto, tali dichiarazioni, che devono essere sottoscritte dal legale rappresentante dell’istituto di credito, ovvero dal titolare della sede o filiale presso la quale il concorrente ha aperte le proprie linee di credito, dovrà risultare che l’operatore economico ha capacità finanziaria – complessivamente – almeno pari all’importo appaltato per il lotto per il quale concorre (€uro 155.000,00 per il lotto 1, €uro 250.000,00 per il lotto 2). Da quanto detto si evince che non si tratta di una fideiussione, come invece lo è quella indicata all’art. 9A.7.

5) Domanda

Avrei da domandare due chiarimenti circa la gara d'appalto indicata in oggetto:
  1. tra la documentazione di gara che ho ricevuto e quella reperibile al seguente link http://www.unifi.it/CMpro-v-p-2348.html non trovo i seguenti moduli:
    • offerta economica
    • giustificativi
    • prove requisiti Potrebbe cortesemente inviarne il formato testo al mio indirizzo di posta elettronica?
  2. avrei bisogno di sapere come impiegare il facsimile dell'atto di Negozio di fornitura allegato alla documentazione che ho ricevuto e che Le trasmetto per brevità.

Risposta

  1. Le modalità di presentazione della documentazione necessaria per la partecipazione alla procedura aperta è indicata nel Capitolato d’oneri. Nel caso specifico si fa presente che non è stata prevista nessuna modulistica in quanto:
    • l’offerta per singoli lotti va prodotta su semplice foglio di carta di uso comune su cui l’operatore economico oltre ad applicare una marca da bollo da 14,62= Euro dovrà indicare, pena l’esclusione dalla gara, la percentuale di ribasso sia in cifre che in lettere. Detta offerta, pena esclusione dalla gara, dovrà essere sottoscritta come indicato al comma 2 dell’art. 9 del Capitolato d’oneri.
    • I giustificati richiesti a corredo dell’offerta devono essere prodotti attraverso una dichiarazione, sottoscritta come al comma 2 dell’art. 9 del Capitolato d’oneri, nella quale l’operatore economico indica gli elementi costitutivi dell’offerta che a titolo esemplificativo sono indicati al comma 2 dell’art. 87 (Criteri di verifica delle offerte anormalmente basse) del d.Lgs. 163/06 e s.m.i.
    • Anche per la presentazione delle prove requisito di cui all’art. 9E (Plico “E – Prove requisiti lotto ..”) non è stata predisposta nessuna modulistica poiché l’operatore economico dovrà inserire i documenti elencati al punto Requisito art. 3.2 e Requisito art. 3.3 del suddetto articolo.
  2. Il documento denominato “Fac-simile Negozio di Forniture” è stato pubblicato sul sito è rappresenta il fac-simile della lettera che verrà utilizzata da ciascuna Biblioteca per dare inizio alla fornitura con l’aggiudicatario.
 
ultimo aggiornamento: 10-Apr-2009