Salta gli elementi di navigazione

G28: Quesiti e chiarimenti

1) Domanda

Requisiti richiesti al punto G2 del Capitolato d’Oneri (Forniture Analoghe):
a) Come forniture analoghe sono prese in considerazioni forniture hardware di tipo PC, Monitor, Server, Notebook o soltanto PC+Monitor?

b) Il valore di fatturato deve essere relativo al solo noleggio o può arrivare da vendita di apparecchiature analoghe?

Risposta

punto g.1 del Capitolato d’Oneri:
Nella elencazione del fatturato relativo agli anni indicati la Società dovrà indicare le forniture stralciando quelle che sono maggiormente attinenti al contratto di cui trattasi, fino alla concorrenza dell'importo richiesto, posto che, crediamo, il fatturato reale della Società del triennio sia ben maggiore di quello richiesto dal CO.
punto g.2 del Capitolato d’Oneri
La elencazione deve riportare una fornitura analoga eseguita, dell’importo indicato, al netto di IVA, che attesti la capacità tecnica professionale. Non è rilevante il titolo di proprietà quanto la tipologia della fornitura che nel caso di specie prevalentemente composta da PC e monitor.

2) Domanda

Pixel pitch non superiore a 0,29 x 0,29 mm: dal momento che lo standard per i monitor 19" è di Pixel pitch 0,294 x 0,294 mm, e alcuni produttori indicano tra le caratteristiche dei Monitor un Pixel pitch 0,29 x 0,29 mm arrotondando la misura per difetto, mentre altri produttori indicano la misura per esteso Pixel pitch 0,294 x 0,294 mm, possiamo considerare validi anche i monitor con Pixel pitch dichiarato di 0,294 x 0,294 mm?

Risposta

In riferimento all’unità di misura dei pixel il Capitolato Speciale d’Appalto esprime i valori fino al secondo decimale, avendo effettuato l’arrotondamento della misura per difetto (quindi il valore 0,294 viene accettato).

3) Domanda

Ingresso VGA analogico 15 pin D-sub e Ingresso digitale DVI-I: Il monitor deve essere dotato di due uscite distinte n.1 VGA e n.1 DVI, o è sufficiente un monitor con solo n.1 uscita VGA, fornendo a parte anche n.1 adattatore VGA-DVI?

Risposta

Gli ingressi analogici e digitali devono essere assolutamente distinti, non è ammesso il ricorso ad adattatori.

4) Domanda

Un connettore a monte USB 2.0 (v. 2.0 o superiore) e due connettori a valle USB 2.0 (v. 2.0 o superiore): cosa si intende precisamente per connettori USB a monte e a valle? I monitor devono avere minimo n.3 porte USB? Se ne avessero solo una o due, è possibile fornire insieme al monitor un HUB USB per portare il numero di porte USB totali a 3 o più?

Risposta

Indicano le prese USB poste nel profilo posteriore (solitamente nella parte bassa) del Monitor  e precisamente:

  • "un connettore a monte USB" per collegare il cavo USB al computer o ad un hub USB;
  • "due connettori a valle USB" per collegare periferiche USB al monitor.
Il Capitolato Speciale richiede n.3 porte USB e non è ammesso l’utilizzo dell’HUB UBS, per aumentare il numero di porte USB totali.

 

5) Domanda

Casse acustiche integrate: le casse acustiche possono essere tipo  il modello EE418AA, HP Flat Panel Speaker Bar, che si connette ai monitor HP che non ne fossero dotati, integrandosi nella cornice dei Monitor stessi e rendendoli così multimediali? In questo caso il Monitor avrebbe le casse integrate. La HP Flat Panel Speaker Bar è anche predisposta per ospitare un sistema di ancoraggio/antifurto di tipo Kensington.

Risposta

Si, purché la speaker bar sia perfettamente solidale con il monitor (accessorio originale) e non facilmente asportabile.

6) Domanda

In relazione al punto 2.3 del capitolato speciale di appalto: L'insieme delle caratteristiche (dvi, 1+2 usb, regolazione inclinazione/altezza), rendono difficile l'individuazione del monitor fornibile.
Si chiede:

  • se le regolazioni possono ammettere tolleranza nei limiti indicati.
  • se l'hub usb possa essere fornito non  integrato nel monitor, ma comunque solidale al monitor.

 

Risposta

No: le regolazioni vanno rispettate senza eccezioni secondo i requisiti indicati nel Capitolato Speciale d’Appalto in proposito si rimanda alle “Variazioni  n° 1 e n° 2 del CSA”.
Le porte USB devono essere integrate sul monitor e non e’ quindi ammesso un HUB USB (vedere anche la risposta alla Domanda 4).

7) Domanda

Riferimento all’ art 2.2 del capitolato d’oneri (della gara di cui all’oggetto).
Sono richiesti  chiarimenti circa la possibilità di produrre le documentazioni relative alle certificazioni dei prodotti nella lingua originale del produttore.
Questo tipo di documenti viene prodotto direttamente dalle case madri tramite le organizzazioni e gli enti certificatori del paese di produzione e non sono disponibili in lingua italiana.

Considerando ininfluente per le Vs. valutazioni tecniche tali documenti e riconoscendone la validità in quanto rilasciati da organizzazioni riconosciute, siamo pertanto a richiedere la possibilità di poterli produrre in lingua originale.

Risposta

Sono ammesse le sole certificazioni di cui al Punto 5.1 lettera e) punto 3 del Capitolato d’Oneri e al  Punto 5.2 lett. F) dello stesso Capitolato d’Oneri rese in Italiano o Inglese, non sono ammesse altre lingue, fermo tutto quanto richiesto al punto 2.2 del Capitolato d’Oneri.

8) Domanda

Rif. punto 1 oggetto della fornitura
Con la specifica "di case costruttrici ben note sul mercato internazionale" cosa si intende?
E’ sufficiente che la casa costruttrice abbia le certificazioni e i requisiti richiesti con un parco macchine installato e funzionante in svariate realtà della pubblica amministrazione?

Risposta

La specifica "di case costruttrici ben note sul mercato internazionale" indica la presenza, da parte delle case costruttrici, nel mercato internazionale a livello commerciale e produttivo. Sara’ comunque compito della Commissione, a suo insindacabile giudizio, valutare tale requisito.

9) Domanda

La verifica prestazionale dei PC può essere effettuata utilizzando la nuova versione del software Bapco - SYSmark 2007 Preview?

Risposta

Il Capitolato Speciale di Appalto, al punto 2.1 Personal Computer di fascia base ed al punto 2.2 Personal Computer di fascia alta, stabilisce livelli prestazionali misurati con Sysmark 2004 Second Edition su sistema operativo Microsoft Windows XP Professional. 
Lo stesso Capitolato Speciale di Appalto specifica inoltre, al punto 3.4 Aggiudicazione Provvisoria, come dovrà essere eseguito "il test prestazionale per la verifica di rispondenza con valori di benchmark indicati nell’offerta. Il tutto, come disciplinato dalle circolari n 44 del 5 ottobre e n 45 del 27 dicembre 2004 del Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA), mediante il benchmark di riferimento  SYSmark 2004 Second Edition che la ditta aggiudicataria avrà onere di procurare e di installare sulle due macchine soltanto al momento dell’effettuazione del test, in presenza del personale universitario appositamente incaricato".
Si conferma pertanto che ai fini della verifica dei valori di Benchmark dovrà essere utilizzato il solo software Bapco - SYSmark 2004 Second Edition
Resta confermato tutto quanto indicato dal CSA ed in merito si precisa che il test sui valori prestazionali deve dare valori superiori o uguali a quelli dichiarati in sede di offerta per entrambe le tipologie di prodotti di cui al punto 2.1 e 2.2.
Diversamente si procederà come disposto dal punto 3.4 del Capitolato Speciale d’Appalto, in particolare lett. A e B.  

10) Domanda

In merito a quanto previsto nel par. 2.3 (Monitor) del capitolato speciale d’appalto, si chiede se è possibile offrire un monitor conforme alle ultime specifiche Energy Star 5.0 che prevedono una luminosità massima pari a 250 cd/mq?

Risposta

Si conferma che la caratteristica tecnica minima per la luminosita', di cui al punto 2.3 - Monitor del Capitolato Speciale di Appalto, deve essere 300 cd/mq.

11) Domanda

Nel caso di partecipazione in A.T.I. la “mandataria” può essere la società che andrà a eseguire la percentuale minore?

Risposta

La forma giuridica di A.T.I. è una scelta commerciale delle società partecipanti così pure la quota parte del fare di ciascuna. Saranno le società, in piena autonomia, a stabilire chi sia la mandante e chi la mandataria.

12) Domanda

In caso di partecipazione in A.T.I. la fatturazione può essere prevista  in più fatture trimestrali (*), tante quante sono le società,  per quanto di competenza delle singole Società?
(*) parola cassata

Risposta

La forma giuridica di A.T.I. è una scelta commerciale delle società partecipanti così pure la modalità di fatturazione.
Rientra nell’autonomia delle società, al momento della stipula dell’atto costitutivo dell’A.T.I., stabilire in proposito, di questo la PA ne prende atto.
In merito si ricorda che la fatturazione trimestrale (*) è prevista dal bando suddivisa per centri di costo che saranno comunicati al momento della firma del verbale di inizio della fornitura.
(*) parola cassata

13) Domanda

A pag. 8, il capitolato d’oneri riporta quanto segue:
- Solo il casellario giudiziale per i soggetti cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara sulla G.U.U.E., ovvero, pena di esclusione dalla gara, documentazione con cui la società dimostri di aver adottato atti o misure di completa dissociazione della condotta penalmente sanzionata dai suddetti soggetti. (All. “I”).
Posto che dal C.d.A. sono cessati alcuni membri nell’ultimo triennio e che nessuno è stato sanzionato penalmente, chiedo se per rispondere al punto in questione sia sufficiente compilare l’allegato “I”.

Risposta

L’art. 38 del D. Lgs. 163/2006 al co. 1, lett. b) indica i soggetti tenuti a dimostrare l’inesistenza delle cause ostative elencate nello stesso articolo.
Alla lett. c) l’esclusione ed il divieto dell’art. 38 opera  nei confronti dei stessi soggetti cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di scadenza del bando.
Per i quali il Soggetto giuridico partecipante, nella/e persona/e che impegna/no la Società dovrà:

  • presentare casellari dei soggetti o dichiarazione ai sensi degli art. 46 e 47 del DPR 445/200 rilasciata dagli stessi
oppure
  • presentare l’All “I “ debitamente compilato in ogni sua parte.

14) Domanda

In riferimento al Capitolato d’Oneri - punto 5.1, lett. e)
Vista la proroga della scadenza dei termini di presentazione, nel caso di polizza già accesa, al fine di garantire la durata della fideiussione per la durata non inferiore a giorni 180, basta allegare un’appendice?

Risposta

I soggetti partecipanti che hanno già acceso la fideiussione possono assicurare il rispetto del requisito “scadenza non inferiore a 180 giorni dalla data di scadenza del bando di gara” mendiante emissione di appendice alla polizza stessa da inserire in originale  nella busta "A" .

15) Domanda

In riferimento alla tipologi 2.3 – Monitor

  • Il capitolato speciale di appalto al punto 7.1 al terzo capoverso “Prodotto 2.3 – Monitor” recita : Fornitura di una quota parte corrispondente alla quantità dei prodotti di cui al punto 2.2 con diagonale > 21”, fermo restando tutte le altre caratteristiche minime richieste.                                  P.ti 6
 Come può essere inserito nella scheda-offerta il prezzo del secondo monitor?

Risposta

Il quesito non pone il problema della quotazione di un singolo aspetto migliorativo, cosa atipica nelle procedure negoziali, piuttosto il fatto che detta miglioria, peraltro chiesta del CSA (premiata con l’attribuzione di punti 6 a insindacabile giudizio della Commissione), comporta necessariamente l’offerta di due diverse tipologie di monitor di prezzo differente ovvero diverso canone di locazione (colonne B,  C e D della scheda offerta) e differente volare residuo (colonne E, F e G della scheda offerta), valori peraltro indispensabili per la gestione contrattuale della fornitura.

Si tratta quindi da parte delle Società curare l’aspetto tecnico dettagliando come richiesto dal CSA tutte le caratteristiche possedute dalle attrezzature offerte specificandone  in sede di offerta la relativa quotazione economica.

Detto questo il Centro ha ritenuto apportare una modifica al Modulo-offerta

Le Società potranno quindi autonomamente scegliere:

  • offrire una unica tipologia di monitor ed riempire il rigo di cui al punto 2.3.3 del Modulo – offerta;

oppure

  • offrire due diverse tipologie di monitor e riempire le stringhe di cui  ai punti 2.3.1 e 2.3.2 del Modulo – offerta.

In entrambi i casi barrare la soluzione che non interessa.

Corre l’obbligo quindi ricordare alle Società che la non corretta compilazione in ogni sua parte del Modulo-offerta è a pena di esclusione dalla gara.

Si coglie altresì l’occasione di ribadire che tutti gli importi nel suddetto Modulo devono essere espressi al netto di I.V.A.

16) Domanda

Riguardo alla variazione del Modulo-offerta si chiede l’esatto numero dei Monitor di cui al rigo 2.3.3 poiché il Modulo-offerta originario, al rigo 2.3, riportava una quantità differente.

Risposta

Dalle verifiche effettuate circa le quantità espresse nel CSA emerge che le quantità corrette per i monitor sono:

  • 2.3.1       qt. 509
  • 2.3.2       qt. 115
  • 2.3.3       qt. 624
Per quanto sopra si è provveduto alla correzione del Modulo Offerta.
Att! : Si invitano pertanto le Società ad formulare la loro offerta utilizzando il modulo aggiornato al 22.10.2009.

17) Domanda

Ingresso digitale DVI-I: Con riferimento all’oggetto ed in particolare alle specifiche del Monitor (punto 2.3 del Capitolato Speciale d’Appalto), crediamo in merito a tale punto che esista una contraddizione tra “digitale” e sigla “DVI-I” che, di fatto, identifica la connessione del tipo analogico-digitale.  In altre parole, a nostro parere, la corretta dizione dovrebbe essere:
-          ingresso digitale DVI-D
peraltro perfettamente congruo e compatibile con il resto delle specifiche tecniche che prevedono l’ingresso analogico VGA.

Risposta

Il Capitolato Speciale d’Appalto prevede espressamente come specifica per il Monitor (indicata come “Ingresso digitale DVI-I”) la presenza di una interfaccia DVI-I per l’ingresso del segnale digitale. Tale interfaccia consente inoltre di collegare, qualora le strutture interessate dalla fornitura lo richiedano, anche i dispositivi con segnale analogico.

 
ultimo aggiornamento: 29-Ott-2009