Salta gli elementi di navigazione

Quesiti e chiarimenti

1) Domanda

Vista la documentazione di gara, al fine di formulare l’offerta tecnica nel miglior modo possibile anche dal punto di vista grafico, si chiede la possibilità di avere gli elaborati progettuali in formato dwg.

Risposta

Non è possibile da parte di questa Amministrazione fornire gli elaborati progettuali nel formato dwg.

2) Domanda

All’interno dell’Allegato B, punto 6 lettera g, si richiedono alla Società i seguenti riferimenti:

  • INPS  codice fiscale
  • INPS  Sede competente

Pertanto alle predette voci devo indicare il codice fiscale e la sede dell’Istituto di previdenza oppure il codice fiscale della Società?

Risposta

Il punto  in questione riguarda i dati  relativi agli Enti competenti ad emettere il certificato DURC e pertanto il concorrente dovrà compilare solo le parti di propria competenza, ovvero se si tratta di

  • datore di lavoro indicare la matricola azienda riferita all'attività svolta/da svolgere e la relativa sede competente;
  • lavoratore autonomo indicare la posizione contributiva individuale e la relativa sede competente;
  • gestione separata - committente/associante indicare il codice fiscale del committente e la relativa sede competente;
  • per gestione separata – titolare di reddito di lavoro autonomo di arte e professione indicare il codice fiscale del soggetto e la relativa sede competente.

3) Domanda

Nel Disciplinare di gara, all’art. 12.A PLICO “A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” punto 7, si indica che in caso di avvalimento la cauzione deve essere intestata a tutti gli operatori economici partecipanti.

Pertanto deve essere intestata anche alle imprese ausiliarie?

In caso di avvalimento, per usufruire del beneficio di cui all’art. 75 comma 7 del D.Lgs. 163/06 e s.m., anche l’impresa ausiliaria deve essere in possesso della certificazione del sistema di qualità?

Risposta

Le  modalità di presentazione della cauzione e della fideiussione sono quelle indicate al punto 7 dell’art. 12.A PLICO “A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” del Disciplinare di gara.

4) Domanda

Si chiede inoltre se la cauzione provvisoria può essere firmata digitalmente ai sensi del D.Lgs. 82/2005.

Risposta

Ove siano presenti i requisiti richiesti dal D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82  e s.m. relativamente alle regole tecniche che ne garantiscano la validità, è ammissibile la cauzione provvisoria con firma digitale della compagnia garante.

5) Domanda

Essendo qualificati per le seguenti categorie:

  • OG 2 CL III
  • OS 3 II
  • OS 28 I
  • OS 30 II
  • OG 11 II
  • OG 1 V

La nostra domanda è le cat OS6 – OS 7 – OS 8 a qualificazione non obbligatorie, possono essere coperte dalla Cat OG 1 ?

Risposta

Il principio di assorbenza vale ove e in quanto sia previsto dal bando di gara; nel caso di specie non è previsto.

Pertanto il concorrente dovrà attenersi a quanto indicato dal disciplinare di gara.

6) Domanda

E’ possibile mettere a disposizione dei concorrenti i seguenti elaborati:

  • Relazione tecnica ai sensi della legge 10-91
  • Relazione di calcolo ai fini energetici
  • Relazione tecnica previsionale dei requisiti acustici passivi (RAP)?

Risposta

A  breve  saranno  messi a  disposizione sul sito  ulteriori  documenti  che  riportano le informazioni richieste.

7) Domanda

La dove prevista la ristrutturazione della copertura, qual è la quota massima alla quale si  può  portare  la  linea di  gronda/linea  di colmo fatte salve le pendenze di falda già assegnate dal progetto?

Risposta

Per  una  risposta  consultare  l'art.39  comma 1, lettera  a)  del   regolamento edilizio vigente del comune di Firenze (http://www.comune.firenze.it/comune/regolamenti/edilizio/RE2009.pdf).

8) Domanda

C’è la possibilità di installare pannelli fotovoltaici  sulla  copertura, con  indicazione della falda eventualmente preferita?

Risposta

Attualmente  non  è  prevista  la  possibilità  di  installare  pannelli fotovoltaici sulle coperture   poiché il progetto approvato   dagli   organi   competenti   (comune  e  soprintendenza locale) non prevedono questa soluzione.
Tuttavia  i  contenuti  della  scheda  migliorativa  n C13  non  escludono la  possibilità di  offrire  l'impianto  fotovoltaico,  ma  si  sottolinea  che rimangono tassativamente a carico  della  ditta proponente  tutti  gli  oneri, obblighi  e  conseguenze  derivanti  dal formulare  tale  proposta, in  particolare  sotto  il  profilo  della  sua  fattibilità  tecnica, urbanistico-edilizio e  storico  artistica  e  fermo restando quanto previsto dall'art.  3bis dello schema di contratto.

9) Domanda

Qual è il documento che prevale in caso di difformità tra le stratigrafie (come ad es. il muro  di  tamponamento  MT01  del   corpo   D)   indicate   nel   Capitolato speciale d’appalto, gli  elaborati  grafici  architettonici, computo  metrico e le relazioni ad oggi non disponibili ( L.10/91 e RAP)?

Risposta

In  caso  di  difformità  tra  i  dati  riportati nei documenti di progetto si applica quanto riportato  all'art.5  dell'elaborato  denominato  "schema  di  contratto"  collocato   nella cartella progetto architettonico.

10) Domanda

Viene spesso impiegata la parola “ottimizzazione” specialmente rispetto all’impiego di sistemi energetici diversi da quelli del progetto di gara. Rispetto a quali parametri deve essere effettuata l’ottimizzazione visto che nel progetto di gara risultano mancanti?

  1. Relazione di calcolo degli impianti di riscaldamento e condizionamento invernali e di condizionamento estivo, con i relativi consumi stimati di combustibile e di energia elettrica;
  2. Relazione di calcolo illuminotecnico dalla quale si possa dedurre l’eventuale miglioria;
  3. Relazione di calcolo acustico per determinare la possibilità di miglioramento del potere fonoassorbente delle strutture come richiesto.

Risposta

A breve saranno messi  a  disposizione sul sito i seguenti documenti che riportano le informazioni richieste.

  • "Relazione Tecnica di Calcolo " degli Impianti Meccanici con i fabbisogni estivi ed invernali di ogni singolo ambiente;
  • "Relazione Tecnica di Calcolo " degli Impianti Elettrici e speciali  con i calcoli illuminotecnici;
  •  "Calcolo delle dispersioni termiche” secondo la Legge 10/91- 311, dalla quale si può dedurre la stima dell’energia primaria utilizzata;
  • “Valutazione su progetto dei requisiti acustici passivi”. Relativamente alla valutazione dei consumi stimati di combustibile o di energia elettrica si dovrà fare riferimento alla riduzione prevista dalla miglioria tecnica proposta rispetto ai valori desumibili in termini percentuali, o di unità di misura, dalle soluzioni e apparati di progetto.

11) Domanda

Qualora  si  volesse  dimostrare  la  maggior  convenienza  economica  oltre che energetica di una variante migliorativa dal punto  di  vista  del  costo di gestione (proposta di un sistema impiantistico rispetto ad un altro, vedi elemento C13), in quale  modo  si potrà dimostrare tale  convenienza  (il  maggiore  o  minor  costo di installazione  essendo  contenuto  nella busta  “offerta  economica”)  poiché  il   disciplinare   pena   l’esclusione   richiede   che nell’offerta    tecnica    non    sia   contenuta  “alcuna  indicazione  relativa   alla   offerta economica”.

Risposta

Si precisa che il progetto posto a base di gara non prevede un'offerta economica per quanto riguarda la futura gestione del complesso.
Per dimostrare la maggior convenienza della miglioria tecnica offerta dell'elemento C13 e' si possono riportare nelle analisi e nelle valutazioni i calcoli dai quali siano desumibili i vantaggi ottenibili con la soluzione proposta, rispetto a quello del progetto posto a base di gara, espressi in percentuale, in unità di misura di energia o di combustibile.
Pertanto al fine di evitare una possibile esclusione dalla gara se si indicano delle cifre al di fuori dell'offerta economica, si può riportare ed evidenziare il risparmio energetico p.e. indicando in percentuale i vantaggi ottenibili rispetto agli impianti previsti in progetto, rimanendo ferma sempre la necessità di dimostrare analiticamente tali risparmi.

12) Domanda

Qual è il criterio di attribuzione del punteggio dell’elemento prezzo non essendo chiaro quale sia il criterio di attribuzione di nn = peso attribuito all’elemento prezzo. Nell’espressione

Po = nn

BA - po

BA

 

 

il massimo del punteggio si ottiene per po = 0.

Risposta

Per quanto riguarda la valutazione dell'elemento "prezzo", il punteggio sarà attribuito mediante l'applicazione della formula riportata a pag. 5 del disciplinare di gara. Nella formula del prezzo:

Po = nn

BA - po

BA

 

 

dove:

Po = punteggio del concorrente i-esimo
nn = punteggio attribuito al criterio
BA = prezzo base d’asta (importo delle lavorazioni soggette a ribasso d’asta)
po = prezzo offerto dal concorrente i-esimo

il peso attribuito all'elemento prezzo nn e' di 40 punti. Con il criterio adottato il concorrente ottiene il massimo punteggio (Po = 40 punti) con po = 0, e il minimo punteggio (Po =0   punti) con po = BA.
Per i prezzi “po” compresi tra “0” e “BA” i punteggi corrispondenti vengono ottenuti per interpolazione lineare applicando la formula sopra riportata.

13) Domanda

Al  punto  3  ed  al  punto  4 dell’elemento C10 sono riportate le caratteristiche che deve avere l’eventuale miglioria  sull’isolamento  delle  partizioni  interne, in  particolare con riferimento ai processi di riconfigurazione del lay-out interno. Poiché negli elaborati grafici del progetto esecutivo si prevede che  le  partizioni interne siano costruite in muratura, si richiede se l’interpretazione del termine “riconfigurazione” prefiguri la possibilità di impiego di pareti mobili in sostituzione delle pareti in muratura.

Risposta

Con il termine "processi di riconfigurazione  del  lay-out interno" si intende l'uso di  sistemi  costruttivi  leggeri  che siano facilmente removibili  e che consentano agevolmente, e in tempi ristretti, l'esecuzione delle  opere  necessarie  alla nuova configurazione degli ambienti, sia dal punto di vista edile che impiantistico.

14) Domanda

Sia  negli  elaborati  grafici  che sulla relazione illustrativa non si fa menzione di un impianto di trattamento di aria primaria e sua distribuzione; il ricambio d’aria è previsto dalla normativa e non dovrebbe essere affidato alla semplice apertura delle finestre. Deve essere previsto?

Risposta

L'impianto di estrazione d'aria forzata, per gli uffici, non è un obbligo di legge; se   il   concorrente   lo   vuole   proporre   come  miglioria   dovrà   dimostrare analiticamente i vantaggi sia con i consumi energetici che con i costi dell'impiantistica, fermo restando quanto previsto dall'articolo 3 bis dell'elaborato schema di contratto.

15) Domanda

Poiché si richiede di consegnare il computo metrico estimativo delle migliorie si richiede di indicare il prezzario di riferimento utilizzato per la redazione del progetto esecutivo.

Risposta

Il prezzario di riferimento e' riportato sull'elaborato "schema di contratto", collocato nella cartella progetto architettonico, a pag. 8.

16) Domanda

Con riferimento alla gara in oggetto, nelle more di effettuare il sopralluogo così come previsto all’art. 10 del disciplinare di gara ed ancora da concordare, si richiede a Codesto spettabile RUP se sia possibile ritirare i moduli offerta e le tabelle D2 debitamente firmati tramite Agenzia di recapito e trasmissione autorizzato e munito di apposita delega al ritiro.
Tale richiesta viene inoltrata esclusivamente per necessità organizzative dell’Impresa richiedente.

Risposta

I moduli offerta potranno essere consegnati il giorno del sopralluogo che deve essere fissato con le modalità indicate nel capitolato d’oneri.

17) Domanda

La sottoscritta srl possiede categoria OG2 classe IV, volendo partecipare alla gara in oggetto costituisce ATI con imprese che possiedono OS3, OS28 e OG11. Per quanto concerne le categorie OS6, OS7, OS8 (che intendiamo subappaltare) il loro importo, ai soli fini della partecipazione alla gara, deve essere sommato all’importo dell’OG2? Se così fosse la ns. classifica IV (2.582.000,00) anche con l’aumento del 20% non sarebbe sufficiente a coprire l’importo della somma delle categorie 0G2, OS6, OS7, OS8 (3.592.513,47). Se all’ATI partecipassimo anche con imprese che hanno l’iscrizione alla OS6, OS7, OS8, ma non alla OG2 andrebbe bene?

Risposta

Si può partecipare in RTI con imprese iscritte alle ctg. OS6, OS7 e OS8, fermo restando che la classe posseduta dal concorrente per la categoria OG2 deve coprire anche le restanti ctg scorporabili e/o subappaltabili (OS3 e OS4) a scelta del concorrente e è necessario l’obbligo di qualificazione per la categorie OS28 e OS30.

18) Domanda

Nella descrizione delle migliorie vi è costantemente una evidente contraddizione tra quanto non deve essere modificato (si parla addirittura di “pena esclusione”) e quanto invece deve essere proposto a migliorato.

Ad esempio per l’elemento c.3, Infissi esterni vetrati, si legge che devono essere mantenute inalterate le parti fisse ed apribili, ma poi si richiede il miglioramento della partitura  e dell’apertura dell’infisso e dei rapporti di areazione.

Quale delle due indicazioni prevale, senza incorrere in una eventuale esclusione?

Risposta

 "Il mantenimento tipologico indicato nella scheda va inteso nel senso che la composizione architettonica del sistema degli infissi è strettamente relazionata alla compagine dei prospetti quindi la verticalità, indicata con la proposta progettuale da realizzare, non va assolutamente alterata (si predilige uno spartito che evidenzi la verticalità piuttosto che l'orizzontalità della composizione complessiva), tuttavia poiché il profilo del sistema scelto dall'impresa può, in relazione al comportamento strutturale dello stesso, riportare modifiche dimensionali (fisiologiche) dei passi compositivi, questi potranno essere variati nei limiti che non alterino la composizione verticale di cui prima.

In conseguenza di tutto ciò anche le parti apribili, ed i conseguenti rapporti aeroilluminanti, potranno subire  variazioni purché, come già ribadito, non alterino l'aspetto compositivo dell'insieme.

In tal senso si possono apportare migliorie assolutamente coerenti e non contraddittorie con quanto descritto nella scheda C3 nei sette punti elencati."

19) Domanda

Con la presente vorremmo conferma della possibilità di partecipazione alla gara in oggetto con la seguente organizzazione:

Siamo in possesso della categoria OS30 class. III (e OG11 class. III), vorremmo partecipare alla gara in oggetto ricoprendo la nostra categoria e subappaltando ad azienda qualificata e in possesso della abilitazione lettera F (che non possediamo) la categoria OS4, costituendo inoltre  RTI con un’azienda con OG2 classifica IV che ricoprirebbe il ruolo di capogruppo e subappalterebbe OS7 e OS8, un’ azienda con categoria OS6 e classifica adeguata all’importo, un’azienda con categorie OS28 e OS3 con classifiche adeguate agli importi.

Risposta

I lavori rientranti nella ctg. SOA OS4 (abilitazione tecnico professionale lett. F ex D.M. 37/2008) possono essere subappaltati a soggetto abilitato; tale volontà deve essere espressa in sede di partecipazione alla gara mediante la produzione della documentazione e con le modalità esplicitate in disciplinare di gara. 

Le categorie SOA OS28 e OS30 per un principio di assorbenza possono essere sostituite con la categoria SOA OG11.

La categoria SOA OS3 può essere scorporata ovvero subappaltata a soggetto qualificato.

Le ctg. SOA OS7 e OS8 sono riconducibili alla categoria prevalente non trattandosi di lavorazioni con obbligo di qualificazione, così come la categoria SOA OS6.

Pertanto, codesta società, dovrà tenere conto di quanto previsto ex art. 3 co. 2 D.P.R. 34/2000 che così recita:

“La qualificazione in una categoria abilita l’impresa a partecipare alle gare e ad eseguire i lavori nei limiti della propria classifica incrementata di un quinto; nel caso di imprese raggruppate o consorziate la medesima disposizione si applica con riferimento a ciascuna impresa raggruppata o consorziata, a condizione che essa sia qualificata per una classifica pari ad almeno un quinto dell’importo dei lavori a base di gara".

Per cui, nell’individuazione delle classifiche necessarie per la partecipazione che devono essere adeguate all’importo dell’appalto, codesta società deve tenere conto delle disposizioni contenute nella lex specialis di gara e nella normativa vigente, in particolare per quanto attiene ai R.T.I. alla condizione di cui sopra (evidenziata in grassetto).

20) Domanda

Questa impresa intende partecipare in ATI con imprese che hanno l'iscrizione per OS3 OS28 OS30 e OS6. Le categorie OS7 OS8 verrebbero coperte dalla ns. iscrizione nell'OG2 con l'aumento del 20%. E' possibile?
Per quanto riguarda la categoria OS4 l'abilitazione alla lettera F deve essere posseduta anche da chi dichiara di subappaltare o soltanto dalla ditta alla quale si subappalta? O tutte e due?

Risposta

Trattandosi di categorie non a qualificazione obbligatoria è possibile coprire le categorie OS7 e OS8 con l’iscrizione nella categoria generale OG2 per classifica adeguata tenendo di quanto disposto dall’ex art. 3 c.2 del Dpr 34/2000, che così recita:
La qualificazione in una categoria abilita l’impresa a partecipare alle gare e ad eseguire i lavori nei limiti della propria classifica incrementata di un quinto; nel caso di imprese raggruppate o consorziate la medesima disposizione si applica con riferimento a ciascuna impresa raggruppata o consorziata, a condizione che essa sia qualificata per una classifica pari ad almeno un quinto dell’importo dei lavori a base di gara".
Inoltre, qualora il concorrente non possegga l’abilitazione tecnico professionale alla lettera F (ex D.m. 37/2008), deve dichiarare di subappaltare tale lavorazione a impresa abilitata.

21) Domanda

Si può proporre l'utilizzo di un diverso materiale per i frangisole del corpo D (scheda c.2) e per il cancello principale e le porte di ingresso ai dipartimenti (scheda c.7) o è necessario attenersi ai materiali proposti nel progetto?

Risposta

Con riferimento alla scheda richiamata si fa presente che non è possibile cambiare il materiale proposto in progetto nè per il frangisole del corpo D nè per il cancello e le porte di ingresso dei dipartimenti dalle corti.

 
ultimo aggiornamento: 14-Set-2011