Salta gli elementi di navigazione

Quesiti e chiarimenti

1) Domanda

Nel caso di RTI in cui la capogruppo sia in possesso della certificazione  e la mandataria sia un consorzio, la certificazione deve essere posseduta dal consorzio o dalla ditta consorziata  a cui il consorzio  intende affidare l’esecuzione?

Risposta

Nel caso di RTI sia la capogruppo sia la mandataria, anche se si tratta di un consorzio, deve possedere la certificazione UNI  EN 14001 per ottenere il punteggio previsto nel bando di gara al punto P3.1 ( Punti 10),  dell’elemento “Qualità”; nel caso che il consorzio  mandante possegga la certificazione deve affidare l’esecuzione dei lavori ad una impresa consorziata in possesso della certificazione.

2) Domanda

Nel caso di RTI da costituire la certificazione UNI EN ISO 14001 deve essere posseduta da entrambe le ditte o basta la capogruppo?

Risposta

Per la risposta si veda quanto già pubblicato al quesito n. 1.

3) Domanda

Si richiede chiarimenti riguardo l'appalto per la "Realizzazione di un parco con valenza di area di laminazione delle acque meteoriche dell'insediamento universitario del Polo Scientifico Universitario di Sesto Fiorentino"; e nello specifico del punto P3.2 "Elemento Qualità" del Disciplinare di Gara.
La ... non essendo in possesso delle certificazioni richieste, subappalterà le opere di carpenteria in legno ad una ditta in possesso di certificazione UNI EN 14001, la quale comprerà il materiale presso una ditta in possesso di certificazione FSC e PEFC.
Tale procedimento, compilando una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, con le modalità previste nel bando di gara, è giust
a? 

Risposta

Non essendo direttamente intestatario delle certificazioni richieste, così come stabilito all’art. 11/D del disciplinare di gara, il concorrente potrà produrre, a pena di non attribuzione del punteggio, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, da cui risulti che il soggetto intestatario della certificazione è coinvolto nella catena della fornitura e posa in opera relativi alla presente gara ovvero attesti che il legname utilizzato è conforme alle caratteristiche ambientali da dettagliarsi nella dichiarazione medesima. Il concorrente dovrà precisare la/e norma/e di riferimento certificata/e.
Tale dichiarazione dovrà essere inserita all’interno del plico “D” offerta qualità.
Non essendo direttamente intestatario della certificazione UNI EN14001, il concorrente non prenderà alcun punteggio per quanto riguarda l’elemento qualità espresso al punto P3.1).
Per quanto riguarda l’elemento qualità espresso al punto P3.2  resta valida la risposta già inviata e espressa sopra.

4) Domanda

In caso di avvalimento per la cat. OG1 il punteggio per la certificazione ISO 14001 (da noi posseduta) viene attribuito ?  Anche l'impresa ausiliaria deve possedere tale certificazione per ottenere il punteggio?

Risposta

Il concorrente potrà ricorrere all’istituto dell’avvalimento per la ctg. SOA OG1 richiesta nel bando, così come stabilito all’art. 7 del disciplinare di gara; ai fini dell’attribuzione del punteggio per la certificazione di qualità ISO 14001 è necessario che entrambe le imprese (ausiliaria e ausiliata) posseggano tale certificazione.

 
ultimo aggiornamento: 09-Set-2011