Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Studi biblici, il contributo di Umberto Cassuto
Stampa la notizia

News

Studi biblici, il contributo di Umberto Cassuto

Nell’attività di ricerca a Firenze e a Gerusalemme

Un grande biblista ed ebraista di fama internazionale. Umberto Cassuto si è formato ed ha insegnato presso l’Ateneo fiorentino e poi a Roma prima della seconda guerra mondiale, quando dovette lasciare l'Italia a causa della legislazione razziale. Continuò il suo magistero presso l'Università Ebraica di Gerusalemme, con la quale l’Ateneo ha oggi un attivo accordo di interscambio culturale.

Alla figura dello studioso, che concentrò la propria attività di ricerca sulla Bibbia e su vari temi di studi giudaici, specialmente la storia dell'ebraismo in Italia,  è dedicato un convegno lunedì 2 ottobre, presso il rettorato, (Aula magna, Piazza San Marco, 4 – ore 14.30) organizzato Ida Zatelli, docente di Ebraico a Firenze. Nel corso dell’appuntamento saranno presentati i due volumi de "La Rassegna Mensile di Israel" dal titolo "Umberto Cassuto, Maestro di Bibbia nel paese della Bibbia” (a cura di Angelo M. Piattelli e Alexander Rofé).

 “I lavori di Cassuto sono tuttora un punto di riferimento per gli studiosi del settore – spiega Ida Zatelli, docente di Ebraico presso l’Ateneo fiorentino e promotrice dell’iniziativa - scrisse tra le altre opere una storia degli Ebrei a Firenze nel Rinascimento, che è rimasta fonte insuperata di notizie e documentazione sulla comunità ebraica fiorentina e il suo interagire con la città che l'accoglieva: uno scambio reciproco particolarmente fecondo sul piano culturale”.

Cassuto si occupò anche di Ugaritologia, un campo in cui fu un precursore al tempo della scoperta della città di Ugarit - Ras Shamra dove fu rinvenuto un grande archivio di tavolette d'argilla con testi che gettavano nuove luce sulle origini della Bibbia ebraica. Le ricerche di Cassuto proseguirono poi ad opera di altri studiosi che impressero un indirizzo in parte diverso.

All’incontro interverranno Alexander Rofé, uno dei massimi biblisti contemporanei e docente dell’Università di Firenze, Riccardo Di Segni, direttore del Collegio Rabbinico Italiano, David Cassuto, nipote dello studioso e docente dell’Università di Ariel, Gianfranco Di Segni, direttore della rassegna mensile di Israel, Angelo Piattelli, della rassegna mensile di Israel (Gerusalemme), Bruno di Porto, docente dell’Università di Pisa e Alberto Cavaglion, docente dell’Università di Firenze.

I lavori saranno introdotti dal rettore Luigi Dei e dall’assessore all'Accoglienza e Integrazione del Comune di Firenze Sara Funaro. A seguire prenderanno la parola il direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali Nicholas Brownlees, la consigliera dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Sara Cividalli, il presidente della Comunità Ebraica di Firenze Dario Bedarida e in rappresentanza della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia Alberto Boralevi.

28 Settembre 2017