Salta gli elementi di navigazione
Apri la finestra di ricerca
Apri il menù
 
  unifi comunicaNewsReddito di cittadinanza e altre forme di sostegno al reddito nei paesi europei

News

Reddito di cittadinanza e altre forme di sostegno al reddito nei paesi europei

Iniziativa al Campus delle Scienze Sociali

In Italia si chiama reddito di cittadinanza, in Francia “Revenu de solidarité active”, nel Regno Unito “Jobseekers allowance”. Le misure di contrasto alla povertà sono al centro del dibattito politico europeo ed internazionale e implicano un ripensamento del sistema di previdenza sociale. Di questo argomento si parlerà in un incontro al Campus delle Scienze Sociali martedì 15 gennaio, alle 15, a partire dalla presentazione del volume “Nuove (e vecchie) povertà: quale risposta? Reddito di inclusione, reddito di cittadinanza e oltre”, a cura della Fondazione Astrid e della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli (edificio D6, Aula 7 – Via delle Pandette 9 - ore 15).

I lavori si apriranno con i saluti del rettore Luigi Dei e l’introduzione di Franco Bassanini, presidente di Astrid. Interverranno Giorgia Giovannetti prorettore alle relazioni internazionali dell’Ateneo fiorentino, Emanuele Vannucci del Centro Interaccademico per le Scienze Attuariali e la gestione dei rischi (CISA), ricercatore dell’Università di Pisa. Valdo Spini, presidente della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli terrà le conclusioni.

Il libro, edito dal Mulino, contiene una rassegna delle principali misure di sostegno al reddito nei paesi europei ed è frutto delle ricerche condotte insieme da Fondazione Astrid e Fondazione Circolo Rosselli. Il volume si apre con una prefazione comune di Franco Bassanini e Valdo Spini e un’introduzione dell’ex ministro del lavoro Tiziano Treu. Porta la firma tra gli altri di Lapo Filistrucchi e Giorgia Giovannetti del Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa.

Il testo evidenzia che il reddito minimo è uno strumento largamente diffuso in Europa e che la sua efficacia dipende dal quadro generale dei provvedimenti di politica economica in cui si inserisce.

Data di
pubblicazione
11 Gennaio 2019
social shareFacebook logo Twitter logo
social shareFacebook logo Twitter logo