_SKIPNAVIGATION
_MENU_OPEN
 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
11.04.2022
social share Facebook logo Twitter logo

ITA | ENG


Il Programma per l’ambiente e l’azione per il clima 2021-2027 (LIFE), istituito con Regolamento 2021/783 (pdf) del 29 aprile 2021 del Parlamento europeo e del Consiglio, rappresenta lo strumento dell’UE dedicato all’ambiente e all’azione per il clima per il periodo 2021-2024, con uno stanziamento complessivo di € 5.432.000.000.

Il Programma LIFE ha avuto inizio nel 1992 e fino ad oggi si sono susseguite cinque fasi del programma (LIFE I: 1992-1995, LIFE II: 1996-1999, LIFE III: 2000-2006, LIFE +: 2007-2013, LIFE: 2014-2020).

Il programma è ora gestito dall'Agenzia esecutiva europea per il Clima, le Infrastrutture e l'Ambiente (CINEA).

Guida al programma

Base giuridica

Gli artt. 11, 191, 192 e 193  della versione consolidata del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea costituiscono la base giuridica dell’azione comunitaria in materia di ambiente. La politica dell'Unione in materia ambientale mira a un elevato livello di tutela, tenendo conto della diversità delle situazioni nelle varie regioni dell'Unione. Essa è fondata sui principi della precauzione e dell'azione preventiva, sul principio della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente.

Sulla base del Trattato si sono succedute nel corso degli anni diverse fasi del Programma Life: LIFE I (1992-1995), LIFE II (1996-1999), LIFE III (2000-2006) LIFE+ (2007-2013), LIFE (2014-2020).

La Commissione europea ha pubblicato il 13 luglio 2021 gli inviti a presentare proposte per le diverse tipologie di progetti dei quattro sottoprogrammi del Programma LIFE 2021-2027.

  • Natura e Biodiversità - NAT
  • Economia circolare e Qualità della vita - ENV
  • Mitigazione e Adattamento ai cambiamenti climatici - CCM e CCA
  • Transizione all’Energia pulita - CET

Il Regolamento LIFE - Reg. UE n. 2021/783  agli artt. 3 e ss. stabilisce poi nel dettaglio gli obiettivi specifici per ogni settore prioritario; ciascun settore prioritario comprende priorità tematiche che vengono definite nell’All. III dello stesso regolamento.

Il Programma di lavoro pluriennale (pdf) dettaglia invece i temi (topics) dei progetti che attuano le priorità tematiche, procedure, criteri, indicatori, budget per sottoprogramma e per tipologia di finanziamento.

Obiettivi

Il nuovo programma LIFE persegue il raggiungimento degli obiettivi e dei traguardi stabiliti dalla legislazione e dalle politiche in materia di ambiente e clima e da quelle pertinenti in materia di energia, in particolare degli obiettivi del Green Deal europeo e svolgerà un ruolo cruciale nel sostenere la realizzazione degli obiettivi della Strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030 (pdf), del nuovo Piano di azione per l’economia circolare (pdf), della nuova Strategia dell'UE di adattamento ai cambiamenti climatici (pdf) e della Strategia “Un’ondata di ristrutturazioni per l’Europa” (pdf) che faciliterà, quest’ultima, la transizione verso un’economia efficiente dal punto di vista energetico.

L'obiettivo generale del programma LIFE consiste nel contribuire al passaggio a un'economia sostenibile, circolare, efficiente in termini di energia, basata sulle energie rinnovabili, climaticamente neutra e resiliente ai cambiamenti climatici, al fine di tutelare, ripristinare e migliorare la qualità dell'ambiente, compresi l'aria, l'acqua e il suolo, e di interrompere e invertire il processo di perdita della biodiversità, nonché di contrastare il degrado degli ecosistemi, anche mediante il sostegno all'attuazione e alla gestione della rete Natura 2000, in modo da favorire lo sviluppo sostenibile. Il programma LIFE sostiene inoltre l'attuazione dei programmi generali d'azione adottati a norma dell'articolo 192, paragrafo 3, TFUE.

Gli obiettivi specifici del programma LIFE sono i seguenti:

  • sviluppare, dimostrare e promuovere tecniche, metodi e approcci innovativi per raggiungere gli obiettivi della legislazione e delle politiche dell'Unione in materia di ambiente, comprese quelle per la natura e la biodiversità, e in materia di azione per il clima, tra cui quelle per la transizione verso le energie rinnovabili e l'aumento dell'efficienza energetica, e contribuire alla base di conoscenze e all'applicazione delle migliori pratiche, in particolare in relazione alla natura e alla biodiversità, anche attraverso il sostegno alla rete Natura 2000
  • sostenere lo sviluppo, l'attuazione, la sorveglianza e il controllo dell'applicazione della legislazione e delle politiche dell'Unione pertinenti in materia di ambiente, comprese quelle per la natura e la biodiversità, e in materia di azione per il clima, transizione verso le energie rinnovabili o aumento dell'efficienza energetica, anche migliorando la governance a tutti i livelli, in particolare rafforzando le capacità degli attori pubblici e privati e la partecipazione della società civile
  • fungere da catalizzatore per l'introduzione su vasta scala delle soluzioni tecniche e strategiche dimostratesi efficaci ad attuare la legislazione e le politiche dell'Unione pertinenti in materia di ambiente, comprese quelle per la natura e la biodiversità, e in materia di azione per il clima, transizione verso le energie rinnovabili o aumento dell'efficienza energetica, replicando i risultati, integrando i relativi obiettivi in altre politiche e nelle prassi del settore pubblico e privato, mobilitando gli investimenti e migliorando l'accesso ai finanziamenti.

Struttura e azioni del programma

Il Programma si articola in 2 Settori e 4 Sottoprogrammi la cui ripartizione indicativa della dotazione complessiva è la seguente:

Settore Sottoprogramma Dotazione complessiva
Ambiente - Environment 1. Natura e biodiversità - NAT 2.143.000.000,00 €
  2. Economia circolare e qualità della vita - ENV 1.345.000.000,00 €
Azione per il clima - Climate Action 3. Mitigazione e Adattamento ai cambiamenti climatici - CCM e CCA 947.000.000,00 €
  4. Transizione all’energia pulita - CET 997.000.000,00 €
Totale   5.432.000.000,00 €


Una delle novità principali introdotte dal Programma LIFE 2021-2027 riguarda i Call for proposal che saranno diversi per ogni tipologia progettuale di ciascun Sottoprogramma:

  • Progetti di Azione Standard - Standard Action Projects (SAPs)
  • Progetti Strategici Integrati - Strategic Integrated Projects (SIPs)
  • Progetti Strategici di tutela della Natura - Strategic Nature Projects (SNAPs)
  • Progetti di Assistenza Tecnica Preparatori dei Progetti Strategici - Technical Assistance Preparation of SNAPs and SIPs (TA-PP)
  • Azioni di Coordinamento e Sostegno (CSA)

Il programma LIFE può finanziare altre attività attuate dalla Commissione a sostegno dell’avvio, dell’attuazione e dell’integrazione delle politiche ambientali e climatiche e della legislazione dell’Unione al fine di conseguire gli obiettivi del programma. Tali azioni possono comprendere:

  • spese di informazione e comunicazione, comprese le campagne di sensibilizzazione. Le risorse finanziarie assegnate alle attività di comunicazione coprono anche la comunicazione istituzionale sulle priorità politiche dell’Unione, nonché sullo stato di attuazione e recepimento delle principali normative dell’Unione in materia di ambiente e di clima;
  • studi, indagini, modellizzazioni e scenari;
  • preparazione, attuazione, monitoraggio, controllo e valutazione dei progetti, delle politiche, dei programmi e della legislazione;
  • laboratori, conferenze e incontri;
  • piattaforme di networking e di buone pratiche;
  • tutte le altre attività necessarie al fine di conseguire gli obiettivi del programma.

Durata e budget

Il programma LIFE per il periodo 2021-2024 gode di uno stanziamento complessivo di risorse pari a € 5.432.000.000.

Come partecipare

Participant Identification Code (PIC)

E’ obbligatorio per le seguenti categorie di partecipanti: beneficiari, entità affilate e partner associati.
Il PIC per l’Università di Firenze è 999895789.

Documenti di utilità e modulistica

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
11.04.2022
social share Facebook logo Twitter logo