Salta gli elementi di navigazione
D.R. 468/2010 (prot. 39391)
Home page > Bollettino Ufficiale > Bollettino Ufficiale > Anno IX - N. 6 - Giugno 2010 > D.R. 468/2010 (prot. 39391)

D.R. 468/2010 (prot. 39391)

Pubblicazione telematica a cura dell'Università degli Studi di Firenze - Registrazione del Tribunale di Firenze n. 5223 del 4 dicembre 2002 - Direttore responsabile: Antonella Maraviglia. Direttore: Dott. Michele Orefice. Redazione: Piazza S. Marco, 4 - 50121 Firenze - Tel. 055 2757271 Fax 055 2756219 - http://www.unifi.it/bu/ - email: bollettino.ufficiale@adm.unifi.it

Decreto rettorale, 14 giugno 2010, n. 468 (prot. n. 39391)

Modifiche al testo del Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time) emanato con D.R. 30 settembre 2008, n. 1145 (prot. n. 62691)

IL RETTORE

  • VISTO il D.M. del 22 ottobre 2004, n.270, in particolare, l’articolo 11, comma 7, lettera i);
  • VISTO Il Regolamento didattico di Ateneo, emanato con D.R. 39902(550), in data 11 giugno 2008, in particolare l’articolo 22;
  • VISTO il Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time) emanato con D.R. 30 settembre 2008, n. 1145 (prot. n. 62691);
  • VISTE le proposte di modifica elaborate dalla Commissione didattica del 23 febbraio 2010 e sottoposte al parere del Comitato Tecnico Amministrativo, ai sensi dell’art.9, comma 1, del “Regolamento per l'amministrazione, la finanza e la contabilità”;
  • VISTO il parere favorevole espresso dal Comitato Tecnico Amministrativo in data 4 maggio 2010, sulla bozza di modifica del Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time) “suggerendo tuttavia di riformulare l’art 2, c.2, anche nella parte che non è stata modificata, e in correlazione a ciò l’art.3, c.2, in modo che il testo risulti più comprensivo”;
  • VISTO il parere favorevole espresso dal Consiglio di Amministrazione in data 12 maggio 2010 sulle modifiche al testo del Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time) e, in particolare, le modifiche ai testi degli art. 2, c. 2 e art. 3, c. 2, a seguito delle indicazioni del citato parere del Comitato Tecnico Amministrativo;
  • VISTA la delibera del Senato Accademico del 26 maggio 2010 con la quale ha approvato le modifiche proposte al testo del Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time) emanato con D.R. 30 settembre 2008, n. 1145 (prot. n. 62691);
  • VISTO il vigente Regolamento Didattico di Ateneo;
  • VISTO il vigente Statuto dell’Università,

DECRETA

di approvare le modifiche al testo del Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time) emanato con D.R. 30 settembre 2008, n. 1145 (prot. n. 62691), come di seguito indicate:

  • Art. 2: il testo vigente del c. 2 viene sostituito con il seguente “La qualifica di studente part-time si acquisisce per due anni accademici consecutivi e può essere ottenuta per un numero di anni doppio rispetto alla durata normale del corso di studio” e quello del c. 3 viene sostituito con il seguente “Lo studente part-time si impegna verso l’Università degli Studi di Firenze ad acquisire non più di 60 CFU e non meno di 12 CFU, esclusi i crediti formativi convalidati o dispensati, in due anni accademici consecutivi, entro la data di chiusura delle iscrizioni per l’anno accademico successivo al biennio.”
  • Art. 3 c. 2: viene cassato l’inciso “per un periodo pari ad un solo anno accademico e può essere reiterato”
  • Art. 4: viene introdotto l’Art. 4 bis
  • Art. 5: il testo vigente del c. 1 viene sostituito con il seguente “Lo studente part-time, qualora in due anni accademici per i quali ha ottenuto tale qualifica, acquisisca meno di 12 CFU o più di 60 CFU, esclusi i crediti convalidati o dispensati, perde la qualifica medesima ed i benefici ad essa inerenti ed è tenuto a versare la quota dei contributi dai quali era stato esentato per i due anni accademici in part-time”; viene cassato il c. 3 e inserito il c. 3 bis. Inoltre dopo l’art. 5 viene inserito l’art 5 bis.

Pertanto emana il seguente Regolamento per lo studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche (studente part-time):

Articolo 1 - Oggetto

  1. Il presente regolamento disciplina la figura dello studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche, di seguito denominato studente part-time, di cui all’articolo 11, comma 7, lettera i), del decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270, e all’articolo 22, comma 2, del Regolamento didattico di Ateneo emanato con decreto rettorale n. 39902 (550) dell’11 giugno 2008.

Articolo 2 - Qualifica di studente part-time

  1. L’attribuzione della qualifica di studente part-time può essere richiesta da ogni studente immatricolato o iscritto agli anni normali dei corsi di studio di cui al successivo articolo 3, comma 1, il quale, per motivi di lavoro, di famiglia o personali, ritenga di non essere in grado di procedere nel percorso di studio nei tempi normali previsti dalla normativa vigente per il relativo corso di studio.
  2. La qualifica di studente part-time si acquisisce per due anni accademici consecutivi e può essere ottenuta per un numero di anni doppio rispetto alla durata normale del corso di studio.
  3. Lo studente part-time si impegna verso l’Università degli Studi di Firenze ad acquisire non più di 60 CFU e non meno di 12 CFU, esclusi i crediti convalidati o dispensati, in due anni accademici consecutivi, entro la data di chiusura delle iscrizioni per l’anno accademico successivo al biennio.
  4. L’Università degli Studi di Firenze si impegna verso lo studente part-time a ridurre i contributi universitari, per l’anno accademico per il quale è stata richiesta l’immatricolazione o l’iscrizione con la qualifica di studente part-time, di una quota che sarà determinata dal Consiglio di Amministrazione per ogni anno accademico e indicata nel relativo Manifesto degli studi. Restano invariate la tassa fissa d’iscrizione e la tassa regionale per il diritto allo studio universitario.

Articolo 3 - Condizioni per la richiesta della qualifica di studente part-time

  1. L’attribuzione della qualifica di studente part-time può essere richiesta al momento della immatricolazione, ovvero dell’iscrizione agli anni normali di un corso di laurea, di un corso di laurea specialistica/magistrale a ciclo unico, o di un corso di laurea specialistica/magistrale, esclusi i corsi a programmazione nazionale o locale.
  2. La richiesta può essere presentata negli anni normali di corso dello studente.
  3. La richiesta non può essere nuovamente presentata dallo studente part-time che non consegua il titolo di studio entro gli anni normali di corso, aumentati dell’anno o degli anni nei quali ha acquisito la predetta qualifica.
  4. La richiesta non può comunque essere presentata né per l’anno accademico nel quale lo studente intenda usufruire di istituti relativi alla mobilità internazionale ed alle collaborazioni a tempo parziale, né per quello nel quale lo studente ha chiesto la sospensione della carriera.

Articolo 4 - Modalità di presentazione della richiesta

  1. Ai fini dell’acquisizione della qualifica di studente part-time deve essere presentata domanda al Rettore, adeguatamente motivata, con le modalità e nei termini fissati dal Manifesto degli studi.

Articolo 4 bis - Piano di studio

  1. Allo studente part-time è assegnato un Piano di studio individuale articolato sul numero degli anni di durata individuale del corso.
  2. La richiesta di Piano di studio individuale deve essere presentata con apposita domanda al Rettore, adeguatamente motivata, con le modalità e nei termini fissati dal Manifesto degli studi.
  3. Lo studente che, per propria richiesta o per revoca da parte dell’università, perde la qualifica di studente part-time, dovrà ripresentare richiesta di nuovo Piano di studio individuale articolato sul numero degli anni nuovamente determinati

Articolo 5 - Perdita della qualifica di studente part-time e dei relativi benefici

  1. Lo studente part-time, qualora in due anni accademici per i quali ha ottenuto tale qualifica, acquisisca meno di 12 CFU o più di 60 CFU, esclusi i crediti convalidati o dispensati, perde la qualifica medesima ed i benefici ad essa inerenti, ed è tenuto a versare la quota dei contributi dai quali era stato esentato per i due anni accademici in part-time.
  2. Perde altresì la qualifica di studente part-time ed i benefici ad essa inerenti, con obbligo di restituzione della quota di contributi dal cui pagamento era stato esentato, lo studente che chieda la sospensione della carriera con le modalità previste dal Manifesto degli studi.
  3. bis - Allo studente che, a seguito di revoca da parte dell’università per mancanza dei requisiti, perde la qualifica di studente part-time, non è consentito ripresentare richiesta di part-time per tutta la durata del corso di studio a cui risulta iscritto.

Articolo 5 bis - Rinuncia alla qualifica di studente part-time e ai relativi benefici

  1. Lo studente part-time può, nell’anno accademico successivo a quello della richiesta, rinunciare e ritornare in full-time. In questo caso, se lo studente richiedente:
    • ha acquisito, nel precedente anno accademico, almeno 6 CFU e non più di 30 CFU alla data di chiusura delle iscrizioni, non è tenuto ad integrare la quota dei contributi dai quali era stato esentato nel precedente anno accademico;
    • non ha acquisito, nel precedente anno accademico, almeno 6 CFU o ha acquisito più di 30 CFU alla data di chiusura delle iscrizioni, deve integrare la quota dei contributi dai quali era stato esentato nel precedente anno accademico.
  2. Allo studente che su propria richiesta rinuncia alla qualifica di part-time, non è consentito ripresentare richiesta di part-time per tutta la durata del corso di studio a cui risulta iscritto.

Articolo 6 - Accesso alle agevolazioni economiche per merito

  1. Allo studente part-time spettano le agevolazioni economiche per merito previste dal Manifesto degli studi.
  2. Per tale studente gli anni normali di corso ai fini dell’accesso alle agevolazioni sono accresciuti in numero pari a quello degli anni accademici per i quali ha ottenuto la qualifica di studente part-time.

Articolo 7 - Disposizione finale

  1. Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente regolamento, si applica la normativa statale e di Ateneo vigente in materia di gestione delle carriere degli studenti.

Firenze, 14 giugno 2010

IL RETTORE
Prof. Alberto Tesi

 
ultimo aggiornamento: 16-Giu-2010