_SKIPNAVIGATION
_MENU_OPEN
 
 AteneoDocumentazione degli uffici Unità di Processo Offerta Formativa e Qualità dei Corsi di Studio – Offerta post-laureaperfezionamento e aggiornamento professionale
3506

Corsi di perfezionamento post lauream e Corsi di aggiornamento professionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO
22.03.2021
social share Facebook logo Twitter logo

Proposte di istituzione - Anno accademico 2021/2022

I Dipartimenti sono invitati a presentare le proposte dei Corsi di Perfezionamento post-laurea e Aggiornamento professionale da istituire per l’anno accademico 2021/2022, in applicazione della Rettorale prot. n. 75536 - III/5 del 25 febbraio 2021 (pdf) .

Le proposte sono presentate nel rispetto del Regolamento per la istituzione ed il funzionamento dei corsi di Perfezionamento post laurea e dei corsi di Aggiornamento professionale (pdf) e della Procedura di approvazione delle proposte di istituzione dei master, corsi di perfezionamento post laurea e corsi di aggiornamento professionale a.a. 2013/2014, approvata dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione nelle sedute del 30 gennaio 2013.

Le proposte A.A. 2021/2022 sono trasmesse al Rettore dai medesimi Dipartimenti entro il 15 aprile 2021, oppure entro il 2 novembre 2021 ed entro il 31 gennaio 2022 per i corsi da attivare, rispettivamente, nei periodi gennaio/ottobre e aprile/ottobre dello stesso anno accademico .

Per esigenze formative particolari, legate a innovazioni normative, giurisprudenziali, scientifico-tecniche o in altri campi comunque rilevanti, gli Organi di Governo potranno valutare se accogliere proposte di istituzione dei corsi anche al di fuori delle scadenze sopra indicate.

Corsi di Perfezionamento post laurea

Sono disciplinati dal "Regolamento per la istituzione ed il funzionamento dei Corsi di Perfezionamento post laurea e dei Corsi di Aggiornamento professionale" e destinati a persone in possesso di un titolo universitario.
Le proposte devono essere redatte utilizzando la seguente modulistica:

  • Modulo per presentare i progetti di corsi di perfezionamento (rtf)
  • (se necessaria) Dichiarazione di conformità dei locali (ex D.Lgs. n. 81/2008) da parte dell’ente che mette a disposizione i locali (MOD_01) (rtf)
  • (se necessaria) Scheda di raccolta informazioni per la formazione sui rischi specifici (MOD_02) (rtf);
  • Modulo “date”(MOD_03) (rtf)
  • Scheda rilevamento costi (MOD_04) (xls)
  • (se necessario) Fac-simile accordo per attivazione attività formativa di tipo pratico (MOD_05) disponibile a breve

Corsi di Aggiornamento professionale

Sono disciplinati dal Regolamento per la istituzione ed il funzionamento dei Corsi di Perfezionamento post laurea e dei Corsi di Aggiornamento Professionale. E’ possibile accedervi anche in mancanza di titolo di studio universitario.
Le proposte devono essere redatte utilizzando la seguente modulistica:

  • Modulo per presentare i progetti di corsi di aggiornamento professionale (rtf)
  • (se necessaria) “Dichiarazione di conformità dei locali” (ex D.Lgs. n. 81/2008) da parte dell’ente che mette a disposizione i locali (MOD_01) (rtf)
  • (se necessaria) “Scheda di raccolta informazioni per la formazione sui rischi specifici” (MOD_02) (rtf)
  • Modulo “date”(MOD_03) (rtf)
  • Scheda rilevamento costi (MOD_04) (xls)
  • (se necessario) Fac-simile accordo per attivazione attività formativa di tipo pratico (MOD_05) disponibile a breve

Indicazioni per la compilazione della modulistica

Per entrambe le tipologie di corso si deve rispettare quanto riportato nel Regolamento sopra richiamato, di cui si sintetizzano i punti principali:

  • il numero massimo di ore di didattica frontale (lezioni in aula, esercitazioni, seminari – compresa la “modalità a distanza”) è pari a 240
  • il numero minimo di ore di didattica frontale è pari a 4 (limite stabilito dal Senato Accademico del 9 febbraio 2011)
  • sono attivabili corsi che non eroghino CFU
  • per l’erogazione di 1 CFU sono necessarie almeno 6 ore di didattica frontale
  • il numero massimo di CFU è pari a 20, prendendo come base di riferimento 6/12 ore di didattica frontale per ciascun credito, anche per i corsi a distanza
  • il numero minimo degli iscritti non deve essere inferiore a 5
  • gli eventuali CFU devono essere certificati dal Direttore del Corso a coloro che abbiano ottemperato agli obblighi di presenza e superato le prove didattiche previste
  • possibilità di iscrivere, in soprannumero a titolo gratuito, personale docente e tecnico amministrativo, assegnisti, studenti iscritti a corsi di laurea, laurea magistrale e corsi di dottorato dell’Ateneo Fiorentino e personale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer e dell’ASL Toscana Centro secondo i limiti, condizioni e criteri specificati nella modulistica
  • la tassa di iscrizione deve essere compresa tra un minimo di 150 euro e un massimo di 1.500 euro, anche in relazione al numero di ore di didattica frontale erogata. In considerazione dei costi determinati dall’utilizzo di speciali attrezzature, ovvero di caratteristiche specialistiche del corso puntualmente evidenziate, può essere proposta una quota di iscrizione superiore. La quota di iscrizione può essere inferiore a 150 euro qualora il corso abbia una durata inferiore a 6 ore e non eroghi CFU. Possono essere previste quote differenziate in favore di giovani laureati iscritti entro il ventottesimo anno di età
  • possibilità (da parte dei Dipartimenti) di stipulare con aziende/enti/ordini professionali accordi aventi a oggetto riserve di posti all’interno dei corsi di perfezionamento o aggiornamento professionale, anche con eventuale previsione di quota agevolata per l’iscrizione
  • per lo svolgimento di sole attività di didattica frontale (ad esempio lezioni, seminari, workshop, laboratori informatici, laboratori linguistici o similari), in locali diversi da quelli dell’Ateneo – è necessario allegare al progetto una dichiarazione rilasciata da parte del datore di lavoro (MOD_01) (rtf).
  • per lo svolgimento di attività - diverse dalla didattica frontale - in cui si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione - è necessario allegare al progetto una dichiarazione rilasciata da parte del Coordinatore del corso (MOD_02) (rtf).
  • costi per assicurazione contro gli infortuni degli studenti. L’importo del premio individuale per ciascun anno assicurativo a copertura degli infortuni di ogni singolo studente è pari a 3,76 euro. Ciascun anno assicurativo decorre dal 1 ottobre di ogni anno fino al 30 settembre dell’anno successivo. Nel modello rilevamento costi, pertanto, si deve tenere conto del numero degli anni assicurativi coinvolti che, per questa tipologia, in base al periodo di svolgimento del corso e fino al termine dello stesso (inclusa l’eventuale verifica finale), possono arrivare fino a un massimo di due. A esempio, un corso la cui attività inizi nel mese di settembre 2021 e termini, con la verifica finale, a maggio 2022 coinvolge i seguenti due anni assicurativi:
    • dal 1 ottobre 2020 al 30 settembre 2021 (per 1 mese)
    • dal 1 ottobre 2021 al 30 settembre 2022 (per 8 mesi)

Nel modello rilevamento costi, quindi, in corrispondenza della cella “Numero di anni assicurativi”, nell’esempio sopra illustrato, deve essere indicato 2. Per ciascun studente, infatti, deve essere trattenuto dai fondi del corso l’importo complessivo di 7,52 euro corrispondente ai 2 premi assicurativi da versare a copertura degli infortuni che potrebbero verificarsi durante l’intera durata del corso.


Solo per i corsi di perfezionamento

In deroga alle previsioni suddette, i corsi di perfezionamento possono considerarsi annuali e stabilire il conferimento di 25 CFU quando prevedano:

  • una durata di almeno 6 mesi
  • una prova finale obbligatoria

I consulenti del lavoro, gli iscritti nella sezione A dell’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, o altri soggetti in possesso di iscrizione a un ordine, collegio o albo professionale, ma non di diploma di laurea, possono eventualmente essere ammessi in qualità di uditori

Al termine dei corsi viene rilasciato dal Direttore del corso un Attestato di frequenza, il cui fac-simile può essere richiesto a convenzioni.didattica(AT)adm.unifi.it.

Contatti e informazioni

Per consulenza e chiarimenti è possibile rivolgersi all’Unità di Processo “Offerta Formativa e Qualità dei Corsi di Studio” – Offerta post laurea

Tel. 055 275 - 7670 | 7295 | 7298 | 7299 - email convenzioni.didattica(AT)adm.unifi.it  - PEC didattica.convenzioni(AT)pec.unifi.it