Salta gli elementi di navigazione
28/10/2015  Stampa la notizia

Internazionalizzazione, missione del Dipartimento di Architettura in Colombia

Organizzata a Manizales la Settimana dell'architettura rinascimentale toscana 

Si rafforzano il dialogo interculturale e gli scambi fra l'Ateneo e le università colombiane. A settembre si è svolta a Manizales, capoluogo del dipartimento di Caldas, una missione del Dipartimento di Architettura (DIDA) guidata da Michele Paradiso, associato di Scienza delle costruzioni e referente di vari accordi di collaborazione interuniversitaria con gli atenei del paese sudamericano.

L'iniziativa ha avuto come momento centrale la partecipazione alla "Settimana dell'architettura toscana del Rinascimento", organizzata per diffondere in Colombia la cultura italiana e toscana sulla conservazione del patrimonio storico costruito.
Nella missione, finanziata dall'Istituto Italiano di Cultura di Bogotà, dall'Università Nazionale di Colombia e dall'Università Cattolica di Manizales, Paradiso era affiancato da Grazia Tucci, associato di Topografia e cartografia presso il Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale (DICEA), dalla Soprintendente alle Belle arti per le provincie di Firenze, Pistoia e Prato Alessandra Marino e da Valerio Tesi, sempre della Soprintendenza. Fra i temi della manifestazione, gli studi sulla Cupola di Filippo Brunelleschi svolti dal gruppo di ricerca di Salvatore Di Pasquale fra gli anni '70 e '80, le potenzialità della tecnologia laser scanner per la conoscenza del patrimonio storico costruito, il progetto Grandi Uffizi, le strategie di intervento per il restauro di alcuni monumenti dell'architettura rinascimentale.

"La presenza dell'Ateneo e della Soprintendenza – commenta Michele Paradiso - ha avuto un'eco positiva sugli ambienti accademici e politici colombiani e una ottima visibilità sulla stampa locale, rafforzando le sinergie tra la nostra università e quelle colombiane, che vedono fortemente incoraggiata la mobilità studentesca e progetti di ricerca comune, non solo sul patrimonio storico costruito, ma anche sulla architettura in terra cruda e bambù".

Nei giorni precedenti l'evento di Manizales, la delegazione fiorentina - accompagnata dall'ambasciatore italiano a Bogotà, Gianni Bardini, e dal direttore dell'Istituto Italiano di Cultura, Uberto Malizia - ha incontrato istituzioni ministeriali colombiane, preposte alla conservazione dei beni culturali.

 

Delegazione_fiorentina_in_Colombia

Da sinistra, Grazia Tucci, Valerio Tesi, Natalia Jaramiglio, Alessandra Marino, Michele Paradiso, Josè Fernando Muñoz, Juan Manuel Sarmiento