_SKIPNAVIGATION
_MENU_OPEN
 
 DidatticaCorsi di aggiornamento professionaleDipartimento di Scienze della Salute (DSS)
12030

Dipartimento di Scienze della Salute (DSS) | 2021 2022

ULTIMO AGGIORNAMENTO
02.07.2021
social share Facebook logo Twitter logo

La responsabilità dirigenziale nelle strutture e servizi sociosanitari: principi, strumenti e metodi

Descrizione del Corso: Il corso, come già per gli scorsi anni, viene riproposto in un momento in cui è ormai consolidata l’accelerazione della evoluzione dei bisogni dell’utenza, del contesto sociale e familiare, delle normative di riferimento, della competitività sui costi e sui servizi, che richiedono risposte organizzative aggiornate ed efficaci: dirigere una Struttura/Servizio Socio Sanitario impone sempre più di integrare la gestione della routine con la gestione dell’innovazione.
Su tutte queste necessità maturate gli scorsi anni, durante il 2020 si è inserita la pandemia COVID 19, tutt’ora in corso, che ha esasperato le criticità delle strutture e degli operatori e conseguentemente le problematiche di salute e di gestione della salute degli ospiti.
La pandemia ha evidenziato la già nota fragilità sanitaria delle RSA, nate in gran parte strutturalmente come residenze di assistenza “alberghiere” con una progettazione che già in precedenza non teneva conto della aumentata “sanitarizzazione” degli ospiti e certamente non in grado, nel suo complesso, di reggere l’urto di una situazione drammatica e imprevista come quella causata dalla COVID-19.
Non si tratta quindi soltanto di garantire la correttezza formale degli atti amministrativi e la risposta ai bisogni crescenti delle persone ivi residenti: la funzione direttiva si trova sempre più spesso a confrontarsi con la necessità di garantire la qualità dei servizi offerti, intesa come capacità dinamica di fornire prestazioni adeguate rispetto alle aspettative diversificate e non sempre compatibili di utenti/clienti/committenti.
A questa problematica, di carattere più generale, si accompagna una crescente complessità organizzativa e gestionale accentuata dalla ormai consolidata trasformazione dei cosiddetti “utenti” (residenti) in veri e propri “pazienti” con una caratterizzazione sanitaria sempre più ampia e articolata che però non può - e non deve - prevalere e soffocare gli aspetti di umanizzazione, con le conseguenti necessità di gestione del rischio in maniera peculiare e personalizzata. In questo contesto la gestione del rischio è resa più complessa dalla tipologia di formazione del personale, che è di tipo essenzialmente assistenziale e solo in minima parte sanitaria.
Ad aggravare ulteriormente quanto sopra, infatti, la composizione dell’organico non prevede alcun medico interno dipendente dalle strutture e permane una notevole scarsità di personale infermieristico.
Diventa quindi ancor più essenziale consolidare le conoscenze acquisite ed acquisirne di nuove, assieme a strumenti specifici a livello organizzativo, gestionale e relazionale al fine di sviluppare una nuova cultura che avvicini le risposte dei servizi agli effettivi bisogni, finalizzando il miglioramento organizzativo, oltre che alla soluzione di criticità organizzative, economiche, finanziarie, anche al miglioramento della qualità di vita: miglioramento della qualità di vita di tutti i protagonisti del palcoscenico socio sanitario, a partire dai destinatari di questo corso, Direttori e Responsabili di Strutture e Servizi Socio Sanitari, per estendersi al personale operante e, infine e soprattutto, ai residenti.
Il possesso di strumenti sempre più precisi ed evoluti per gestire e risolvere con successo le quotidiane criticità può e deve essere visto in una prospettiva non solo aziendalistica, ma anche, se è concesso il termine, “esistenziale”: come già affermato nella prima edizione del corso, quanto più il Direttore sarà sicuro e “tranquillo” nella guida della sua attività, con una visione precisa della rotta da seguire, della meta da raggiungere e padrone di tutti gli strumenti necessari, tanto più aumenterà la sua qualità professionale e migliorerà la sua e la altrui qualità di vita, alleggerendo la tensione emotiva del carico gestionale.
Inoltre la consapevolezza da parte degli operatori di avere una guida aziendale adeguata e sicura, consapevolezza rinforzata dal fornire a ciascuno operatore conoscenze approfondite e appropriate al proprio ruolo, consente loro di utilizzare le proprie conoscenze, e maturarne di nuove, con il massimo della competenza tecnica unita al massimo dell’attenzione nei confronti del paziente/utente.
Pare quindi opportuno affrontare gli argomenti trattati su un piano fortemente manageriale, con una modalità volta a fornire quella conoscenza degli strumenti che è presupposto del loro utilizzo appropriato.
CFU: 16 CFU totali (8 CFU per didattica frontale e 8 CFU per attività pratica osservazionale)
Direttore del Corso: Gugliemo Bonaccorsi
Sede del Corso: le attività didattiche in presenza si svolgono presso il Dipartimento di Scienze della Salute DSS - Ex istituto di Igiene - viale Morgagni, 48 - Firenze
Durata delle attività didattiche: 270 ore totali (70 ore di didattica frontale e 200 ore di attività pratica osservazionale)
Periodo di svolgimento del Corso: dal 18 maggio al 28 ottobre 2022
Decreto istitutivo:
in fase di pubblicazione
Scadenza iscrizione
: 2 maggio 2022
Il corso non sarà attivato qualora le iscrizioni siano inferiori a 20.
Quota di iscrizione: € 1.000
Informazioni sui contenuti del corso:
guglielmo.bonaccorsi(AT)unifi.it
francesco.manneschi(AT)centrostudiorsa.org
info(AT)centrostudiorsa.org

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
02.07.2021
social share Facebook logo Twitter logo