Università degli Studi - Firenze
Home page > Ateneo > Bandi di gara e procedure immobiliari > Bandi di gara > Forniture > G217: Quesiti e chiarimenti
Stampa la pagina corrente Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

G217: Quesiti e chiarimenti

1. Domanda

In riferimento alla gara d'appalto in oggetto, essendo interessati a parteciparvi, Vi chiediamo gentilmente di fissarci al più presto l'appuntamento per poter effettuare un sopralluogo nei locali interessati

Risposta

Il sopralluogo potrà essere concordato fissando direttamente con il RUP contattandolo agli indirizzi indicati all’art. 7 del capitolato d’oneri

2. Domanda

La nostra società …….. opera nel settore audiovisivo locale e nazionale con installazioni e assistenza tecnica dal 1985, con capacità tecnica e professionale e possiede le seguenti certificazioni:
Attestazione di qualificazione alla esecuzione di lavori pubblici SOA OS-19 e OS-30.
Certificati ISO-9001-2008 per il campo di applicazione audiovisivo ed informatico.
Rilascio delle certificazioni elettriche secondo il D.M. 22 Gennaio 2008 N° 37 per l’esecuzione di impianti elettrici e allaccio di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Siamo interessati alla partecipazione della gara, ma la clausola del punto 3.3/a ci
escluderebbe dalla competizione in quanto non disponiamo di una fattura dell’importo di 500.000,00 euro nel periodo richiesto, l’abbiamo dell’anno precedente, il 2004.
Siamo in regola con la richiesta del punto 3.2/a “importo relativo al fatturato globale degli
ultimi tre esercizi” di 2.000.000,00 euro.
Cortesemente Vi richiediamo la possibilità di una ns. partecipazione alla gara in oggetto che accrescerebbe la pluralità delle offerte tecniche ed economiche

Risposta

Relativamente al punto 3.3 a del capitolato d’oneri il concorrente deve dimostrare di aver eseguito nel triennio 08.07.2006 – 08.07.2009 un contratto per forniture analogo a quello oggetto della gara di importo non inferiore ad € 500.000,00 o due la cui somma non sia inferiore complessivamente ad € 750.00,00; in alternativa il concorrente potrà partecipare in RTI dove la capacità tecnico-professionale sia in capo alla capogruppo.

3. Domanda

E' possibile ricevere la documentazione via e-mail?

Risposta

La documentazione è scaricabile dal sito tranne quella da ritirare direttamente presso il RUP contattandolo agli indirizzi indicati all’art. 7 del capitolato d’oneri.
Eventuali ulteriori richieste di chiarimenti potranno essere inviate all’indirizzo: appalti@unifi.it

4. Domanda

In riferimento al ritiro della documentazione relativa alla Procedura Aperta G217, e più precisamente al ritiro del Modulo di Offerta e della Documentazione Tecnica, la presente per comunicare che un ns. Responsabile potrebbe recarsi dal Responsabile Unico del Procedimento, dietro Vs. conferma, martedì 14 luglio.
Vi preghiamo volerci confermare la data ed indicare un orario per la consegna.
Avremmo inoltre bisogno di un chiarimento in merito all’ART.10F – PLICO F – PROVE REQUISITI “Requisito art. 3.3 lett. A)” a pagina 20 del Capitolato D’Oneri, che riporto in parte:
“Certificati di buona esecuzione rilasciati dai soggetti destinatari del servizio attestanti la buona esecuzione della fornitura stessa, nonché la data del contratto, l’importo del contratto, la data di inizio e fine esecuzione e l’importo della fornitura eseguita nel triennio in esame.”
Si intendono dei certificati redatti direttamente dai ns. Clienti?

Risposta

Relativamente al ritiro del modulo offerta  e della scheda Documentazione Tecnica il concorrente dovrà prendere accordi direttamente con il RUP Arch. Francesco Pilati contattandolo nei modi indicati all’art. 7 del capitolato d’oneri.
Per quanto riguarda i certificati di buona esecuzione la risposta è affermativa: questi dovranno essere redatti e sottoscritti dai clienti del concorrente.

5. Domanda

In riferimento alla procedura in oggetto, e precisamente all’ART.10D – PLICO “D-TEMPI DI CONSEGNA” (pagina 19 Capitolato d’Oneri), si legge:
“Detto plico dovrà contenere, pena esclusione dalla gara, una dichiarazione di offerta da cui risulti il tempo di consegna stimato per la fornitura oggetto della gara.”
Vi preghiamo volerci inviare maggiori informazioni su cosa si intende per dichiarazione di offerta.
Ipotizziamo si intenda unicamente di una dichiarazione attestante i tempi di consegna della fornitura completa, ovviamente entro i limiti min e max da voi indicati ma Vi preghiamo volerci inviare conferma.

Risposta

Trattasi di un’offerta tempo in cui il concorrente offre i tempi di consegna, espressi in giorni naturali e consecutivi, rimanendo nei limiti minimi e massimi indicati dall’Amministrazione.

6. Domanda

Con la presente siamo a richiederVi se la fidejussione provvisoria può essere emessa da agenti assicurativi , poichè risulta  dal capitolato d’oneri a pag. 16 che la polizza può essere rilasciata mediante fidejussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata dagli intermediari finanziari ma non vengono indicate le Compagnie di assicurazione.

Risposta

La fideiussione provvisoria può essere rilasciata dalle compagnie di assicurazione oltre che dagli intermediari finanziari iscritti nell’ elenco speciale di cui all’ art. 107 del decreto legislativo 385/93, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero del Tesoro, del bilancio e della programmazione economica.

7. Domanda

In riferimento all'attestazione di pagamento all'autorità per la vigilanza sui contratti pubblici vedi p.18 Capitolato d'oneri:
b) in caso di pagamento sul conto corrente postale n. 73582561, intestato a "AUT. CONTR. PUBB." Via di Ripetta nr. 246 - 00186 Roma, dovrà essere allegata l’attestazione in originale del versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità.
E' da intendersi che va allegata l'attestazione originale oppure la fotocopia con dichiarazione di autenticità o nel caso venga allegato l'originale va comunque fatta una dichiarazione di autenticità?

Risposta

Come indicato nel capitolato d’oneri, l’attestazione di pagamento deve essere originale oppure, se è copia, deve essere accompagnata da dichiarazione di autenticità e copia di documento di identità in corso di validità.

8. Domanda

Avvalendosi della procedura di avvalimento per ottemperare ai requisiti di capacità tecnica e professionale richiesta (art.3 comma3.3 lettera a) i certificati di buona esecuzione, richiesti nell'art.10F requisito art.3.3 lett.a p.20 Capitolato d'oneri, devono essere rilasciati unicamente dalla società che si fa carico di rispondere ai requisiti sopracitati?

Risposta

La risposta è affermativa solo nel caso in cui un concorrente si avvalga di un altro operatore economico per la totalità del requisito e quindi i contratti ed i certificati di buona esecuzione saranno prodotti da questo ultimo; se invece l’avvalimento per un requisito non è totale, i contratti ed i certificati dovranno essere rilasciati anche dalla società che ricorre all’istituto dell’avvalimento, fermo restando che per tutta la durata del contratto il concorrente e l’impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante.

9. Domanda

Sul Capitolato d’Oneri è spesso riportata la dicitura: “Tutta la documentazione dovrà essere sottoscritta, pena l’esclusione dalla gara, come indicato al co. 2 dell’art. 10. Qual è il comma 2 dell’Articolo 10?

Risposta

Il comma 2 dell’art. 10 (Costituzione del plico contenente l’offerta) del Capitolato d’Oneri è il secondo capoverso: “La domanda e tutte le dichiarazioni inserite nel plico della documentazione amministrativa, le offerte ed i relativi giustificativi, pena l’esclusione dalla gara, devono essere sottoscritti come segue: …………”.

10. Domanda

In riferimento all'avvalimento p.13 Capitolato d'oneri è sufficiente allegare i seguenti documenti di cui all'art.49 D.Lgs.12/4/06?

  1. una sua dichiarazione verificabile ai sensi dell'articolo 48 , attestante l'avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell'impresa ausiliaria;
  2. una sua dichiarazione circa il possesso da parte del concorrente medesimo dei requisiti generali di cui all'articolo 38 ;
  3. una dichiarazione sottoscritta da parte dell'impresa ausiliaria attestante il possesso da parte di quest'ultima dei requisiti generali di cui all'articolo 38 ;
  4. una dichiarazione sottoscritta dall'impresa ausiliaria con cui quest'ultima si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell'appalto le risorse necessarie di cui è carente il concorrente;
  5. una dichiarazione sottoscritta dall'impresa ausiliaria con cui questa attesta che non partecipa alla gara in proprio o associata o consorziata ai sensi dell'articolo 34 né si trova in una situazione di controllo di cui all'articolo 34, con una delle altre imprese che partecipano alla gara;
  6. in originale o copia autentica il contratto in virtù del quale l'impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell'appalto.

Risposta

Ai fini dell’avvalimento il concorrente si deve attenere a tutto quanto indicato all’art. 49 del D.lgs. 163/2006 e s.m.

11. Domanda

Notiamo che nella descrizione del progetto non si prevede l’utilizzo di collegamenti DVI. Molte delle descrizioni relative alle apparecchiature richieste prevedono invece la porta DVI. E’ effettivamente necessaria?

Risposta

Gli apparati ove indicato nella descrizione, devono avere anche le porte DVI il cui utilizzo è previsto per futuri ampliamenti dell'impianto.

12. Domanda

Nel C.S.A. alla voce “Bacheche Elettroniche” si parla prima di monitor LCD, poi successivamente, nella descrizione tecnica, di monitor al plasma. Di quale delle due tecnologie si deve tener conto?

Risposta

I monitor sono stati indicati erroneamente come LCD nella descrizione generale di funzionamento nel capitolo "Bacheche elettroniche".
Per tutte le voci fa fede la descrizione indicata nel "Computo Metrico" per cui le bacheche elettroniche con scheda PC a bordo devono essere con tecnologia PLASMA e non LCD.

13. Domanda

 “In riferimento al calcolo della quantità degli altoparlanti a soffitto per le singole aule, notiamo che le quantità previste rispetto ai nostri calcoli sono sempre inferiori di due unità.
E’ corretto dedurre che nel calcolo complessivo della superficie venga detratta l’area occupata dalla cattedra?”

Risposta

Sono corrette le considerazioni fatte nel quesito in quanto l'area dove è posta la cattedra non va sonorizzata per limitare l'effetto “Larsen” del microfono del docente. Va quindi sonorizzata con le specifiche indicate nel capitolato solo la zona dove si trovano i banchi degli studenti.

14. Domanda

Nel capitolato d’Oneri pag. 18 ART.10B si fa riferimento all’art. 10 commi 2 e 3.
Leggendo la documentazione non si riesce a capire a quale art. 10 si fa riferimento (visto che nella documentazione non ci sono art. 10 che riportano a quell’argomento), è possibile indicarlo.

Risposta

L’art. 10 a cui si fa riferimento è quello del Capitolato d’Oneri (Art. 10 – Costituzione del plico contenente l’offerta) che si trova a pag. 14.

15. Domanda

Nel capitolato speciale d’appalto parte II aula magna, pag 15, viene descritto un tavolo relatori con alcuni prodotti:
Il tavolo relatori è attrezzato con n.4 monitor vga 17” incassati, n.1 presa vga per il collegamento di un Notebook, n.1 PC, n.1 visual presenter, n.1 matrice di commutazione vga 4x4 per la gestione dei segnali locali, n.1 touch screen WiFi per la gestione del tavolo relatori, n.4 microfoni con pulsante per l’automazione delle inquadrature della telecamera.
Alcuni prodotti su questo tavolo, non sono inclusi nel computo metrico, tipo : monitor vga 17” incassati, n.1 presa vga per il collegamento di un Notebook, n.1 PC.
Anche in altre sale, ( es. x3 , x1 ed altre ) è citata la presenza di un attacco vga e audio sul tavolo relatore.>
Questi prodotti sono da inserire nell’offerta, oppure sarà una predisposizione ?

Risposta

Fra la descrizione e l'elenco del materiale c'è una piccola differenza infatti mentre nella descrizione delle funzionalità dell'aula sono indicati monitor da 17 pollici nell'elenco del materiale sono indicati monitor 19 pollici come da riferimento V17 (i monitor per l'aula magna sono 6 così suddivisi: n.4 incassati nel tavolo e n.2 in regia. I monitor offerti devono essere da 19 pollici. “In generale in caso di discrepanze fa sempre fede la descrizione inserita nel Computo Metrico”
Le prese vga sono invece computate a corpo alla voce C7 infatti si parla di cavi intestati. Si precisa che l’intestatura deve essere effettuata sul posto.

16. Domanda

Mi servirebbe sapere alcune informazioni riguardante la gara in oggetto:

  1. dimensioni Aula Magna (L x L x H) e se vi è controsoffitto e nel caso quanta intercapedine c’è fra solaio e controsoffitto
  2. localizzazione Sala Riunioni (all’ultimo piano) - (dagli elaborati non si capisce quale locale sia) e dimensioni sala (L x L x H)
  3. richiesta importante, necessità di avere il file CAD delle piante, per facilitazione del lavoro progettuale e realizzazione degli elaborati di progetto

Risposta

  1. Le caratteristiche e le dimensioni dell’Aula Magna sono desumibili dagli elaborati grafici allegati alla documentazione di gara. Ulteriori specifiche possono essere acquisite durante il sopralluogo dell’immobile.
  2. Le caratteristiche e le dimensioni della Sala riunioni (4° piano) sono desumibili dagli elaborati grafici allegati alla documentazione di gara. Ulteriori specifiche possono essere acquisite durante il sopralluogo dell’immobile.
  3. Non sono disponibili ulteriori elaborati grafici oltre a quelli indicati e riportati nei documenti di gara pubblicati sul sito web.

17. Domanda

Nel capitolato d’oneri, ART. 10B — PLICO “B — OFFERTA TECNICA’ e nel capitolato speciale d’appalto parte II “Art. 32 Progetto impiantistica “ si richiede di presentare “la documentazione relativa alla configurazione e alla programmazione dei processori a ud/o digitali e delle centraline di controllo”: cosa si intende con detta documentazione? Possiamo intendere degli esempi di Iayout grafico delle pagine (es. pagina iniziale, pagina. selezione sorgenti, pagina regolazione volumi?)

Risposta

Nel caso dei processori audio digitali è necessario fornire il layout della configurazione interna (es. ingressi microfonici, equalizzatore parametrico, compressore, matrice modulo di uscita ecc.) tale documentazione può essere una immagine dello schema a blocchi ottenuta dal software di programmazione, nel caso delle centraline di controllo gli esempi di layout grafico delle pagine.

18. Domanda

Nel capitolato d’oneri, ART. 1OF — PLICO ‘E — PROVE REQUISITI” si richiede di presentare la documentazione come previsto all’art. 48 del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, sebbene tale norma preveda la presentazione della documentazione a seguito di sorteggio. Dovrà pertanto essere presentata in sede di offerta o a seguito di richiesta della stazione appaltante come citato nell’articolo in questione?

Risposta

La documentazione a comprova di quanto dichiarato nell’allegato “C” del Capitolato d’oneri va inserita nel plico “F – prove requisiti” che va presentato in sede di offerta come richiesto dal capitolato stesso.

19. Domanda

Nel capitolato speciale d’appalto — parte ll, Art. 30

Messa in opera “ alla voce “manuali” si richiede” Tutte le attrezzature e i software di gestione dovranno essere dotati di manuale di istruzione in lingua Italiana”; si intendono solo i manuali d’uso dell’impianto (utilizzo dei software di gestione) realizzati appositamente dall’appaltatore o anche i manuali di tutte le apparecchiature fornite? Si richiede in quanto molte delle apparecchiature richieste, come la maggior parte delle apparecchiature elettroniche professionali, sono fornite con il solo manuale in lingua inglese

Risposta

E' necessario fornire i manuali d'uso in italiano dell'impianto, contenente anche i principali comandi di ogni singolo apparato in italiano, e i manuali d'uso in italiano dei software di gestione realizzati dall'appaltatore.

20. Domanda

Nel capitolato speciale d’appalto — parte Il”, “Art 32 Progetto impiantistica si richiede “Tutti monitor al plasma, i videoproiettori e le telecamere dovranno essere installate a soffitto attraverso utilizzo di staffature robuste e sicure “ Tali staffature non sono previste nel computo metrico, dovranno pertanto essere fornite dall’appaltatore o verranno fornite dalla Stazione Appaltante? Qualora fossero a carico dell’appaltatore, relativi costi andrebbero addebitati sulla relativa voce delle singole apparecchiature al fine di presentare la documentazione ‘le giustificazioni ai sensi degli artt. 86 e 87 D.Lgs. 12 aprile 2006, n 163 e s m. relative agli elementi atti a giustificare tutti i prezzi offerti, “come richiesto dal capitolato d’oneri ART. 1O/G - PLICO “G — GIUSTIFICATIVI”?

Risposta

Per i monitor al plasma delle aule è previsto già un sistema di ancoraggio, come evidenziato nel corso del sopralluogo tecnico, sarà quindi necessario adattare il sistema di ancoraggio del monitor alla predisposizione esistente.

Per i videoproiettori le telecamere e gli altri monitor ove non è prevista una predisposizione essendo non definita la loro posizione, le staffe di ancoraggio devono comunque essere comprese nella fornitura.

21. Domanda

Devono essere presentate le schede tecniche delle apparecchiature proposte?

Risposta

Nella "Scheda documentazione tecnica" devono essere riportate marca e modello dell'apparato offerto mentre nella colonna "descrizione apparato offerto" vanno evidenziate le eventuali differenze di caratteristiche, oppure, in alternativa alla compilazione della colonna "descrizione apparato offerto" è possibile allegare la documentazione tecnica dell'apparato offerto.

22. Domanda

Nel computo metrico, nt, V3 e V13, Schermo PLASMA 42” High Definition 169, Diagonale 1060 mm, 1024 x 768 (786,432 pixels), HO ready con scheda HDMI opzionale), 4096 gradazioni per 68 miliardi di colori, contrasto 15.000:1, Compatibile con PC (Vga Uxga), Slot Type per schede opzionali, design ufirapiatto 8,9 cm di spessore, ingressi RGB/component (D sub l5pin), video, S video, la scheda HDMI deve essere considerata come in fornitura o come possibilità di essere integrata in seguito?

Risposta

Lo schermo al plasma deve essere predisposto ad accogliere la scheda HDMI per future espansioni ma tale scheda non deve essere fornita.

23. Domanda

Nel computo metrico, nt, V16, Scan converter per conversioni segnali PC, Mac Workstatìon o DVID, RGsB, RGBS o RG8HV con risoluzioni fino a 1600x1200/60 Hz, in formato video composito, SVideo, RGBS o Component YUV: uscita RGB Computer per monitoraggio del segnale da convertire, 8 livelli di anfiflicker, freeze, possibilità di resize dell’immagine con zoom e pan linear possibilità di correzione delle tre componenti di colore R, GB, e de/livello di nero controllo tramite pannello frontale dotato di display LCD o tramite porta seria/e RS232 e OPZIONALE VIA IP. “l’opzione di controllo via IP deve essere considerata come in fornitura o come possibilità di essere integrata in seguito?

Risposta

Lo scan converter deve essere predisposto ad accogliere la scheda (o opzione) IP per future espansioni ma tale scheda non deve essere fornita.

24. Domanda

Nel computo metrico, nt, V16, “Amplificatore uso commerciale con 4 ingressi di linea stereo, 1 ingresso micro meno mixabile sul/e linee con reg.sensibilità e toni indipendenti, finale di potenza 2x80W su 4 ohms, possibilità di inserim.di 2 trasf. 100V 60W opzionali, modalità i zona sterco o 2 zone meno indip., controllo via PS232 o infrarosso (telecomando opz.), limiter inseribile, ampio display alfanumerico co/or blu, regolazione digitale dei volumi (maxmusic, maxmic., gain input, paging on off per zone, Loudness automatico, volumi zone)” il telecomando deve essere considerato come ri fornitura o come possibilità di essere integrato in seguito?

Risposta

L'amplificatore deve essere predisposto per il funzionamento con telecomando ad infrarossi per future espansioni ma tale telecomando non deve essere fornito.

25. Domanda

Nel capitolato speciale d’appalto — parte II “Art 32 Progetto impiantistica si richiede “I comandi aggiuntivi potranno essere ad esempio n.1 interruttori per il comando sali/scendi dello schermo, n.1 presa VGA per il collegamento di un PC all’apparecchiatura di distribuzione dei segnali nonché i comandi dell’impianto audio/video, quest’ultimi ad eccezione nelle aule dove si renderà necessario porre una pulsantiera nel mobile rack”

Cosa si intende per comandi dell’impianto audio/video?

Risposta

Nelle aule ove non è prevista una pulsantiera dedicata per la gestione dell'impianto possono essere previsti comandi aggiuntivi per agevolare la gestione delle attrezzature.

26. Domanda

Nel capitolato speciale d’appalto — parte II Art 32 Progetto impiantistica si richiede “I diffusori a soffitto dovranno essere incassati perfettamente in appositi pannelli nel contro soffitto esistente rispettando l’estetica della struttura stessa. I pannelli dovranno essere di materiale ignifugo e forniti e corredo dei diffusori dalla ditta appaltatrice. “Non è possibile utilizzare quegli già presenti in sala praticando i necessari fori per inserire I diffusori a controsoffitto?

Nel casa di risposta negativa è possibile sapere la marca e modello dei pannelli per poter quantificare la spesa?

Qualora fossero a carico dell’appaltatore, I relativi costi andrebbero addebitati sulla relativa voce ei singoli diffusori al fine di presentare la documentazione le giustificazioni ai sensi degli art. 86 e 87 D.Lgs. 12 aprIle 2006, n.163 e s. m. relative agli elementi atti a giustificare tutti i prezzi offerti, come richiesto dal capitolato d’oneri ART. 10G - PLICO G - GIUS11FICATIVI”.?

Risposta

Gli altoparlanti possono essere incassati nei pannelli esistenti; in tal caso ogni onere è comunque a carico dell’aggiudicatario della fornitura.

27. Domanda

Nel capitolato d’Oneri, pag. 19 , nelle varie documentazioni da inserire nel plico B, c’è anche questa richiesta:

- la documentazione relativa alla configurazione e alla programmazione dei processori audio digitali e delle centraline di controllo.

Si potrebbe spiegare meglio questo punto, cioè che tipo di documentazione va’ inserita, tipo grafica..descrittivo..o cos’altro..?

Risposta

Nel caso dei processori audio digitali è necessario fornire il layout della configurazione interna (es. ingressi microfonici, equalizzatore parametrico, compressore, matrice modulo di uscita ecc.) tale documentazione può essere una immagine dello schema a blocchi ottenuta dal software di programmazione, nel caso delle centraline di controllo gli esempi di layout grafico delle pagine.

 
ultimo aggiornamento: 22-Lug-2009
social iconsFacebook Twitter YouTube Behance Google+ Issuu Instagram LinkedIn