Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Ematologia, donazione per la ricerca dalla famiglia Zottola
Stampa la notizia

News

Ematologia, donazione per la ricerca dalla famiglia Zottola

Un rilevante legato a favore dell'Ateneo
Un legato di un milione di euro all'Università di Firenze, per la ricerca finalizzata all'ematologia, da svolgersi presso l'Unità di ricerca di Ematologia e Malattie del sangue diretta da Alberto Bosi. E' quanto disposto dall'ing. Luciano Zottola nel proprio testamento, a cui la vedova sig.a Rosanna Avanzi ha dato esecuzione.

Questo pomeriggio, presso il rettorato, la sig.a Avanzi ha incontrato il prorettore vicario Vittoria Perrone Compagni e il direttore generale dell'ateneo Beatrice Sassi in occasione della formalizzazione delle procedure collegate all'accettazione della donazione. Il rilevante fondo sarà speso sotto il controllo di un comitato di gestione (composto dal prof. Filippo Donati, in rappresentanza della famiglia Zottola, dal prof. Alberto Bosi e dal Direttore del Dipartimento di Medicina sperimentale e clinica prof. Corrado Poggesi) e sarà destinato a sviluppare il progetto HEMATARGET, ovvero la definizione di bersagli per la terapia mirata delle malattie del sangue.
I fondi permetteranno anche di acquisire un'apparecchiatura avanzatissima, un sequenziatore di DNA di ultima generazione, necessario a studiare e mettere a punto terapie personalizzate per i pazienti di ematologia.

legato Zottola

Nella foto, da sinistra: il prorettore vicario Vittoria Perrone Compagni, Filippo Donati, Rosanna Avanzi, Alberto Bosi, Corrado Poggesi e il direttore generale Beatrice Sassi
18 Maggio 2016