altre sezioni
Home > unifi comunica > News > Tesori inesplorati. Le biblioteche dell’Ateneo in mostra
Stampa la notizia   

News

Tesori inesplorati. Le biblioteche dell’Ateneo in mostra

Pezzi rari e antichi esposti al pubblico alla Biblioteca Medicea Laurenziana

Oltre settanta opere per raccontare al visitatore lo straordinario patrimonio bibliografico-documentale dell'Ateneo. Papiri, manoscritti, antichi esemplari a stampa, carte geografiche, disegni, incisioni, acquerelli sono i protagonisti di “Tesori inesplorati. Le biblioteche dell’Università di Firenze in mostra” dal 15 febbraio al 23 giugno alla Biblioteca Medicea Laurenziana (piazza San Lorenzo, 9 Firenze).

Il valore scientifico-culturale e la bellezza anche iconografica dei ‘tesori’ selezionati sono il filo conduttore dell’esposizione, porta di accesso al ricchissimo patrimonio culturale (circa 3.900.000 pezzi) delle biblioteche universitarie fiorentine.

Sei le sezioni: Il corpo umano e la sua cura; Le scienze naturali dal Medioevo all’età moderna; Alle origini del diritto; Tecnologie in evoluzione; Firenze, il Mediterraneo e l’Oriente; Il Novecento. Temi che si intrecciano rinviando alla storia del fiorentino Istituto di Studi Superiori nato nel 1859, a quella dell’Ateneo e della città di Firenze, con l’intento di contribuire alla “terza missione” dell’Università: aprirsi alla cittadinanza creando percorsi di conoscenza.

Ampio l’arco delle discipline rappresentate: papiri riflesso delle antiche civiltà del Mediterraneo; un prezioso codice erbario tardo-medioevale con miniature a piena pagina; le principali fonti del diritto tra Medioevo ed età moderna; l’agronomia e le scienze forestali; le primi classificazioni di faune e flore esito di esplorazioni di territori ignoti; la trattatistica architettonica, anche militare, del Cinque-Seicento; l’Astrologia di Ottavio Pisani (1613), con una spettacolare rappresentazione planisferica a colori della sfera del mondo; la politica commerciale e la potenza navale medicee; gli apparati per cerimonie funebri in effigie a Venezia e nella Basilica medicea di San Lorenzo; la seicentesca incisione di Giuseppe Maria Mitelli raffigurante il cabinet des curiosités del marchese Ferdinando Cospi; il registro degli Affari del Collegio Medico di Firenze che documenta la prima concessione a una donna della licenza in chirurgia (1788); la tavola di un corpo maschile “scorticato” tratta dall’Anatomia di Paolo Mascagni (1816) e altro ancora.

Il Novecento è rappresentato da temi di Dino Campana per un concorso all’insegnamento della lingua francese (1911); dalle dediche autografe di Giuseppe Ungaretti e di Eugenio Montale ad Aldo Palazzeschi; dalla grafica di alcune prestigiose riviste del primo Novecento.

La mostra è stata presentata oggi dalla direttrice della Biblioteca Medicea Laurenziana Ida Giovanna Rao, dal rettore Luigi Dei, dal presidente del comitato scientifico Stefano Zamponi e dal curatore del catalogo Stefano Mazzoni.

L’esposizione è arricchita da supporti multimediali che delineano ulteriori percorsi e consentono di approfondire i contenuti delle opere in mostra. Un touch screen e uno sfogliatore permettono di consultare esemplari preziosi, una scelta rappresentativa della ricchezza delle collezioni delle cinque biblioteche dell’Ateneo: Biomedica, di Scienze, di Scienze sociali, di Scienze tecnologiche e Umanistica.

Una mostra virtuale, accessibile da www.sba.unifi.it, il portale del sistema bibliotecario di Unifi, si affianca all’esposizione e sarà consultabile in modo permanente.

Una galleria fotografica della mostra è disponibile online

14 Febbraio 2017