Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Lettura Cesare Alfieri 2017 con Giuliano Amato
Stampa la notizia

News

Lettura Cesare Alfieri 2017 con Giuliano Amato

Alla Scuola di Scienze Politiche. Intervento su 'Le istituzioni europee alla prova dei nuovi nazionalismi'

Si rinnova l’appuntamento con la Lettura “Cesare Alfieri” promosso dalla Scuola di Scienze Politiche dell’Università di Firenze. La tradizionale conferenza sarà tenuta quest’anno da Giuliano Amato che terrà un intervento su: ”Le istituzioni europee alla prova dei nuovi nazionalismi”. L’ incontro è in programma mercoledì 31 maggio presso il Polo delle Scienze Sociali (Aula 0.18 - Edificio D6, via delle Pandette 9 - ore 11.30).

Giuliano Amato è stato docente di Diritto Costituzionale Italiano e Comparato presso l’Università La Sapienza di Roma dal 1975 al 1997, dopo aver insegnato a Modena, Perugia e Firenze. E’ professore emerito all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Membro del Parlamento per diciotto  anni (1983-1994/ 2001-2008), è stato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri (1983-1987), Ministro del Tesoro (1987-1989/ 1999-2000), Ministro per le Riforme Costituzionali (1998-1999), Ministro dell’Interno (2006-2008), Vice Presidente del Consiglio (1987-1988) e due volte Presidente del Consiglio (1992-1993/ 2000-2001). Nel 2013 viene nominato giudice della Corte Costituzionale. Ha scritto su diversi settimanali e quotidiani, dirige il quadrimestrale “Mercato, Concorrenza e Regole”, edito da Il Mulino. I suoi libri e i suoi saggi principali hanno ad oggetto le libertà, le forme di stato e di governo, il diritto dell’economia e la concorrenza, la integrazione europea e la cultura politica.

La Lettura “Cesare Alfieri” rappresenta un'occasione di riflessione con personalità italiane e straniere del mondo scientifico su temi di attualità politica, economica e culturale. Hanno tenuto l'annuale conferenza, fra gli altri, l’attuale presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi (2006), lo storico e politico polacco Bronislaw Geremek (2007), l'economista Jean-Paul Fitoussi (2009), l'ex giudice costituzionale e presidente della Corte Gustavo Zagrebelsky (2010), il sociologo Marino Regini (2013), la linguista Nicoletta Maraschio (2014), lo storico Jürgen Kocka (2015), l’economista Lucrezia Reichlin (2016).

30 Maggio 2017