Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Le relazioni tra natura, ambiente e arte contemporanea
Stampa la notizia

News

Le relazioni tra natura, ambiente e arte contemporanea

In una mostra alla Biblioteca Umanistica
Il rapporto tra natura, ambiente e arte contemporanea. E' questo il tema esplorato dalla mostra "Continuità del vuoto" che sarà inaugurata giovedì 4 maggio alla Biblioteca Umanistica (Corridoio Brunelleschi, Piazza Brunelleschi, 4 – ore 17).
L'esposizione - a cura di Lucilla Saccà, docente di Storia dell'Arte contemporanea - evidenzia quanto possano essere differenti le soluzioni che dieci artisti (Pietro Calabretta, Martina Della Valle, Jorge Eielson, Paolo Fiorentino, Cornelius Gavril, Richard Long, Marco Pace, Gianni Pettena, Sandro Poli, Antonio Turrisi) possono offrire per stile, linguaggio e sensibilità quando sono chiamati a raccontare il significato del "vuoto" e dell' "assenza".

L'inaugurazione sarà accompagnata da un concerto dell'ensemble Tuscia Felix che proporrà tre brani di Pietro Calabretta (Chiostro di Levante – ore 18).

La mostra è organizzata dalla Biblioteca Umanistica e dal Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo, in collaborazione con Centro Studi Jorge Eielson, Collezione Gori, Villa Celle (Santomato di Pistoia) e Mariella Sgaravatti (Firenze) e si concluderà il 21 giugno (apertura al pubblico da lunedì a venerdì dalle 15 alle 19). L'esposizione è realizzata nell'ambito del progetto "Chiostro in Azione" che valorizza gli spazi storici e il pregio culturale della Biblioteca Umanistica dell'Ateneo.

Durante il periodo di apertura saranno organizzati alcuni appuntamenti per presentare i lavori video inerenti al tema della mostra, realizzati da giovani artisti dell'Università degli Studi di Firenze e dell'Accademia di Belle Arti di Firenze.

 

Maggiori dettagli sulla mostra 

02 Maggio 2017