Salta gli elementi di navigazione

Europa per i cittadini

Il programma Europa per i cittadini (2014-2020), istituito con Regolamento (UE) n. 390/2014 del 14 aprile 2014 del Consiglio, rappresenta il nuovo strumento dell’UE dedicato alla comprensione dell’Unione e alla promozione della cittadinanza europea, con uno stanziamento complessivo di 186 milioni di euro. Il programma sostituisce il precedente programma " Europa per i cittadini" che è stato operativo per il periodo 2007-2013.
Europa per i cittadini è gestito dall’Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, gli audiovisivi e la Cultura (EACEA) sotto la supervisione della Direzione Generale Comunicazione.

 

Guida al programma

 

Come partecipare

Guida al programma

Base giuridica

L’art. 352 della versione consolidata del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea  costituisce la base giuridica del Programma.
L'adozione del trattato di Lisbona alla fine del 2009 ha comportato una serie di cambiamenti rilevantiche hanno reso l'Unione più vicina ai suoi cittadini e hanno stimolato un intenso dibattitotransfrontaliero sulle politiche dell'Unione. Il nuovo articolo 11 del Trattato ha introdotto inoltre una dimensione del tutto nuova di democrazia partecipativa. Nellaconvinzione che la cittadinanza europea sia un elemento importante ai fini del rafforzamento e dellasalvaguardia del processo d'integrazione europea, la Commissione europea continua a incoraggiarel'impegno dei cittadini europei in tutti gli aspetti di vita comunitaria, mettendoli in condizione dipartecipare alla costruzione di un'Europa ancora più integrata.


Obiettivi

Al fine di conseguire l’avvicinamento dei cittadini all’Unione europea, il Programma contribuisce al conseguimento dei seguenti obiettivi generali, che devono essere tenuti presenti in fase di elaborazione della proposta progettuale:

  • contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione europea e della diversità culturale che la caratterizza;
  • promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica nell’ambito dell’ Unione europea.

Gli obiettivi specifici del Programma sono:

  • sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell'Unione europea, nonché alle sue finalità, quali la promozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti;
  • incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini nell’ambito dell’ Unione, permettendo ai cittadini di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell'Unione e creando condizioni adeguate per favorire l'impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato.

 

Struttura e azioni del programma

Il programma si articola in due assi/strand principali:
Strand 1: Memoria Europea Attiva(EuropeanRemembrance)
Strand 2: Impegno democratico e partecipazione civica(Democratic engagement and civicparticipation)
Il Programma prevede inoltre uno Strand trasversale Azione orizzontale di valorizzazione volto a valorizzare i risultati dei progetti selezionati e ad incrementare l’impatto e l’efficacia del Programma.
Lo Strand 1 (Memoria Europea Attiva) promuove:

  • progetti di riflessione sui regimi totalitari nella storia europea (il nazismo che ha causato l’olocausto, lo stalinismo, il fascismo e i regimi totalitari comunisti, come pure la commemorazione delle loro vittime);
  • progetti riguardanti gli altri momenti fondamentali della recente storia europea.

Saranno supportate, in particolare, azioni che incoraggino la tolleranza, la comprensione reciproca, il dialogo interculturale, che siano in grado di raggiungere anche le nuove generazioni.
Lo Strand 2 (Impegno democratico e partecipazione civica)è articolato in 3 sotto-misure:

  • Gemellaggio fra città (Town twinning) per il co-finanziamento di progetti che riuniscano un numero considerevole di cittadini di città gemellate attorno a temi legati agli obiettivi del Programma.
  • Reti di città(Networks of towns)per il co-finanziamento di progetti di municipalità e enti senza scopo di lucro che operano insieme su temi comuni, con una prospettiva di lunga durata, e che siano in grado di creare reti per stabilire e rafforzare la cooperazione internazionale.
  • Progetti della società civile(Civil Society Projects)per il supporto a progetti promossi da reti di partenariato internazionali, che coinvolgano direttamente i cittadini e consentano loro di confrontarsi e agire insieme su temi legati all’Unione europea e alle sue politiche, partecipando concretamente al processo di integrazione europea.

 

Durata e budget

Il programma Europa per i Cittadini è entrato in vigore il 10 gennaio 2014 e si concluderà il 31 dicembre 2020. Il bilancio totale del Programma 2014-2020 è pari a 186 Mil euro.

 

Come partecipare

Participant Identification Code (PIC)

Per partecipare a un invito a presentare proposte nell’ambito di Europa per i Cittadini, è necessario che l’organizzazione partecipante sia registrata nel Participant Portal e che sia in possesso del PIC (Participant Identification Code).Il PIC per l’Università di Firenze è 999895789.

 

Condizioni alla partecipazione

Ogni asse/misura del programma ha criteri specifici di ammissibilità che è necessario prendere accuratamente in considerazione prima dell’avvio della predisposizione delle proprie proposte progettuali.

Le regole del Programma possono prevedere inoltre, con riferimento ad alcuni inviti, delle limitazioni alla partecipazione, che si applicano all’Università nel suo complesso e non ai singoli dipartimenti. Si rende pertanto necessario comunicare all’ Unità di Processo Progetti di ricerca l’intenzione di partecipare agli inviti in modo da poter essere informati e supportati nelle procedure necessarie.

 

Contatti

Unità di Processo Progetti di Ricerca - 055 2751909
Eleonora Agresti – eleonora.agresti@unifi.it – ricercaue@unifi.it

 
ultimo aggiornamento: 16-Mar-2017