Salta gli elementi di navigazione

G213 - Quesiti e chiarimenti

1. Domanda

In relazione alla gara di cui all'oggetto si chiede se l'effettuazione del sopralluogo sia obbligatoria, e se sì le modalità per prendere un appuntamento per effettuarlo

Risposta

Il sopralluogo è facoltativo e se un'impresa è interessata alla sua effettuazione dovrà concordare un incontro contattando il RUP Geom. Fabio Fallai o al suo indirizzo di posta elettronica: tecnico.biomedico@unifi.it oppure via fax al seguente numero: 055 4598938.

2. Domanda

La scrivente chiede cortesi chiarimenti in merito all'attribuzione del punteggio relativo all'Elemento Tempo e più precisamente la esatta interpretazione delle varie componenti indicate nella formula.

Risposta

Le componenti della formula che riguarda l’attribuzione del punteggio relativo all’Elemento Tempo sono indicate dettagliatamente all’art. 2 del Capitolato d’Oneri ed, in ogni caso:

  • T.max è il tempo massimo tra tutte le offerte ammesse
  • T.min. è il tempo minimo tra tutte le offerte ammesse
  • T.off. è il tempo di esecuzione riferito all’offerta in esame
  • Prg è il punteggio massimo attribuibile al sub elemento in esame

3. Domanda

Con  la  presente  siamo a chiedere informazioni relativamente all’appalto in oggetto.

Più precisamente la nostra richiesta riguarda la sola partecipazione al Lotto n. 1 inerente il servizio di manutenzione degli impianti elettrici e speciali per un periodo di 48 mesi. Importo a base di gara Euro 1.263.800,00 comprensivo degli oneri di sicurezza. (Il contratto è eventualmente rinnovabile per ulteriori 4 anni e quindi se raddoppiato si arriverebbe a Euro 2.527.600)

Nel capitolato d’Oneri richiedete per partecipare a tale Lotto la categoria in OS30 o OG11 in classifica V e quindi fino a Euro 5.164.569.

Noi siamo in possesso della classifica IV fino a Euro 2.582.284, importo che copre ampiamente L’importo a base di gara di Euro 1.263.800 e/o eventualmente comprensivo di rinnovo per ulteriore 4 anni di Euro 2.527.600

Inoltre l’art. 3 comma 2 del DPR 25/1/2000 n° 34  dice che la qualificazione in una categoria abilita l’impresa a partecipare alle gare e ad eseguire i lavori nei limiti della propria classifica incrementata di un quinto.

Essendo in possesso della  classifica IV  di euro 2.582.284 avvalendoci dell’incremento di un quinto potremmo partecipare ad appalti fino a Euro 3.098.74

Risposta

Per la partecipazione al lotto 1 è stata richiesta l’iscrizione SOA per le categorie OS30 o OG11 in classifica V poiché, per la  determinazione della classifica, il calcolo è stato effettuato considerando la spesa riferita alla durata del contratto (quattro anni), ulteriori quattro anni per l’eventuale rinnovo contrattuale, il possibile incremento dell’importo netto di aggiudicazione nella misura massima del 30%  (come previsto all’art. 2 del capitolato speciale d’appalto) ed il quinto d’obbligo.

4. Domanda

Analizzando il Vs. bando volevo un chiarimento, non siamo in possesso della SOA ma abbiamo la certificazione UNI EN ISO 9001:2000 questo basta o ci occorrono tutte e due?

Risposta

Per la partecipazione alla gara non è sufficiente il possesso della sola certificazione UNI EN ISO 9001:2000 ma occorre avere anche il certificato SOA per le categorie e per le classifiche richieste. In alternativa i requisiti di capacità economico-finanziaria e di capacità tecnica e professionale potranno essere dimostrati mediante la documentazione richiesta ai punti 3.2 e 3.3 dell’art. 3 del capitolato d’oneri.

5. Domanda

In riferimento all'oggetto, chiediamo di avere informazioni in merito al numero di fermate degli impianti ascensore oggetto di gara, informazione necessaria per poter formulare in modo congruo l'offerta economica nonché l'offerta tecnica e le giustificazioni di gara.

Risposta

In riferimento alla vostra richiesta non risulta possibile fornirvi un dato preciso delle fermate di tutti gli ascensori dell'Università. Vi forniamo pertanto le seguenti informazioni:

- il Polo Scientifico e Tecnologico di Sesto ha ascensori con massimo 3 fermate, alcuni che arrivano a 4 fermate e 3/4 che hanno 5 fermate;

- il Polo biomedico e Tecnologico ha prevalentemente ascensori a 4 fermate e gli altri a 2/3 fermate;

- il Polo delle Scienze Sociali ha 15 ascensori a 5 fermate, 4 a 6 fermate e gli altri a 2 e 4 fermate;

- il Polo Centro Storico ha anch'esso ascensori prevalentemente con 3/4 fermate e 1 con 6 fermate.

6. Domanda

Con la presente si richiedono alcuni chiarimenti necessari per espletare la gara in oggetto.

1-  L’Amministrazione per i lotti 1 e 2 richiede un minimo di 4 unità tecniche per lotto. Si richiede se tali unità sono da dedicare esclusivamente per l’erogazione dei servizi “a corpo” e se il loro effettivo utilizzo è legato alle operazioni di manutenzione programmata, tale da consentire un utilizzo parziale sugli impianti oggetto di manutenzione.  

2-  Si richiede se l’impresa aggiudicatari debba eseguire i  rilievi planimetrici  solo su interventi “a misura” o anche su “interventi “a corpo”.

3-  Su ogni specifico Capitolato Speciale di Appalto, vengono riportati dei valori complessivi medi annui e dei valori specifici per ogni anno di gestione. Si richiede al fine di una valutazione dei costi se il valore di riferimento preciso sia quello riportato per ogni anno di gestione in cui sono indicati gli importi per edifici e per tipologia di servizio.

4-  Si richiede quante visite periodiche annue sono da effettuare su un impianto elevatore.

Risposta

In riferimento alla richiesta di chiarimenti si precisa:

1 - L'utilizzo delle 4 unità tecniche per ciascun lotto è affidato alla vostra gestione. L'Università non riconosce alcun compenso aggiuntivo per i lavori a corpo e compensa a misura gli interventi di manutenzione ordinaria che vengono svolti. Abbiamo ritenuto indispensabili almeno 4 unità per ogni lotto per avere garanzia di tempestività ed efficienza: riteniamo pertanto che tali unità siano dedicate ai lavori a misura, affidando quelli a corpo ad altri soggetti da voi incaricati, onde evitare sovrapposizioni di interventi che potrebbero produrre ritardi ed inconvenienti.

2 - I rilievi planimetrici sono richiesti sugli interventi a misura ma sono altresì graditi (ed oggetto di valutazione) anche negli interventi a corpo.

3 - I valori da prendere in considerazione sono quelli riportati per il Lotto 1 all'articolo 2 pagina 7, 8 e 9 che indicano in dettaglio gli edifici oggetto dell'appalto per ogni anno di riferimento (per il 2009 ed il 2010 il Centro Storico e il Biomedico soltanto, per gli altri anni tutti e 4 i Poli). Analogamente per il Lotto 2.

4 - Le visite periodiche annue sugli impianti elevatori previste sono a cadenza bimestrale (6 l'anno) e devono prevedere il rilascio di apposito certificato di esecuzione di intervento da depositare in originale presso il quadro comandi del singolo ascensore ed in copia al Direttore incaricato di Polo.

7. Domanda

In riferimento all'oggetto si chiede di avere informazioni in merito alle giustificazioni di gara, in particolare chiediamo di sapere cosa giustificare in sede di offerta. (es: il canone annuo di € 512 menzionato nel csa? i materiali? eventualmente quali?).

Risposta

A titolo esemplificativo le giustificazioni di gara devono riguardare quanto elencato all’art. 87 del d.lgs. 163/2006 e s.m.; ovviamente, trattandosi di un appalto che sarà aggiudicato sia mediante contratti da stipularsi a corpo che a misura, le giustificazioni potranno essere diversificate per la parte  a corpo e per quella a misura.

8. Domanda

In relazione alla gara di cui all’oggetto si chiede di sapere se è possibile partecipare al lotto 1+2 avvalendosi per il lotto 1 della categoria SOA OS30 classe V e per il lotto 3 categoria OG11 classe IV.

Risposta

Non essendo chiaro a quali lotti intendete partecipare, si raccomanda, comunque, di porre attenzione a quanto precisato all’art. 3 del capitolato d’oneri che prevede la possibilità  di dimostrare i requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale mediante iscrizione SOA ctg. OS 30 classe V per il lotto 1, ctg. OG11 classe V per il lotto 2 e ctg. OG11 classe IV per il lotto 3.

9. Domanda

Con la presente, relativamente alla gara in oggetto, si richiede un ulteriore chiarimento:
- due imprese che possiedono la categoria SOA OG11 rispettivamente in classe IV e classe VI possono concorrere ai tutti i lotti costituendo un'ATI?

Risposta

Per partecipare a tutti i lotti due imprese che intendono costituire un RTI dovranno complessivamente possedere il certificato SOA ctg. OG11 in classe VI e pertanto, nella fattispecie, è affermativa la risposta alla vostra domanda.

10. Domanda

In relazione alla gara in oggetto si richiede se gli interventi a causa di guasto di impianto siano compresi o esclusi dal canone di manutenzione a base d'asta con particolare riguardo alla mano d'opera; e in caso di esclusione si richiede il costo orario soggetto a ribasso

Risposta

Gli interventi a causa di guasto di impianto sono compensati nel canone di manutenzione e qualunque intervento effettuato per guasto impianto o intrappolamento persone è incluso nella voce a corpo, compresa la manodopera: la riparazione occorrente ed i relativi pezzi di ricambio sono invece compensati a misura, utilizzando gli articoli dell'allegato elenco prezzi.

11. Domanda

- E' possibile partecipare al lotto 1+3 avvalendosi per il lotto 1 della categoria SOA OS30 classe V e per il lotto 3 categoria OG11 classe IV?

- Due imprese che possiedono la categoria SOA OG11 rispettivamente in classe IV e classe V possono concorrere a tutti i lotti costituendo un RTI?

Risposta

Come precisato all’art.3 del capitolato d’oneri, per la partecipazione al lotto 1+3 è necessaria la classe VI categoria OG 11 altrimenti il concorrente potrà partecipare mediante possesso del fatturato richiesto oppure formando un Raggruppamento Temporaneo di Imprese.

E’ possibile poi che due imprese che possiedono la categoria SOA OG11 rispettivamente in classe IV e classe V possano concorrere a tutti i lotti costituendo un RTI, purché la somma delle due classifiche copra l’importo di € 6.689.470,32 determinato considerando la durata del contratto (quattro anni), ulteriori quattro anni per l’eventuale rinnovo contrattuale, il possibile incremento dell’importo netto di aggiudicazione nella misura massima del 30%  (come previsto all’art. 2 del capitolato speciale d’appalto) ed il quinto d’obbligo. 

Inoltre la capogruppo dovrà possedere almeno il 60% del totale del requisito richiesto, come da art. 4 del capitolato d’oneri.

12. Domanda

Formuliamo la presente al fine di richiedere i seguenti chiarimenti in ordine alla gara di cui all’oggetto:

1) in luogo dei requisiti di capacità tecnica e professionale di cui agli artt. 3.3.a, 3.3.b, 3.3.c, ovvero possesso di contratti per servizi di manutenzione di impianti analoghi per ciascun lotto, del Capitolato d’Oneri, si chiede di confermare la possibilità per un operatore economico di potersi qualificare per tutti i 3 lotti dimostrando il possesso dell’attestazione SOA per la categoria OG11 classifica VI;

2) per i contratti per servizi di manutenzione di impianti analoghi per ciascun lotto attestanti la capacità tecnica e professionale di cui agli artt. 3.3.a, 3.3.b, 3.3.c del Capitolato d’oneri, si chiede di precisare: a) gli importi indicati nei predetti punti sono riferiti all’importo contrattuale oppure agli importi fatturati nell’ultimo triennio; b) è possibile soddisfare tali requisiti producendo contratti per servizi di manutenzione comprensivi di più tipologie di impianti (es. contratti per manutenzione di servizi di impianti elettrici e speciali da una parte e impianti idrici, igienici e sanitari dall’altra);

3) Nell’art. 9B Plico “OT – offerta tecnica lotto…” (lotti 1 e 2) e nell’art. 9D – plico “MR-Modalità di Rendicontazione lotto…” (lotti 1 e 2) non viene fatto nessun riferimento al lotto 3: trattasi di mero refuso e quindi è da intendersi che codesta spettabile Stazione Appaltante richiede che l’offerta tecnica e le modalità di rendicontazione vengano prodotte anche per il lotto 3?

4) L’art. 2 “Termini e modalità di scelta del contraente” del capitolato d’oneri, prevede fra i criteri di valutazione delle offerte per i lotti 1 e 2 anche l’elemento “eventuali servizi aggiuntivi” ai quali può essere assegnato un punteggio massimo di 8 punti. A quali tipologie di servizi aggiuntivi intendete riferirvi?

Risposta

1) Un operatore economico si può qualificare per tutti i 3 lotti dimostrando il possesso dell’attestazione SOA per la categoria OG11 classifica VI però dovrà anche possedere la certificazione del sistema di qualità aziendale UNI EN ISO 9001:2000 come previsto all’art. 3 del capitolato d’oneri;

2) gli importi indicati non sono riferiti nè all’importo contrattuale nè agli importi fatturati nell’ultimo triennio, bensì a quelli eseguiti nel triennio precedente alla data di pubblicazione del bando sulla Gazzetta Europea. I contratti prodotti devono essere attinenti alla manutenzione degli impianti del lotto a cui il concorrente partecipa (ad. es. se partecipa per il lotto 1 “impianti elettrici” non potrà presentare contratti relativi alla manutenzione di impianti idrico-sanitari).

3) No, per il lotto 3 non sono richiesti né Offerta Tecnica né Modalità di Rendicontazione;

4) Gli eventuali servizi aggiuntivi sono quelli che il concorrente ritiene opportuno offrire oltre quelli minimi richiesti nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti di gara; la Commissione poi valuterà se i servizi aggiuntivi sono di interesse per l’Amministrazione.

13. Domanda

In caso di partecipazione in ATI ai lotti n.1 e n.2, si chiede se i requisiti di partecipazione devono corrispondere alla quota di partecipazione, ossia l’impresa mandataria in possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnica professionale in misura pari al 60% (mediante SOA OG11 class. V), può assumere nella ripartizione dell’oggetto contrattuale una quota di partecipazione del 55%?

Risposta

Si precisa che per la partecipazione ai lotti 1+2 l’Amministrazione ha richiesto, in alternativa ai requisiti di cui agli art. 3.2.a, 3.2.b, 3.2.c e 3.3.a, 3.3b e 3.3.c, certificato SOA OG 11 cl. VI e non cl. V, come da voi menzionato.

Inoltre si precisa che ciascuna impresa facente parte di un R.T.I. dovrà possedere una capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale adeguata alla quota del servizio che andrà ad eseguire, fermo restando che i requisiti minimi di partecipazione previsti nel capitolato d’oneri dovranno essere posseduti nella misura del 60% dalla capogruppo e nella misura del 10% dalle altre società (complessivamente il 100%).

14. Domanda

Con la presente, in relazione alla gara in oggetto si chiede se è ammessa l’eventualità di un RTI misto in cui una delle società abbia i requisiti per il lotto3 (ed effettui le lavorazioni inerenti questo lotto) e le altre due insieme abbiano i requisiti per i lotti 1 e 2 (ed effettuino le lavorazioni inerenti questi lotti).

Risposta

La risposta è affermativa.

15. Domanda

Con riferimento alla gara di cui all’oggetto, siamo con la presente a chiedere i seguenti chiarimenti al fine di procedere ad una corretta predisposizione dell’offerta.

All’art. 9B – plico “OT – offerta tecnica Lott” (lotti 1 e 2) si chiede che il plico suddetto contenga, a pena di esclusione, per i lotti 1 e 2 “ Una relazione, in massimo 4 cartelle, che dovrà contenere il progetto tecnico di manutenzione per gli interventi a corpo e dovrà descrivere le modalità concrete di espletamento del servizio inerente il programma di controllo periodico e di manutenzione ordinaria (interventi a corpo). In particolare da detta relazione si dovranno evincere:

·        le modalità di rendicontazione dei risultanti,

·        la tempistica sui controlli,

·        le modalità di esecuzione dei controlli,

·        le modalità di presentazione delle schede tecniche di verifica,

·        le modalità di presentazione  dei rilievi planimetrici,

·        eventuali  servizi  aggiuntivi offerti a costo zero e relativi al servizio di manutenzione,

·        staff   operativo: dovrà   essere  indicata  l’organizzazione  della   struttura operativa, nonché il nome del Responsabile dell’incarico,  il numero di unità di personale dedicate, tenendo conto che  l’amministrazione richiede minimo 4 unità.

Detta relazione descrittiva suddivisa secondo i sub elementi che concorrono all’attribuzione del punteggio e sub-punteggi relativi, dovrà essere firmata in ciascuna pagina, pena l’esclusione dalla gara”.

Si chiede all’Amministrazione appaltante cosa si intende per cartelle e se alle 4 cartelle richieste siano ammessi eventuali allegati esplicativi.

Si chiede inoltre se i plichi “offerta tempo” e “modalità di rendicontazione” non abbiano invece limiti di pagine e/o cartelle e anche in questo caso se siano ammessi eventuali allegati esplicativi.

Risposta

Le cartelle sono i fogli formato A4 e non sono ammessi eventuali allegati esplicativi alle cartelle.

Per le “offerta tempo” e “modalità di rendicontazione” invece non ci sono limiti di pagine e/o cartelle e quindi sono ammessi eventuali allegati esplicativi.

16. Domanda

Con la presente sono a porre alcuni quesiti riguardanti la “G213 – Procedura Aperta per l’affidamento del servizio di manutenzione ordinaria relativo agli immobili in uso all’Università degli Studi di Firenze”.

1.  Alla pagina 25 del Capitolato d’Oneri si parla di “Una relazione, in massimo   4 cartelle,…..”; cosa si intende per cartella?

2.  Alla pagina 25 del Capitolato d’Oneri si parla di “…tempistica sui controlli….”; cosa si intende per questa tempistica?

3.  Alla pagina 25 del Capitolato d’Oneri si parla di “…modalità di esecuzione dei controlli…”; cosa si intende per questa modalità?

4.  Alla pagina 26 del Capitolato d’Oneri si parla del Plico “OTE – Offerta Tempo Lotto….” ed a pagina 27 del Capitolato d’Oneri si parla del Plico ”MR – Modalità di Rendicontazione Lotto…”; esistono dei limiti di dimensione per tali Plichi o si possono utilizzare per descrivere anche brevemente il supporto informatico utilizzato?

Risposta

1) La cartella indica un foglio formato A4;

2) per tempistica sui controlli si intende una calendarizzazione puntuale degli interventi di manutenzione programmata con indicati orari e date precise al fine di garantire il minimo disagio durante l'espletamento dei controlli programmati;

3) Per modalità di esecuzione dei controlli si intende la specificazione degli interventi previsti: se tali controlli prevedono l'interruzione parziale o totale di corrente, se comportano l'interruzione del lavoro da parte degli utilizzatori per un lasso di tempo definito (1 minuto o un'ora), se è prevista la presenza di uno o più tecnici contemporaneamente, se è richiesta la presenza di personale dell'Ufficio Tecnico di Polo e tutto ciò che comunque interferisce con la normale attività di lavoro;

4) Per l’ Offerta Tempo e per le Modalità di Rendicontazione  non esistono dei limiti di dimensione e le relazioni dovranno contenere tutti gli elementi descritti al capitolato d’oneri; è facoltà del concorrente, inoltre, decidere se descrivere il supporto informatico utilizzato.

17. Domanda

In riferimento al lotto 3, si chiede di sapere se il ribasso deve essere unico, escludendo ovviamente gli oneri per la sicurezza?
Oppure può essere separato tra manutenzione ordinaria e prestazioni da contabilizzare a misura?
Se può essere separato , può essere separato anche tra i vari edifici   A  B  C  D ?

Risposta

Il ribasso deve essere unico, escludendo gli oneri per la sicurezza, e non può essere separato tra manutenzione ordinaria e prestazioni da contabilizzare a misura o separato tra i vari edifici.

18. Domanda

Dovendo predisporre la fidejussione avrei cortesemente necessità di conferma dell'importo complessivo dei 4 anni lotto 3 sul quale calcolare la fidejusione.
Lo stesso è citato nel bando e nel capitolato d'oneri di importo pari a 645.298.
Tuttavia in quanto riportato alla pagina 6 del disciplinare se si moltiplica l'importo di 174.850 + 4 anni e si aggiungono gli oneri della sicurezza per 4 anni si arriva ad un importo maggiore pari ad € 717.024=

Risposta

Si conferma che per il lotto 3 la cauzione provvisoria dovrà essere il 2% dell’importo del lotto pari ad € 645.298,00 (comprensivo degli oneri per la sicurezza).

19. Domanda

In relazione alla gara in oggetto si richiede se gli interventi a causa di guasto di impianto siano compresi o esclusi dal canone di manutenzione a base d'asta con particolare riguardo alla mano d'opera; e in caso di
esclusione si richiede il costo orario soggetto a ribasso.

Risposta

Gli interventi a causa di guasto di impianto sono compensati nel canone di manutenzione e qualunque intervento effettuato per guasto impianto o intrappolamento persone è incluso nella voce a corpo, compresa la manodopera: la riparazione occorrente ed i relativi pezzi di ricambio sono invece compensati a misura, utilizzando gli articoli dell'allegato elenco prezzi.

20. Domanda

….. considerato che ai fini della partecipazione ai lotti n.1 e n.2 è richiesto, in alternativa ai requisiti di cui agli art. 3.2.a, 3.2.b, 3.2.c e 3.3.a, 3.3b e 3.3.c, certificato SOA OG 11 cl. VI, si chiede:

tale requisito SOA può considerarsi soddisfatto da un RTI in possesso dei seguenti requisiti:

-         mandataria OG11 cl. V (con incremento di un quinto – ai sensi dell’art. 3 co. 2 DPR 34/2000)

-         mandante OG11 cl.VI

in tale ipotesi, può considerarsi corretta la ripartizione del servizio, come segue:

mandataria 55%

mandante 45%

Risposta

Ai fini della partecipazione la mandataria dovrà possedere almeno il 60% del totale del requisito richiesto, come previsto all’art. 4 del capitolato d’oneri, e la mandante il restante 40%.

Per la partecipazione ai lotti 1+2, per cui si richiede il certificato SOA OG11 cl. VI,  il requisito può considerarsi soddisfatto se la classe V posseduta dalla mandataria  corrisponde al 60% della classe VI.

Relativamente all’esecuzione del servizio, la ripartizione può essere fatta anche in modo diverso rispetto ai requisiti dimostrati in sede di partecipazione purché ogni impresa facente parte di un R.T.I. abbia la capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale adeguata alla quota del servizio che andrà ad eseguire.

21. Domanda

Con riferimento al lotto 2 della procedura in oggetto, al fine di consentire alla scrivente di analizzare correttamente i costi dei servizi e forniture ricompresi nel canone, si chiede di specificare se le forniture di sale per addolcitori sono ricompresi nell’importo a canone messo a base asta ed in caso affermativo, di specificare il numero degli impianti di addolcimento oggetto del servizio.

Si chiede altresì di specificare se all’interno del canone sono ricompresi gli impianti riportati sull’articolo 1 lettere a e d, del capitolato speciale d’appalto, ovvero se gli interventi su tali impianti sono da considerarsi a misura secondo necessità.

Risposta

La fornitura di sale per gli addolcitori è compresa nel canone dei lavori compensati a corpo.  Gli impianti addolcitori sono 2 (due) all'interno del Polo Biomedico e Tecnologico nel Complesso Polivalente di Viale Pieraccini.

Nel canone annuale sono altresì compresi tutti gli impianti di cui all'art. 1 e quindi anche quelli alle lettere a) e d) per i quali sono previsti interventi e visite di manutenzione periodica con cadenze differenziate secondo quanto previsto dall'allegato E.

Tutti gli altri interventi per riparazioni e/o rotture a chiamata sono da computarsi a misura secondo quanto ffettivamente realizzato.

22. Domanda

In riferimento a quanto in oggetto, pongo i seguenti quesiti:

1) Alla pagina 5 del Capitolato d’Oneri si parla di “Rilievi planimetrici degli interventi effettuati”, a pagina 25 si parla di “…modalità di presentazione dei rilievi planimetrici…”; cosa si intende per:

·        rilievi planimetrici degli interventi effettuati?

·        la modalità di presentazione dei rilievi planimetrici prevede l’impiego di software specifici?

2) A pagina 25 si parla di “…modalità di rendicontazione dei risultati…”; cosa si intende per questa modalità?

Risposta

1) Tutti gli interventi eseguiti che prevedono una modifica degli impianti esistenti (spostamento di una presa, inserimento di un nuovo interruttore differenziale, ecc.) devono essere corredati di rilievo grafico con identificazione planimetrica, in modo da garantire l'aggiornamento costante degli schemi degli impianti.

A tale scopo è richiesto l'utilizzo di Autocad per poter aggiornare gli schemi esistenti se vi avvalete della possibilità di informatizzare la rendicontazione: altrimento è sufficiente un supporto cartaceo che verrà valutato come previsto all'art.2 comma b1 del Capitolato d'Oneri.

2) Alla pagina 25 art. 9B primo comma è presunte un refuso : va inteso come "modalità di rendicontazione degli interventi" e non dei risultanti. Si intende le modalità di restituzione della contabilità su carta, su programma specifico, su programma globale all'interno del progetto tecnico di manutenzione che ogni concorrente intende presentare e che verrà valutato nei termini previsti dall'art.2.

23. Domanda

….. si richiede il seguente chiarimento inerente la propria partecipazione per lotto 2 “impianti meccanici intendendendosi per tali gli impianti idrici, igienici e sanitari” relativo agli immobili in uso all’Università degli Studi di Firenze, suddiviso in Poli, come risulta dagli allegati “A”, “B”, “C” e “D” –  poiché la scrivente, rispetto a quanto richiesto dal disciplinare di gara per il requisito di iscrizione SOA, è in possesso per le seguenti categorie OG11 (CLASS. IV) e OS3 (CLASS. II) si richiede se la somma di tali qualificazioni sia sufficiente per la sola partecipazione al lotto 2.

Risposta

La risposta è negativa poiché la somma delle qualificazioni, pur incrementate del 20%, da voi possedute non raggiunge l’importo corrispondente alla classifica V richiesta nel capitolato d’oneri.

In alternativa i requisiti di capacità economica e finanziaria e quelli di capacità tecnica e professionale potranno essere dimostrati secondo le modalità previste agli artt. 3.2.a, 3.2.b, 3.2.c, 3.3.a, 3.3.b e 3.3.c del capitolato d’oneri.

24. Domanda

In merito al Lotto 1 “impianti elettrici e speciali intendendosi per tali i gruppi UPS, gruppi di continuità e impianti di emergenza” – CIG 0332005B2E, e al Lotto 2, “impianti meccanici intendendosi per tali gli impianti idrici, igienici e sanitari” – CIG 0332010F4D, la valutazione dell’“Elemento tempo”, per ciascun lotto, la quantificazione del punteggio complessivo (TOT) da attribuire a ciascuna offerta sarà dato dalla seguente somma:, così come indicato nell’art. 2 del Capitolato d’Oneri:

  •       TOT = (SQ + PT + R + P)
Si richiede se è giusta la nostra interpretazione in merito al calcolo dei subtotali, di seguito riportata:
  • ·    SQ è il punteggio assegnato complessivamente ai sub elementi b1.1 e b2?
  •        PT è il punteggio assegnato al sub elemento c?
  •         P è il punteggio assegnato all’offerta economica (elemento a)?
  •        R è la somma dei punteggi assegnati ai sub elementi b1.2, b1.3, b3 e d?
Al fine di consentire alla scrivente società di valutare modalità di partecipazione alla gara e per la predisposizione di un adeguato progetto offerta, si chiede di riscontrare la presente richiesta di chiarimenti nel più breve termine possibile.

Risposta

1) SQ è il punteggio assegnato a tutta la qualità; per  i sub-elementi qualità B1.1  e B2 la commissione esprimerà per ogni sub elemento un voto da zero a 10.

Il voto attribuito per ogni sub elemento verrà moltiplicato per il subpunteggio massimo relativo al sub elemento in esame.

La commissione poi procederà a riparametrare la votazione complessiva, ottenuta da ciascun concorrente (risultante dalla somma dei voti attribuiti ad ogni singolo sub elemento – B1.1 + B2), attraverso la formula:

SQ = C [1-(Vmax-Voff): Vmax]

  dove:  

SQ     = Punteggio assegnato al concorrente
C       = Punteggio massimo attribuibile all’“Elemento qualità B1.1 e B2” pari a 19 punti complessivi
Vmax  = Votazione complessiva massima tra tutte le offerte (somma di B1.1 e B2)
Voff   = Votazione complessiva attribuita all’offerta in esame

   Per gli elementi B1.2 e B1.3 saranno attribuiti i punteggi in base a quanto posseduto e dichiarato dal concorrente secondo le indicazioni nella schema sopra riportato (ad es nel caso il concorrente dichiari di presentare le schede tecniche delle verifiche su carta, sarà attribuito un punto).

Relativamente al punto B3 il punteggio sarà attribuito proporzionalmente sulla base della migliore offerta ricevuta.

2) sì, PT è il tempo complessivo

3) sì, P è il punteggio assegnato all’offerta economica

4) no, R è il punteggio riferito all’elemento modalità di rendicontazione d1 (d1.1, d1.2, d1.3).

25. Domanda

Relativamente alla parte progettuale sono a richiedervi il seguente chiarimento  circa il lotto 3:
per i punti b1, b2,b3, che dovremo sviluppare, fissate una tempistica minima e una massima.
Cosa accade se  garantiamo un tempo di risposta in tutti i casi nettamente inferiore alla soglia minima da voi fissata?
E' causa di esclusione?

Risposta

I termini minimi e massimi indicati nel capitolato d’oneri non sono superabili; tuttavia, se il concorrente ritiene di poter offrire, comunque,  un tempo minimo inferiore a quello minimo stimato dall’Amministrazione non comporterà l’esclusione e la Commissione attribuirà il punteggio massimo come ai concorrenti che avranno dichiarato un tempo pari a quello minimo stimato dall’Amministrazione.

Per il tempo massimo invece, se il concorrente offre un tempo maggiore a quello massimo stimato nel capitolato, sarà escluso dalla gara, in quanto è una condizione peggiorativa delle condizioni poste a base di gara.

Relativamente ai tempi di consegna desideriamo precisare che i giorni stimati dall’Amministrazione e i giorni offerti dai concorrenti devono intendersi giorni naturali e consecutivi.

26. Domanda

Relativamente a quanto previsto per  la domanda di partecipazione e la dichiarazione allegato c fate riferimento che vanno rese e firmate rispettivamente secondo art 9 comma 2 e art 9 comma 2/3.
Cosa vuol dire?

Risposta

Significa che la domanda di partecipazione deve essere sottoscritta da uno dei soggetti elencati all’art. 9 del capitolato d’oneri (che varia a seconda del tipo di società), la dichiarazione, oltre ad essere sottoscritta come la domanda, dovrà essere accompagnata da fotocopia di valido documento di identità del sottoscrittore, e resa nelle forme di legge ai sensi del d.P.R. 445/00 e s.m.

27. Domanda

Relativamente al lotto 3 siamo chiederVi il perché l'elenco prezzi riporti la colonna relativa alla percentuale d'incremento, quando poi nella offerta economica si dovrà indicare la percentuale di ribasso che verrà applicata sull'elenco prezzi.

Risposta

Nell'elenco prezzi del Lotto 3 la percentuale di incremento (laddove indicata) si riferisce all'articolo immediatamente precedente: ad esempio l'art. 202 ha una percentuale di incremento del 50% sul prezzo di cui all'articolo 201a e 201b per porte di piano con luce superiore a 0.85ml e fino 1.40 ml., ed indica quindi la tipologia del prezzo da applicare.
Altra cosa è l'offerta economica, nella quale deve essere indicata la percentuale di ribasso (da applicare sulla quota a corpo e su quella a misura, regolata dall'Elenco Prezzi citato.

28. Domanda

Quanti sono gli UPS?

Quanti sono i Gruppi Elettrogeni.

Quante sono le Stazioni di energia per corrente continua.

Quante sono le cabine di MT/BT.

Risposta

Gli UPS sono 43 di cui 1 al Polo Biomedico e Tecnologico, 23 + 4 (a servizio di cabine elettriche) al Polo Scientifico e Tecnologico e 15 al Polo delle Scienze Sociali.

I gruppi Elettrogeni sono18 di cui 5 al Polo Biomedico e Tecnologico, 12 al Polo Scientifico e Tecnologico e 1 al Polo delle Scienze Sociali.

Non risultano stazioni di energia a corrente continua.

Le cabine MT//BT sono 32 di cui 8 al Polo Biomedico e Tecnologico, 12 al Polo Scientifico e Tecnologico, 6 al Polo Centro Storico e 6 al Polo delle Scienze Sociali.

 
ultimo aggiornamento: 21-Lug-2009