Salta gli elementi di navigazione

G221: Quesiti e chiarimenti

 

1) Domanda

La scrivente impresa, con qualificazione SOA OG2 classe V, può partecipare alla gara come impresa singola dichiarando la volontà di subappaltare le categorie scorporali OS2 OG11, oppure costituire ATI verticale per soddisfare il requisito del possesso delle suddette categorie?

Risposta

No. Il concorrente per partecipare alla gara deve possedere i requisiti minimi di cui all’art. 3 del capitolato d’oneri.

2) Domanda

Si richiede  se per la gara in oggetto è prevista qualificazione nelle Cat. OSA e OG11 oltre alla Cat. Prevalente OGA, o se dette categorie possono essere totalmente subappaltate.

Risposta

Sì, sono a qualificazione obbligatoria e sono indicate quali requisiti minimi: vedasi a questo proposito l’Art. 3 del Cap. di oneri.

3) Domanda

Siamo in possesso dell’attestazione SOA per la categoria OG2 classifica III e per la categoria OS2 classifica IV, possiamo partecipare in associazione temporanea di imprese con la Ditta in possesso della categoria OG2 classifica I e la Ditta con categoria OG11 classifica III? Tutte le tre imprese sono in possesso del certificato ISO.

Risposta

Sì è possibile la partecipazione così come da lei prospettata.

4) Domanda

L’impresa in questione è in possesso della categoria OG2 classifica IV e OG11 classifica III, può subappaltare ad imprese abilitate OS2?

Risposta

I requisiti minimi di partecipazione sono indicati all’art. 3 del Capitolato d’oneri. Per partecipare alla gara i concorrenti devono possedere anche le tre categorie SOA richieste (OG2 – OG11 – OS2) come indicato al richiamato art. 3; qualora il concorrente  non sia in possesso di tutte le categorie richieste può partecipare in RTI oppure mediante l’istituto dell’avvalimento ex art. 49 del Dlgs 163/06 e s.m.

5) Domanda

Avremo la necessità di sapere gli importi di ogni singola categoria, in questo caso OG2, OG11, OS2, così da poter verificare se è necessario costituire l’ati e in tal caso per calcolare la percentuale che ogni impresa associata dovrà possedere.

Risposta

Gli importi raggruppati per categoria  sono indicati all’art. 1 dal Capitolato d’oneri, gli importi dettagliati all’art. 15
All’art. 3 del Capitolato oneri sono  indicati i requisiti minimi di partecipazione che, nel caso in cui il concorrente non li possieda, deve partecipare in RTI oppure in avvilimento ex art. 49 del Dlgs 163/06 e s.m.. 

6) Domanda

Sul supplemento ordinario n. 140 alla Gazzetta ufficiale n. 179 del 4 agosto 2009 è stata pubblicata la legge 3 agosto 2009, n. 102  di conversione in legge del decreto-legge 1 luglio 2009, n. 78 recante “Provvedimenti anticrisi nonché proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali”. A tal fine l’articolo 4-quater, comma 1, lettera b) del decreto-legge 1 Luglio 2009, n. 78 coordinato con la legge di conversione 3 agosto 2009, n, 102 abrogando il comma 5 dell’articolo 86 del D.lgs 163/06, ovvero sopprimendo l’obbligo di presentare le giustificazioni già in fase di offerta e la relativa valutazione contemporanea delle offerte anomale, si applicano anche alla procedura in corso?

Risposta

Come indicato nel capitolato d’oneri (pag. 9 art. 15) il plico dei giustificativi è richiesto fin dalla produzione dell’offerta in considerazione del carattere d’urgenza che riveste la presente assegnazione, trattandosi di lavori legati ad un piano di dismissioni immobiliari disposto dal Consiglio di amministrazione dell’Università degli Studi di Firenze e che, per il complesso in questione, deve concludersi entro il 31 dicembre 2009 (termine da considerarsi essenziale in quanto previsto nel preliminare di compravendita che la stazione appaltante ha stipulato) e pertanto della necessità di contrarre i tempi di assegnazione della presente procedura.

7) Domanda

  1. Quali sono i costi della sicurezza sia diretti che indiretti della gara in oggetto?
  2. Quali sono i prezzi da riportare nel modulo offerta?
  3. Se sono invariabili i costi della sicurezza da riportare nel modulo offerta?
  4. In quanto nel modulo offerta il prezzo unitario risulta da apporre?

Risposta

  1. I costi della sicurezza diretti sono quelli già inclusi nel computo metrico; quelli indiretti sono gli specifici e sono contenuti nel file pubblicato “stima oneri per la sicurezza specifici”.
  2. Tutti quelli elencati nel modulo offerta e riferiti all’intero appalto.
  3. Sì i costi per la sicurezza sono invariabili.
  4. I prezzi unitari da apporre sono quelli che il concorrente intende offrire.

8) Domanda

1) Perché della categoria OS2 è richiesta associazione d’impresa, dato che l’importo è inferiore al 15% dell’appalto ed è inferiore a euro 150.000.00?
A nostro avviso è sufficiente il subappalto di tali opere essendo la ns. impresa qualificata nella OG2, (IV) in ati con OG11 (II) e quindi viene abbondantemente coperto l’importo totale a base di gara.
2) Tra gli elaborati sono presenti i Computi Metrici ma non estimativi….ci sono elenchi prezzi disponibili per la consultazione?

Risposta

1) Trattasi di categoria SOA a qualificazione obbligatoria: pertanto il concorrente che non possiede la qualificazione per dette categorie così come previsto all’art.3 del Capitolato d’oneri deve partecipare in RTI OPPURE MEDIANTE L’Istituto dell’avvalimento.
2) I prezzi di riferimento, sono quelli del Ministero dell’Infrastrutture del Provveditorato Interregionale oo.pp. per la Toscana e l’Umbria del Gennaio 2008.
I prezzi per le opere strutturali e impiantistiche sono NP con riferimento ai prezzi elementari del suaccennato bollettino prezzi.

9) Domanda

Si chiede se è ammessa la partecipazione in R.T.I per le aziende aventi le seguenti caratteristiche:
1o azienda: iscrizione SOA OG2 classe III + ISO 9001;
2o azienda: iscrizione SOA OG2 e OS2 classe II;
3o azienda: iscrizione OG11 classe II + ISO 9001.

Risposta

Sì, le imprese possono partecipare in RTI, fermo restando che i requisiti sono quelli indicati all’art. 3 del Cap. di oneri tra cui
1) OG2 cl. IV, compresa la certificazione ISO
2) OG11 cl. II, compresa la certificazione ISO ovvero il possesso del sistema di qualità aziendale.
3) OS2 almeno qualifica ex art. 28 del DPR 34/00 e s.m.

10) Domanda

Siamo in possesso della categoria SOA OG2 classifica IV. Possiamo concorrere da soli dichiarando il subappalto per le categorie OS2 e OG11 oppure dobbiamo necessariamente fare un'ATI con imprese che posseggano le categorie OS2 e OG11? Noi possediamo la certificazione del sistema qualità.

Risposta

E' necessario partecipare alla gara in R.T.I., oppure mediante l'istituto dell'avvalimento ex art 49 del d. lgs. 163/06 e s.m., qualora il concorrente non possegga la qualificazione per tutte le  categorie richieste (OG2, OG11 e OS2).

11) Domanda

Il sopralluogo sulle aree interessate dai lavori può essere effettuato sola dalla impresa capogruppo?

Risposta

Il sopralluogo può essere effettuato anche da un delegato.

12) Domanda

In merito ai lavori in oggetto, Vi chiediamo se è possibile partecipare alla gara presentando un certificato di lavori la categoria OS2 per importo superiore o pari a quello previsto dal bando.

Risposta

In assenza di certificazioni SOA per la categoria OS2 devono essere dichiarati i requisiti ex art. 28 del D.P.R. 34/2000, così come dettagliatamente indicato nell’allegato “C” del Capitolato d’Oneri.

13) Domanda

Con la presente siamo a richiedere se in assenza dell’iscrizione SOA nella Categoria OS2, è sufficiente dichiarare il possesso dei requisiti previsti all’art. 28 dell’ex D.P.R. 34/2000

Risposta

Si. A tal proposito si veda l’allegato “C” del Capitolato d’Oneri e la risposta alla domanda n. 12 pubblicata nella sezione web “G221: Quesiti e chiarimenti

14) Domanda

in riferimento alla gara G221 siamo in possesso della cat. OG2 V e OS2 III ma non della OG11 quindi possiamo partecipare da soli o costituire ATI verticale con ditta in possesso della OG11...???

Risposta

Per la partecipazione è necessario costituire un ATI verticale.

15) Domanda

E' possibile presentare le giustificazioni dei prezzi relativamente al 75% dei prezzi più significativi ovvero ad altra percentuale?

Risposta

No. Devono essere giustificati tutti i prezzi così come previsto all'art. 87 del d. lgs. 163/06 e s.m. "...richiede all'offerente le giustificaizoni relative alle voci di prezzo che concorrono a formare l'importo complessivo posto a base di gara...". Nel caso di specie devono essere presentate le giustificazioni anche dei restanti elementi di valutazione così come descritto all'art. 15D del capitolato d'oneri.

16) Domanda

Secondo quanto dispone l’articolo 70 del d. lgs. 163/06 e s.m. ……., …., le gare di appalto a procedura aperta, fra la data di pubblicazione e la data di presentazione deve intercorrere un lasso minimo di tempo superiore a quello nel bando in oggetto. In relazione a quanto detto sopra, la gara di appalto in oggetto ci pare non rispetti i criteri minimi previsti per legge, in quanto la data di pubblicazione risale al 23 settembre 2009 e la scadenza della stessa è stata disposta per il 6 ottobre 2009. Desideriamo quindi sapere se si tratta di un refuso e verrà effettuata una rettifica, o se il bando in oggetto usufruisce di una particolare agevolazione normativa della quale non siamo al corrente. Confidando quindi di avere quanto prima una risposta a questa.

Risposta

La normativa di riferimento è contenuta all’art. 122 del d. lgs. 163/06 e s.m. inerenti gli appalti di lavori sotto soglia comunitaria. Al co. 6 lettera f) del predetto articolo è previsto che nelle procedure aperte, quando del contratto è stata data notizia con l’avviso di preinformazione, il termine di ricezione può essere ridotto a 18 giorni e comunque mai a meno di undici decorrenti dalla pubblicazione del bando che, nel caso di specie, decorrono dalla data di pubblicazione sulla G.U.R.I., come previsto al co. 5. La pubblicazione sulla G.U.R.I. in data 23 settembre 2009 e la scadenza è prevista per il 6 ottobre; pertanto i giorni assegnati sono superiori al termine minimo previsto dalla legge. L’avviso di preinformazione è stato pubblicato in data 6 aprile 2009.

17) Domanda

In riferimento alla gara di cui all'oggetto, si chiede chiarimenti circa l'edificio a servizio della centrale tecnologica (C.Termica - C. Idrica e Deposito). Infatti, dagli elaborati impiantistici risulta esserci un locale tecnico ove allocare le apparecchiature, ma dagli elaborati architettonici e strutturali, non si evince quali siano le lavorazioni comprese nell'appalto. Non risulta esserci alcuna voce nemmeno nei computi metrici edili allegati al progetto.
In sostanza si chiede se l'edificio è di nuova costruzione ed in questo caso quali siano le voci di pertinenza, oppure se trattasi di ristrutturazione di edificio esistente ed anche in questo caso ove siano previste le relative opere, in alternativa, se l'edificio è esistente e non necessita di alcuna opera edile.

Risposta

Il manufatto in questione potrà essere oggetto di successivi interventi.

18) Domanda

  1. art. SE.02 – Consolidamento di volte, si richiede una descrizione più dettagliata non è chiaro cosa sia da considerare compreso in tale lavorazione. Dobbiamo intendere siano compresi oltre alla contro volta armata, gli ancoraggi alle volte ed alle murature ed il riempimento dei rinfianchi delle volte con materiale alleggerito di nuova fornitura, tipo argilla espansa. Inoltre abbiamo interpretato che l’intervento vada valutato per la proiezione della superficie della volta.
  2. art. SH.01 – Rifilatura mazzette, si richiede una descrizione più dettagliata non è chiaro cosa sia da considerare compreso in tale lavorazione. Dobbiamo intendere sia compresa la ricostruzione delle murature tra i profilati metallici sia verticali che orizzontali con esclusione dell’intonaco.
  3. art. 304.4.3.1 - Demolizione e taglio a forza per apertura di porte o vani a sezione obbligata: di pareti di mattoni pieni, spessore una testa. Da un riscontro sul prezzario di riferimento l’unità di misura risulta essere mq. , mentre nel computo strutturale risulta essere mc.. Si richiede pertanto indicazione su quale unità di misura considerare per le ns. valutazioni.
  4. art. 313.2.4.2 Muratura in mattoni pieni ad una testa con malta bastarda. Da un riscontro sul prezzario di     riferimento l’unità di misura risulta essere mq. , mentre nel computo strutturale risulta esserel mc.. Si richiede pertanto indicazione su quale unità di misura considerare per le ns. valutazioni.

Risposta

  1. art. SE.02 - Consolidamento di volte,sono da considerare compresi gli ancoraggi alla muratura della controvolta armata, e anche quelli della soletta orizzontale soprastante il riempimento; sono compresi i riempimenti in materiale di alleggerimento. La misurazione è stata effettuata per la proiezione della volta in pianta.
  2. art SH.01 - Rifilatura di mazzette, si intende la rifilatura della muratura su cui verranno fatte delle nuove aperture, dato che la muratura e costituita da grosso pietrame nell'apertura sarà prevedibilmente necessario ricostruire la mazzetta dell'apertura per mettere a filo la muratura per consentire il fissaggio dell'infisso. Le riprese di intonaco non sono comprese in questa voce.
  3. e 4 artt. 304.4.3.1 e 313.2.4.2 Dovuti ad un errore di trascrizione le unità di misura di queste voci sono effettivamente in mq invece di mc come riportato sul computo. Le quantità sono corrette.
 
ultimo aggiornamento: 01-Ott-2009