_SKIPNAVIGATION
_MENU_OPEN
 
 Terza missioneTrasferimento tecnologicoVetrina delle opportunità, finanziamenti ed eventi
11908

Vetrina delle opportunità, finanziamenti ed eventi

ULTIMO AGGIORNAMENTO
02.07.2021
social shareFacebook logo Twitter logo

Eventi e matchmaking 

Ciclo di alta formazione sulla farmacia dei servizi - 25 marzo al 5 novembre 2021

Ciclo di corsi indirizzato ai farmacisti che operano nel SSN e finalizzato ad accrescere le conoscenze necessarie per lo svolgimento quotidiano delle loro attività in un contesto di innovazioni e cambiamenti. Durante le proprie attività il farmacista dei servizi farmaceutici si trova a dover avere una sempre maggiore professionalità e preparazione a 360° in quanto figura centrale e di raccordo tra clinici, ricercatori, direzioni generali, istituzioni, imprese e pazienti. Obiettivo del ciclo è fornire una cultura pratico-teorica su alcune attività cardine e di costituire sui temi affrontati una community che si aggiorna in continuità e che interviene dove e quando è necessario.
Durata del corso: 9 webinar di tre ore, dal 25 marzo al 5 novembre 2021
Evento ECM: 4,5 crediti per webinar
Per info e iscrizioni

BIG Academy - Accademy di alta formazione per i giovani manager delle PMI manifatturiere del comparto energetico, meccanico, elettronico, ottico e delle tecnologie informatiche - gennaio-settembre 2021

BiG Academy è nata dalla collaborazione tra 5 grandi aziende che operano su scala globale ma fortemente radicate sul territorio toscano (Baker Hughes, El.En Group, KME, Leonardo e Thales) che hanno l'obiettivo di incrementare il livello di preparazione manageriale dei dirigenti e futuri dirigenti che partecipano alla costruzione e implementazione della catena del valore. Il progetto è stato costruito insieme all’Università di Firenze. Un percorso avanzato e intensivo con formula weekend, pensata per venire incontro alle esigenze di chi lavora: 18 fine settimana, con lezioni e attività concentrate nella giornata di venerdì e sabato.
Gennaio- settembre 2021
Informazioni e iscrizioni

Misure e bandi per le imprese

Ministero dello Sviluppo Economico (MISE )e Invitalia - Misure di sostegno alla nuova imprenditorialità giovanile e femminile

Per la nuova imprenditoria di giovani e donne, un decreto del MISE introduce delle novità con la ridefinizione dei termini di accesso agli incentivi. Il decreto si propone di sostenere lo sviluppo della nuova imprenditoria giovanile e femminile migliorando le condizioni di accesso al credito e alla concessione di contributi a fondo perduto nei limiti previsti. Criteri e modalità per la domanda saranno definite con un successivo decreto. Informazioni

Sovvenzioni per 20 milioni di euro per aiutare le PMI a massimizzare i beni di proprietà intellettuale - varie scadenze

Le PMI possono presentare domanda di finanziamento nell'ambito di un regime di sovvenzioni da 20 milioni di euro volto ad aiutare le imprese dell'UE a fare un uso migliore dei diritti di proprietà intellettuale. Con il sostegno della Commissione e dell'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO), il fondo per le PMI “Ideas Powered for Business” mira ad aiutare le imprese a sviluppare strategie di proprietà intellettuale e a proteggere i loro diritti in materia, a livello nazionale e dell'UE. Aperto a tutte le PMI dell'UE, il nuovo regime offre un sostegno finanziario sotto forma di rimborsi per servizi di analisi (pre-diagnosi) della proprietà intellettuale e per le domande di marchio e disegno, fino a un importo massimo di 1.500 euro per impresa.
Informazioni - presentazione della domanda: 1 maggio 2021 - 31 maggio 2021 - 1 luglio 2021 - 31 luglio 2021 - 1 settembre 2021 - 31 settembre 2021

Progetti di ricerca e sviluppo per l’economia circolare - dal 5 novembre 2020

L’intervento del Fondo per la crescita sostenibile per i progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare, sostiene la ricerca, lo sviluppo e la sperimentazione di soluzioni innovative per l’utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse, con la finalità di promuovere la riconversione delle attività produttive verso un modello di economia circolare in cui il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse è mantenuto quanto più a lungo possibile, e la produzione di rifiuti è ridotta al minimo.
Possono presentare domanda imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca, che presentano progetti singolarmente o in forma congiunta.
Per i soli progetti congiunti, sono ammessi anche gli organismi di ricerca, pubblici e privati, in qualità di co-proponenti.
Informazioni

Bandi grandi progetti di ricerca e sviluppo a valere sulle risorse del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI)

Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 2 agosto 2019 rifinanzia, su tutto il territorio nazionale, gli interventi agevolativi di cui al DM 24 luglio 2015 e successivi, che stabilivano le condizioni atte a consentire il finanziamento a valere sulle risorse del FRI, istituito presso Cassa depositi e prestiti, di due interventi del Fondo per la Crescita Sostenibile a favore delle imprese che investono in grandi progetti di ricerca e sviluppo nei settori "Agenda digitale" e "Industria sostenibile". Il nuovo Decreto prevede uno stanziamento complessivo pari a 329 milioni di euro. È inoltre riservata una quota pari al 20% delle agevolazioni per interventi riguardanti la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti nell'ambito delle aree tematiche inerenti l'economia circolare.
Informazioni

Nuovo Bando "Fabbrica intelligente, Agrifood, Scienze della vita" e "Calcolo ad alte prestazioni" - Accordi per l'innovazione

Il Decreto definisce un nuovo intervento agevolativo in favore dei progetti di ricerca e sviluppo promossi nell'ambito delle aree tecnologiche "Fabbrica intelligente", "Agrifood", "Scienze della vita", "Calcolo ad alte prestazioni", coerenti con la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, approvata dalla Commissione europea nell'aprile del 2016. Il Decreto definisce una nuova agevolazione di natura negoziale, per progetti di ricerca e sviluppo legati ad Accordi di Innovazione tra Mise e Regioni con costi ammissibili compresi tra 5 e 40 milioni di euro, nell'ambito delle suddette aree tecnologiche. La misura si rivolge alle imprese che svolgono attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all'industria in tutto il territorio nazionale, con una riserva di 50 milioni dedicata alle regioni Calabria, Campania, Puglia, Sicilia. La disponibilità complessiva sarà pari a 190 milioni di euro. Le modalità e i termini per la presentazione delle domande per ottenere le agevolazioni saranno definite con provvedimenti ministeriali in corso di approvazione.
Informazioni

Le opportunità del Cluster Tecnologico Nazionale delle Smart Communities Tech per l'Università di Firenze

CsaVRI, in rappresentanza dell’Università di Firenze, si è iscritto al Cluster Tecnologico delle Smart Communities Tech. Il Cluster è un opportunità di networking tra ricerca, imprese ed istituzioni e progettualità a livello nazionale sui temi delle Smart Communities. Per informazioni contattare la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione, ente coordinatore del Cluster delle Smart Communitis Tech per la Toscana, Chiara Guiggiani chiara.guiggiani(AT)unifi.it

AdottUp: Il programma di piccola Confindustria italiana per l'adozione delle StartUp

AdottUp è il programma di Confindustria realizzato da Piccola Industria in collaborazione con l’area Innovazione e Education di Confindustria, i Giovani imprenditori e con gli esperti delle associazioni del sistema, finalizzato a promuovere l’incontro tra startup ad alto potenziale di crescita e le imprese. Destinatari: Startup e PMI . Per maggiori informazioni consultare il sito della Confindustria.

Call for Ideas ARTES@IIT - Scadenza 31 luglio 2021

La Call for Ideas si rivolge ad imprese (in particolare alle Micro, Piccole, Medie Imprese - MPMI) del territorio italiano che intendono innovare i loro processi produttivi e/o i loro prodotti, aumentando il Technology Readiness Level (TRL) delle tecnologie a loro disposizione. I progetti target sono di tipo scale up di tecnologie formulate in prototipi, anche a bassa fedeltà, di cui si vogliono migliorare le caratteristiche di applicabilità e verificare la validità. I progetti dovranno incrementare il livello di TRL delle suddette tecnologie facilitandone l'inserimento nelle linee di produzione dell'azienda o tra i prodotti offerti dall'azienda stessa nell'ambito delle aree della robotica avanzata e delle tecnologie digitali abilitanti.
Scadenza 31 luglio 2021. I progetti presentati dovranno avere un TRL minimo pari a 4 e dovranno essere completati entro il 31 marzo 2022.
Informazioni

Fonti esterne

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
02.07.2021