Salta gli elementi di navigazione
Apri il menù
 
 IscrizioniStudent card

Carta "Studente della Toscana"

ULTIMO AGGIORNAMENTO
30.09.2020
social shareFacebook logo Twitter logo

L'Università di Firenze, insieme alla Regione Toscana, all'Azienda per il Diritto allo Studio Universitario e alle altre università toscane, rilascia una carta per i propri studenti che funziona:

  • come libretto-tessera universitaria di riconoscimento
  • per l'accesso alle mense dell'Azienda regionale per il Diritto allo Studio Universitario
  • per l'accesso alle biblioteche e al servizio di riproduzione e stampa Pin and Print
  • come titolo di viaggio sui mezzi pubblici urbani di Firenze (solo per gli studenti UNIFI)
  • per agevolazioni riservate agli studenti universitari presso musei, teatri, esercizi commerciali.

Il contributo richiesto dall’Ateneo fiorentino ai propri iscritti per i servizi collegati alla Carta è di 48 euro già cmpresii nella tassa di iscrizione (salvo esenzioni).

E’ possibile rinunciare al servizio seguendo le istruzioni descritte nella FAQ.

La carta è un incentivo importante alla mobilità sostenibile. Grazie all’accordo siglato da Università di Firenze, Regione Toscana, Comune di Firenze, Azienda regionale per il diritto allo studio universitario (ARDSU) e One Scarl, vale come titolo di viaggio per tutti i mezzi pubblici urbani dell'area fiorentina, compresa la tramvia. La carta dà diritto, inoltre, ad altri servizi o agevolazioni. Si ricorda, ad esempio, che la carta consente l’accesso gratuito degli studenti universitari toscani al Sistema Museale di Ateneo.

Il contributo richiesto agli studenti dell’Ateneo fiorentino per la fruizione dei servizi della carta ammonta a 48 euro.

Sulla carta dello studente e sulle agevolazioni disponibili leggi anche la pagina sul sito della Regione Toscana.

BarCod, Regiore Toscana, Carta Studente

Come fare per avere la Carta 

Nuovi iscritti

Gli studenti che si immatricolano o si iscrivono per la prima volta all’Università di Firenze per l’anno accademico 2020-2021, devono concludere la procedura di iscrizione online; versare la prima rata delle tasse; caricare la propria foto in formato tessera sul profilo personale nella piattaforma “Gestione carriere studenti”.

Le modalità di consegna verranno rese note, appena disponibili, su questa pagina.

Studenti già iscritti

Gli studenti che intendono rinnovare l'abbonamento al servizio di trasporto pubblico devono pagare il contributo di 48 euro: il contributo è già compreso nell'importo della prima rata delle tasse 2020-2021

Le modalità per il rinnovo dei servizi di trasporto pubblico saranno resi noti, appena possibile, su questa pagina.

Furto, smarrimento, deterioramento e malfunzionamento

In caso di furto, smarrimento, deterioramento o malfunzionamento è possibile ritirare il duplicato della Carta "Studente della Toscana" esclusivamente su appuntamento presso il DSU Toscana.

Per ulteriori dettagli consulta la pagina Duplicati Carta dello Studente

Per richiedere il duplicato vai sul portale servizi on line DSU 

FAQ

A cosa serve?

La Carta dello Studente è una tessera regionale, personale, valida come documento di riconoscimento all’interno dell’Ateneo e può valere, previo pagamento del contributo di 48 euro - salvo esenzioni -, per utilizzare i servizi di trasporto pubblico urbano di Ataf&Linea e i servizi tramviari, a partire dalla data del rilascio o attivazione. Il pagamento del contributo di 48 euro comprende gli ulteriori servizi che saranno attivati in collaborazione con gli atenei toscani e con la Regione. La carta serve anche per l’accesso alla mensa e per altre agevolazioni riservate agli studenti.

Chi può usufruire del servizio del trasporto pubblico nell’area urbana fiorentina con la nuova carta?

Possono usufruire del servizio di Trasporto Pubblico Locale (TPL) urbano di Firenze (rete Ataf&Linea, tramvia, servizi ferroviari Trenitalia di 2° classe inclusi nel territorio comunale di Firenze) gli studenti immatricolati o iscritti per l’a.a. 2019-2020 a corsi di laurea triennale, magistrale, specialistica, magistrale e specialistica a ciclo unico e vecchio ordinamento. Sono esclusi gli studenti iscritti a Dottorati, Master, Scuole di Specializzazione, Corsi di perfezionamento, aggiornamento professionale, pf24, Corsi singoli, Erasmus incoming.

Come si usa la carta sul bus? Quando salgo a bordo devo mostrare la carta al conducente?

La carta sostituisce a tutti gli effetti l’abbonamento: è l’unico documento che lo studente deve esibire in caso di controlli a bordo bus e deve essere accostata al validatore ad ogni salita a bordo della vettura, sia all’inizio del viaggio che per i successivi trasbordi.

Come posso usufruire del servizio del trasporto pubblico nell’area urbana fiorentina con la nuova carta?

Per usufruire del servizio TPL basterà il contributo di 48 euro - salvo esenzioni. L’importo dovrà essere versato con il pagamento della prima rata, che comprende tale contributo. Il contributo, una volta versato non è più rimborsabile.

Per quali tratte vale la Carta dello Studente?

Sostituendo a tutti gli effetti l’abbonamento al trasporto pubblico urbano, la carta consente di viaggiare su tutti i servizi Ataf&Linea e sulla tramvia. Per conoscere i dettagli delle ulteriori integrazioni tariffarie a cui hai diritto vai su www.ataf.net. In particolare consulta la pagina "Validità dei titoli e integrazioni tariffarie" e il dettaglio delle tratte delle linee extraurbane nella tabella.

Cosa devo fare se non desidero usufruire del servizio di trasporto pubblico?

Gli studenti immatricolati o iscritti ad anni successivi al primo nell’anno accademico 2020-2021 che vogliono rinunciare ai servizi regionali prima di pagare la I rata devono inviare il modulo di rinuncia ai servizi via email a cartastudente(AT)unifi.it per farsi detrarre il contributo di 48 euro.

Chi è esonerato dal pagamento?

Possono accedere ai servizi, compreso il TPL, e usufruire dell’agevolazione senza dover pagare il contributo di 48 euro:

  • gli studenti aventi diritto alla borsa di studio erogata da DSU
  • gli studenti “attivi e regolari” che, ai sensi del Manifesto degli Studi 2020-2021, abbiano presentato la dichiarazione ISEE con un valore massimo di 22.000 euro, sono esonerati dal pagamento dei 48 euro che sarà a carico del DSU
  • gli studenti disabili con disabilità uguale o superiore al 66%
  • gli studenti figli dei titolari di pensione di inabilità
  • gli studenti iscritti a corsi di laurea triennale, magistrale a ciclo unico, magistrale, specialistica a ciclo unico, specialistica dell’Ateneo fiorentino residenti, o le cui famiglie di origine (padre–madre) erano residenti dal 24 agosto 2016 al 15 dicembre 2016 in uno dei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016
  • gli studenti provenienti dai Paesi in via di sviluppo definiti annualmente con decreto ministeriale
  • gli studenti stranieri che hanno una borsa di studio del Governo italiano nell’ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo e degli accordi intergovernativi culturali e scientifici e relativi periodici programmi esecutivi.

Se pago la prima rata delle tasse in ritardo?

Può aderire al servizio TPL anche chi paga la prima rata in ritardo e chi si immatricola oltre i termini, versando i dovuti oneri per le iscrizioni tardive. Attivando in ritardo il servizio, lo studente perde giorni o mesi di libera circolazione sul TPL che non saranno recuperabili.

Per quanto tempo rimane valido il titolo di viaggio?

Il titolo di viaggio sarà utilizzabile dal giorno del rilascio o dell'attivazione della card. L’ultimo giorno utile per usufruire del titolo di viaggio sarà il 31 ottobre 2020. Dal giorno successivo il servizio sarà scaduto per tutti gli studenti.

A chi posso rivolgermi per fare un reclamo?

Eventuali reclami possono essere presentati tramite all’indirizzo e-mail cartastudente(AT)unifi.it.

La vecchia student card e il vecchio libretto cartaceo?

Non devono essere restituiti all’Ateneo. Anche chi è già in possesso della vecchia student card o del libretto cartaceo, deve ritirare la nuova Carta dello Studente, caricando sul proprio profilo personale, tramite i servizi online, la propria foto, qualora non lo avesse ancora fatto.

Penso di laurearmi entro aprile 2021, come funziona la carta nel mio caso?

Per usufruire del servizio TPL il laureando deve rinnovare l’iscrizione 20209-2021 con la prima rata e il contributo di 48 euro. Se si laurea entro aprile 2021 (a.a. 2019-2020), come da Manifesto, riceverà il rimborso tasse tranne il bollo. Non riceverà il rimborso del contributo di 48 euro, ma continuerà a beneficiare dei servizi fino alla naturale scadenza dell’abbonamento (31 ottobre 2021).

Se non rinnova l’iscrizione all’a.a. 2020-2021 e non paga il contributo di 48 euro non usufruirà del servizio. Se non si laurea entro aprile dovrà rinnovare l’iscrizione all’a.a. 2019-2020, pagando il contributo di 48 euro, potrà usufruire del servizio TPL.

Cosa succede se dopo aver fatto domanda di borsa di studio DSU, non risulto tra i vincitori?

Se dalla graduatoria definitiva (solitamente pubblicata il 1° dicembre di ogni anno) non risulti vincitore sarai chiamato a pagare la prima rata 2019-2020 entro il 19 dicembre 2019. Avrai la possibilità di aderire (o non aderire) al servizio TPL derivante dal contributo di 48 euro.

Cosa succede a chi fa domanda di trasferimento in un altro Ateneo?

Se paga la prima rata iscrivendosi all’a.a. 2020-2021 e aderisce al servizio TPL pagando i 48 euro ottiene, se fa domanda di trasferimento entro i termini, il rimborso di tasse e contributo onnicomprensivo escluso il bollo. Non riceverà il rimborso del contributo di 48 e non potrà più usufruire del servizio TPL.

Se non rinnova l’iscrizione per l’a.a. 2020-2021 e quindi non paga il contributo di 48 euro non avrà la card e i relativi servizi.

Se rinuncio agli studi o se vengo sospeso?

Se paghi la prima rata iscrivendoti all’a.a 2020-2021 e aderisci al servizio TPL pagando i 48 euro, in caso di rinuncia/sospensione non riceverai il rimborso del contributo di 48 euro e non potrai più usufruire del servizio TPL.

Come deve essere la foto che carico per la Carta?

La foto deve essere un'immagine frontale, a fuoco e con il volto chiaramente distinguibile, tipo fototessera; recente (non più di sei mesi); di dimensioni 35x40mm; con sfondo chiaro uniforme; in formato JPEG oppure JPG (istruzioni - pdf).

Come si usa la carta per il servizio di riproduzione e stampa Pin and Print?

Lo studente, in alternativa alla digitazione del pin, può avvicinare la carta alle macchine multifunzione per accedere ai servizi Pin and Print di riproduzione, stampa e scansione, o può avvicinarla alle casse di ricarica per gestire il proprio borsellino elettronico. L’autenticazione tramite credenziali è necessaria solo la prima volta.

Anche i dottorandi possono richiedere La Carta dello studente della toscana?

I dottorandi iscritti al primo anno di corso, una volta completata la procedura di immatricolazione, possono ritirare la carta dello studente presso il proprio Dipartimento. La carta ha la funzione di libretto-tessera universitaria di riconoscimento, è inoltre necessaria per l'accesso alle mense dell'Azienda regionale per il Diritto allo Studio Universitario e per l'accesso alle biblioteche e al servizio di riproduzione e stampa Pin and Print.

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
30.09.2020
social shareFacebook logo Twitter logo