Salta gli elementi di navigazione

Procedure di assunzione personale a tempo determinato

L'assunzione del personale con rapporto di lavoro a tempo determinato ha luogo mediante utilizzo delle graduatorie dei concorsi pubblici, a seguito della stipula di un contratto individuale di lavoro nel quale vengono indicati:

  • tipologia del rapporto di lavoro (tempo pieno e/o tempo parziale)
  • data di inizio del rapporto di lavoro
  • categoria, posizione economica ed area
  • durata del periodo di prova

Il periodo di prova è proporzionato al periodo di servizio prestato:

2 settimane per rapporti di durata fino a 6 mesi
4 settimane per rapporti di durata superiore a 6 mesi.

In qualunque momento del periodo di prova ciascuna delle parti può recedere dal rapporto senza obbligo di preavviso né di indennità sostitutiva di preavviso. Il recesso decorre dal momento della comunicazione e se posto in essere dall’Amministrazione deve essere motivato.

Ai fini del compimento del suddetto periodo di prova si terrà conto del solo servizio prestato. Esso viene sospeso in caso di assenza per malattia e negli altri casi espressamente previsti dalle norme vigenti.

In caso di assunzione a tempo parziale, ai sensi dell’art. 56, c. 10 del C.C.N.L. del 19.04.2018, il contratto individuale deve indicare la data di inizio del rapporto di lavoro, della durata della prestazione lavorativa nonché della collocazione temporale dell’orario con riferimento al giorno, alla settimana, al mese e all’anno e del relativo trattamento economico e l’eventuale organizzazione in turni.

Il dipendente neoassunto non deve avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e non deve trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità o cumulo di impieghi richiamate dalle disposizioni vigenti e, in particolare, dall’art. 53 del D. Lgs. n. 165/2001, salvo quanto previsto dall’art.  56, comma 6 del C.C.N.L. 19.04.2018, in caso di assunzione a tempo parziale.

All’atto della stipula del contratto il dipendente deve compilare i moduli utili alla creazione della sua posizione giuridico-economica che si trovano alla pagina della modulistica.

Gli Uffici dell’Area Risorse Umane verificheranno successivamente, presso le competenti procure, l’assenza di carichi penali pendenti e l’assenza di precedenti penali dichiarati dall’interessato.

Dopo la firma del contratto, il dipendente assume servizio presso la struttura di destinazione.

Il dirigente o il responsabile dell'ufficio a cui è formalmente assegnato il dipendente deve comunicare tempestivamente l'effettiva presa di servizio e la tipologia oraria adottata per la predisposizione del pagamento dello stipendio.

Gli Uffici dell’Area Risorse Umane, sulla base dell'orario adottato, determina le ferie, i recuperi festività soppresse ed eventuali altre spettanze proporzionandoli al servizio prestato nell'anno.

Il dipendente che adotti la tipologia oraria con 1 o 2 rientri pomeridiani (orario previsto di 9 ore con pausa di almeno 1/2 ora nella fascia oraria 13.00-15.00), ha diritto alla corresponsione di tickets mensa che gli vengono consegnati dal responsabile della sede di assegnazione.

Nel caso di cessazione prima della scadenza del contratto a termine il dipendente è tenuto a dare un termine di preavviso fissato in un giorno per ogni periodo di lavoro di 15 gg. contrattualmente stabilito e che non può superare i 30 gg. nell’ipotesi di contratti di durata superiori all’anno.

In caso di dimissioni del dipendente, i termini sono ridotti alla metà, con arrotondamento all’unità superiore dell’eventuale frazione di unità derivante dal computo.

Modulistica

Normativa di riferimento

  • D .Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 e successive modifiche ed integrazioni
  • C.C.N.L. 9 agosto 2000 - C.C.N.L. 13 maggio 2003 - C.C.N.L. 27 gennaio 2005 - C.C.N.L. 28 marzo 2006, 16 ottobre 2008 - C.C.N.L. 19 aprile 2018 artt. 53 e 54           
  • D. Lgs. 15 gugno 2015, n. 81
  • Circolare del Direttore Generale n. 16 del 18.06.2018
 
ultimo aggiornamento: 19-Giu-2018