Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Scuole e Università in rete con il progetto pilota IdeeLAB
Stampa la notizia

News

Scuole e Università in rete con il progetto pilota IdeeLAB

500 studenti sperimentano l’alternanza scuola-lavoro

Prepararsi ad affrontare le sfide del mondo del lavoro, sviluppare spirito di iniziativa e capacità di adattamento alle novità per diventare imprenditori di se stessi. Questo è l’obiettivo di un progetto pilota di alternanza scuola-lavoro promosso dall’Ateneo fiorentino, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, Confartigianato e Confindustria Firenze. Cinquecento studenti delle terze classi di 18 scuole superiori di Firenze e Prato si misureranno con l’abc dell’impresa, creando progetti di marketing e comunicazione di marchi aziendali, occupandosi dell’ideazione e realizzazione di prodotti. L’esperienza, che proseguirà fino alla quinta classe, prevede un impegno di 200 ore. 

Il progetto si chiama IdeeLAB ed è stato presentato in Aula magna dal rettore Luigi Dei, dal sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Gabriele Toccafondi, da Sandra Furlanetto, delegata per l’orientamento dell’Ateneo fiorentino, e da Domenico Petruzzo, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana.

L’alternanza scuola- lavoro – prevista dal decreto legislativo 77/2005 e richiamata dalla legge 107/2015 – punta a integrare quanto si studia in aula con esperienze formative legate al mondo del lavoro.

Nel progetto IdeeLAB l’Università e le associazioni di categoria saranno i “committenti”; gli studenti, organizzati in gruppi e con la guida di tutor, saranno impegnati a comunicare la realtà aziendale dei committenti stessi. Potranno progettare App, pagine web, blog, profili social, materiali divulgativi, prodotti di consumo o gadget.

“L’Ateneo fiorentino ha investito molto in questi ultimi anni sull’orientamento in ingresso e ha puntato a creare un rapporto solido e continuativo con le scuole secondarie e a promuovere iniziative condivise - ha affermato il rettore Luigi Dei –. Grazie a questo collegamento moltissimi studenti hanno partecipato alle nostre attività di orientamento, dai momenti informativi ai test di orientamento fino a questo progetto, che prevede una stretta collaborazione tra scuola e università. IdeeLAB - ha aggiunto il rettore - può contare anche sul valore aggiunto di una significativa collaborazione con il mondo del lavoro attraverso la partecipazione delle associazioni di categoria”.

“Il nostro Ateneo già da tempo promuove, anche in ambito di orientamento, percorsi di alternanza scuola-lavoro– sottolinea Sandra Furlanetto –. IdeeLAB, però, va oltre: il progetto è innovativo e allarga l’orizzonte dell’esperienza, permettendo ai ragazzi di conoscere da vicino la realtà di grandi organismi, il mondo delle imprese locali e dell’Università. IdeeLAB, grazie anche alla consulenza psicologica di Annamaria Di Fabio, delegata alla consulenza psicologica per l'orientamento e il Job Placement, facilita la maturazione dell’imprenditività, permettendo ai ragazzi di valorizzare i propri talenti divenendo imprenditori di se stessi”.

Le iniziative di orientamento dell'Ateneo

Unifi ha cominciato a sperimentare già nel primo semestre 2014 – sempre nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro – percorsi di alternanza Scuola-Università per favorire il contatto anticipato degli studenti con la complessità degli studi universitari e orientare le loro scelte future a interessi reali. Nell’anno accademico 2014-2015 sono stati circa 1000 gli studenti coinvolti delle quarte e quinte classi delle scuole superiori.

L’attività si è concentrata principalmente sulla frequenza a lezioni universitarie nei corsi di laurea dell’Ateneo o sulla frequenza a laboratori in cui gli studenti hanno partecipato ad attività di ricerca.

Per il 2015/2016 sono 2000 gli studenti che partecipano – o hanno partecipato nel primo semestre – alle attività di alternanza Scuola-Università.

Le iniziative che riguardano l’alternanza fanno parte di un progetto di orientamento in ingresso più ampio - il progetto SCOUT – per il quale l’Ateneo ha ottenuto il finanziamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Sono circa 10.000 gli studenti delle scuole superiori che hanno partecipato alle attività di orientamento dell’Università di Firenze nel 2014/2015.

 

Petruzzo, Furlanetto, Baroncelli, Dei, Toccafondi, Sorani

Nella foto da sinistra il direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Domenico Petruzzo, la delegata all'orientamento dell'Università di Firenze Sandra Furlanetto, il vicepresidente di Confindustria Firenze Lapo Baroncelli, il rettore Luigi Dei, il sottosegretario Gabriele Toccafondi, il presidente di Confartigianato Firenze Alessandro Sorani.

05 Febbraio 2016