Salta gli elementi di navigazione
Apri la finestra di ricerca
Apri il menù
 
  unifi comunicaNewsNeuroscienza, lezione del premio Nobel Edvard Moser

News

Neuroscienza, lezione del premio Nobel Edvard Moser

Sui neuroni e la funzione di orientamento nello spazio

I compiti svolti dalle diverse tipologie di neuroni nelle attività che interessano la memoria e l’orientamento sono al centro della ricerca scientifica di Edvard Moser, premio Nobel per la Medicina o Fisiologia e docente presso Kavli Institute for Systems Neuroscience di Trondheim (Norvegia), che giovedì 20 aprile terrà una lezione dal titolo  “How we find our way: a multitude if specialized cell types” a Palazzo Nonfinito (via del Proconsolo, 12 - Aula 1, ore 17.00). All’evento Interverranno il rettore Luigi Dei, il direttore del Dipartimento di Biologia David Caramelli, il docente di Antropologia Iacopo Moggi Cecchi e Alessandro Treves, docente alla SISSA di Trieste.

A Edvard Moser si deve la scoperta dei neuroni “a griglia” che, collocati nella corteccia entorinale mediale del nostro cervello, assieme ad altri componenti, consentono di rappresentare l’ambiente circostante con tutti i dettagli utili a farci orientare da un posto ad un altro in ambienti semplici e complessi. Durante la lezione Moser illustrerà come funziona questo sistema per la “navigazione” e come si sviluppa durante il formarsi del sistema nervoso, nelle prime settimane e mesi di vita.

Edvard Moser è un neuroscienziato norvegese nato nel 1962. Dopo il dottorato ottenuto nel 1995 all’Università di Oslo, insieme alla moglie May-Britt Moser ha aperto un laboratorio a Trondheim, oggi considerato un centro di eccellenza per la ricerca sulla localizzazione spaziale e sulla memoria nel campo delle neuroscienze. Insieme alla moglie riceve il Premio Nobel 2014 per la Medicina o Fisiologia, condiviso con John O’Keefe.

Data di
pubblicazione
19 Aprile 2017
social shareFacebook logo Twitter logo
social shareFacebook logo Twitter logo