Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Unifi al festival della robotica
Stampa la notizia

News

Unifi al festival della robotica

Cinque gruppi di ricerca presenti alla manifestazione in corso a Pisa

C’è anche l’Università di Firenze al Festival Internazionale della Robotica, in svolgimento a Pisa fino al 13 settembre.

Cinque gruppi di ricerca dell’Ateneo fiorentino, che provengono da aree di competenza molto diverse, partecipano, infatti, all’evento, dedicato alle più recenti innovazioni tecnologiche nell’ambito della robotica e organizzato dalla Fondazione Arpa e dall’Istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna di Pisa.

Il Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali (GESAAF) è presente con il gruppo di ricerca “GeoLab”, diretto da Gherardo Chirici, che si occupa di tutte le applicazioni dei Sistemi Informativi Geografici, della modellistica spaziale, del telerilevamento e della geomatica a supporto della gestione e pianificazione forestale-ambientale. In particolare GeoLab porta a Pisa eBee, un drone ad ala fissa cui sono state applicate strumentazioni peculiari utilizzate all’interno di un progetto europeo, Fresh Life, che integra le informazioni raccolte dagli inventari forestali con quelle ricavate dal telerilevamento per la miglior gestione del patrimonio boschivo.

Il Laboratorio di Geomatica per l’ambiente e la conservazione dei beni culturali, diretto da Grazia Tucci e attivo nello sviluppo di moderne tecnologie di rilievo integrato all’interno del Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale, illustra una ricerca transdisciplinare – condotta insieme all’Istituto Geografico Militare e al CNR - per l’applicazione delle nuove tecnologie per il rilievo e il restauro della Fortezza da Basso (Leggi ancora e guarda il video su Unifimagazine).

UNIFI è rappresentata al Festival anche dal MDM lab (Laboratorio di Modellazione dinamica e meccatronica), diretto da Benedetto Allotta all’interno del Dipartimento di Ingegneria industriale. Il gruppo di ricerca - che da anni si occupa di progettare e realizzare prototipi funzionanti di robotica industriale, medica e, in special modo, marina - porta all’attenzione del pubblico il robot sottomarino TifOne, un drone completamente autonomo (Autonomous Underwater Vehicle), capace di raggiungere una profondità di 300 m ed una velocità di 5 nodi, utilizzato nel progetto Thesaurus per rilevare e mappare i siti archeologici sottomarini.

L’automazione per la prevenzione del rischio ambientale è, invece, uno dei settori di ricerca del Dipartimento di Scienze della Terra, dal 2004 Centro di Competenza del Dipartimento della Protezione Civile (responsabile Nicola Casagli) per il telerilevamento e il rischio idrogeologico e dal 2008 Centro di Eccellenza Mondiale per la Riduzione dal rischio da frana. Le principali attività del gruppo di ricerca di Geologia applicata – impegnato negli ultimi anni nelle principali emergenze nazionali (Costa Concordia, Rigopiano) - si focalizzano sullo sviluppo di modelli previsionali per l’innesco di frane e sul monitoraggio da remoto di fenomeni franosi. Al Festival della Robotica si potrà osservare il sottomarino a comando remoto Nemo-ROV, concepito per operare in condizioni ambientali estreme e in spazi angusti (guarda il video) e due droni: Saturn 2, specializzato per situazioni di emergenza legate al volo e autonomo dal decollo all’atterraggio finale (guarda il video) e Saturn Mini, un drone utilizzato principalmente come strumento di monitoraggio di fenomeni di dissesto idrogeologico e per analizzare la caratterizzazione delle specie vegetali e algali in specchi d’acqua costieri e lagunari (guarda il video)

 La partecipazione UNIFI al Festival Internazionale della Robotica si completa con il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, rappresentato dal gruppo di ricerca del Center for Generative Communication diretto da Luca Toschi, che studia in un’ottica fortemente interdisciplinare l’impatto socio-economico dei sistemi di automazione. I ricercatori terranno al Festival un talk dal titolo “Come educare a socializzare con i robot” e soprattutto coinvolgerà visitatori ed espositori in un'indagine relativa alla percezione del futuro della relazione tra robot e esseri umani.

 

 

 

08 Settembre 2017