Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > A mezzo secolo dall’alluvione, il ricordo degli "Angeli del bosco"
Stampa la notizia

News

A mezzo secolo dall’alluvione, il ricordo degli "Angeli del bosco"

La solidarietà della Svizzera per Firenze e la Toscana alluvionata nel 1966

La solidarietà della Svizzera per Firenze e la Toscana alluvionata nel 1966 viene ricordata in un incontro, in programma mercoledì 22 novembre (ore 9.30, Palazzo Medici Riccardi, Sala Luca Giordano, via Cavour, 3) a cura del Comitato Firenze 2016, rete di soggetti pubblici e privati che hanno organizzato con il coordinamento dell’Ateneo molteplici iniziative per il cinquantesimo anniversario dell’alluvione.

Nel 1967 un gruppo di allievi del corso di laurea in Ingegneria forestale del Politecnico Federale Svizzero (ETH), con sede a Zurigo, decise di piantare 13.000 piante di Douglasia e Pino nero, messe a disposizione dal vivaio di Vallombrosa, in un terreno semi abbandonato nel Mugello. Il contributo di questi “angeli del bosco” mirò a rallentare, con il rimboschimento, il deflusso delle acque nel bacino, ridurre la portata di piena e attenuare la forza erosiva delle acque.

L’incontro - organizzato insieme al Politecnico di Zurigo, all’ambasciata di Svizzera in Italia e alla Città metropolitana di Firenze - oltre a celebrare questo gesto di solidarietà, presenta le idee progettuali di edilizia pubblica per l’impiego del legno derivante dal diradamento del bosco ormai maturo ed è l’occasione per illustrare i recenti sviluppi della ricerca scientifica nell’ambito della gestione della vegetazione.

20 Novembre 2017