Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Le sfide del turismo sostenibile e della valorizzazione del patrimonio culturale
Stampa la notizia

News

Le sfide del turismo sostenibile e della valorizzazione del patrimonio culturale

Al centro della School of Creativity organizzata in collaborazione con l’Università di Toyo

Sviluppare la creatività, la propensione all’innovazione e lo spirito di iniziativa per affrontare le sfide legate al turismo sostenibile e al patrimonio culturale in una prospettiva di Information Communication Technology (ICT).

Questi gli obiettivi della “School of creativity” che si è tenuta dal 7 al 9 marzo a Villa Ruspoli con la partecipazione di studenti della Toyo University di Tokyo e del corso di Design Sustainable Tourism System dell’Ateneo fiorentino. L’iniziativa si è svolta nell’ambito di un accordo tra l’università giapponese e il Dipartimento di Scienze Giuridiche di Unifi, in collaborazione con il Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell'Incubatore (CSAVRI), la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione (FRI) e l’istituto Life Beyond Tourism.

Alla “School of Creativity” sono intervenuti tra gli altri  il prorettore al trasferimento tecnologico Andrea Arnone e la delegata al job placement Vanna Boffo. Durante la tre giorni hanno portato il proprio contributo docenti dell’Ateneo che hanno declinato i temi sulla realtà fiorentina, in un’ottica interculturale e interdisciplinare e di raffronto internazionale. Hanno inoltre portato la loro testimonianza i responsabili di startup che si sono sviluppate all’interno dell’Incubatore dell’Università di Firenze (IUF) e artigiani del territorio.

“Questa tre giorni – ha spiegato Sara Landini, docente di Diritto privato e organizzatrice della School of Creativity – ha permesso ai partecipanti di conoscere alcuni prodotti della creatività e dell’innovazione targata UniFi, e di confrontarsi sugli scenari che riguardano il turismo sostenibile e la valorizzazione del patrimonio culturale, temi su cui l’attenzione è molto forte”. Al termine della tre giorni, su questi temi, gli studenti hanno presentato alcune proposte messe a punto attraverso il format previsto da palestra di intraprendenza.

L’esperienza di School of Creativity proseguirà anche in futuro. Il prossimo anno farà tappa in Giappone presso la Toyo University.

foto gruppo partecipanti school of creativity

Docenti e studenti della School of Creativity

13 Marzo 2018