Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Da Botticelli a Foggini, tornano i capolavori di Villa La Quiete
Stampa la notizia

News

Da Botticelli a Foggini, tornano i capolavori di Villa La Quiete

Visite guidate al patrimonio storico artistico dell’ex convento delle Montalve

Tornano le visite a Villa La Quiete alle Montalve e ai suoi capolavori. Da sabato 12 maggio, con il titolo “Da Botticelli a Foggini. Percorsi di arte fiorentina a Villa La Quiete”, prende il via un calendario di aperture del complesso monumentale di proprietà della Regione Toscana, gestito dal Sistema Museale di Ateneo (via di Boldrone, 2 Firenze).

Sarà possibile ammirare le pale d’altare cinquecentesche appartenenti alle Montalve - l’ordine religioso fiorentino che per oltre tre secoli ha animato la Villa sulla collina di Castello -, come l’Incoronazione della Vergine e santi di Sandro Botticelli e bottega e la Madonna con Bambino e Santi di Ridolfo del Ghirlandaio e Michele Tosini. In occasione della riapertura verrà inoltre mostrato per la prima volta lo Stemma cinquecentesco di Papa Leone X in legno policromo.

Le visite guidate porteranno il pubblico anche all’interno della chiesa barocca, che custodisce, fra le altre opere, il monumento commemorativo della granduchessa Vittoria della Rovere - una delle signore della famiglia Medici che contribuirono alla edificazione dell’ex convento - realizzato da Giovan Battista Foggini.

Le altre tappe del percorso toccheranno alcuni ambienti monumentali della Villa: la farmacia seicentesca, il giardino all’italiana e le sale affrescate da Benedetto Fortini.

Si potranno così approfondire le vicende legate alle altre figure femminili che hanno intrecciato la loro storia con quella del complesso, da Eleonora Ramirez de Montalvo, fondatrice dell’ordine religioso, ad Anna Maria Luisa de’ Medici, l’Elettrice Palatina.

Il calendario e gli orari delle visite guidate sono disponibili online. Ingresso libero, con prenotazione obbligatoria telefonando allo 055 2756444 o scrivendo a edumsn@unifi.it .

10 Maggio 2018